AndroidNovitàRecensioni Smartphone, Tab, PCVideo e Reviews

Una settimana con Oppo Reno 8 Lite: cosa ci è piaciuto?

Il 2022 è un anno estremamente particolare: continua il chip shortage, iniziato nel 2020 ed ancora lontano dal concludersi (secondo il CEO di Intel,  come riportato in un nostro articolo giusto di un mese fa, la crisi potrebbe protrarsi fino al 2024), che detto volgarmente consiste nella difficoltà che i produttori stanno riscontrando nell’approvvigionamento degli integrati, di diversa natura, problematica che ha generato un notevole aumento dei costi di tutti i prodotti che fanno uso di chip, quindi fondamentalmente qualsiasi prodotto elettronico che abbiamo in casa (pur la vostra lavatrice scassata ne ha uno) così come il  settore automobilistico, nel qualei costi sono diventati insostenibili.

Come se non bastasse, quest’anno ha visto concretizzarsi una guerra complessa e sanguinosa che ha provocato – tra le mille conseguenze – anche un aumento spropositato dei carburanti. Per ovvie ragioni, era inevitabile che anche il nostro settore venisse afflitto in modo consistente da questi aumenti. Tutta la filiera legata agli smartphone, dalla produzione dei singoli componenti e la loro movimentazione, fino alla consegna al cliente finale, passando per la distribuzione e la rete di assistenza, ha subito un durissimo colpo in termini economici che inevitabilmente ha aumentato drasticamente il costo di questi prodotti. Quelli che più hanno sofferto la situazione sono sicuramente i medi gamma, che insieme agli entry level rappresentato la quasi totalità delle vendite delle principali aziende che producono smartphone e dispositivi intelligenti.

Questo pippone serve, oltre che per rendervi persone consapevoli, anche per evitare che si facciano paragoni impossibili con i medi del recente passato (anche solo usciti 6 mesi fa, quindi progettati e prodotti ben prima). In questo filone si inserisce Oppo Reno 8 Lite, un prodotto non certo perfetto ma che va contestualizzato, come vi abbiamo detto in altre circostanze, ai tempi che stiamo vivendo. Nulla vi impedisce ovviamente di acquistare altri prodotti sognando il ritorno dei vecchi tempi (cosa che ovviamente auspichiamo anche noi). Questo con tenuto è stato realizzato in collaborazione con Oppo. Non è un contenuto sponsorizzato.

Oppo Reno 8 Lite
Oppo Reno 8 Lite

Parliamo quindi di Oppo Reno 8 Lite. Questa non è una rececensione, vi raccontiamo solo cosa fa e come lo fa, alla nostra maniera, ossia con la massima trasparenza nei vostri confronti. Quello che leggerete, infatti, è tutto vero. I lati negativi dei medi gamma del 2022 li conosciamo di già: tutti i produttori hanno di fatto proposto un downgrade della generazione precedente a prezzi più alti, nella migliore delle ipotesi cercando di mantenere un listino più o meno sovrapponibile al precedente abbassando però le specifiche.

In tutto questo marasma sociopoliticoeconomico, ma anche un po’ mentale, vediamo cosa ci è piaciuto di un medio che punta molto su un design giovane e accattivante, che offre le seguenti caratteristiche tecniche:

  • CPU Qualcomm Snapdragon 695 5G
  • 8 GB RAM
  • 128 GB storage UFS  2.2 espandibili
  • Display AMOLED FHD da 6.43″ (60 Hz)
  • Batteria da 4500 mAh con ricarica a 33W
  • Fotocamera principale da 64MP,  macro 2MP , mono 2MP
  • Fotocamera anteriore 16MP
  • Audio mono con jack audio
  • NFC

DESIGN

Oppo Reno 8 Lite
Oppo Reno 8 Lite

La serie Reno si arricchisce con un prodotto che (dopo il Reno 7 già recensito) si rivela ancora una volta molto bello da vedere: se i materiali sono abbastanza canonici (c’è abbondanza di policarbonato) è impossibile non restare piacevolmente colpiti da un design tanto lineare quanto gradevole, con la chicca del LED di notifica incastonato nelle fotocamere.

Ovviamente si tratta di una soluzione scenografica che per qualcuno potrà non essere così utile, ma c’è ed è settabile con tutte le app, quindi ben venga. Il design un po’ squadrato, con la stondatura ai lati, è ormai consolidato e convince. Il telefono è anche sottile e leggero (solo 173g), piacevole da tenere in mano. Promosso.

LA FOTOCAMERA PRINCIPALE

Dobbiamo parlare al singolare perché, sfortunatamente, anche sul Reno 8 Lite non abbiamo una ultrawide, scelta un po’ discutibile, figlia (pare) di un sondaggio effettuato dall’azienda dove sarebbe emerso che gli utenti sostanzialmente utilizzano poco la ultrawide. Immaginiamo però quanto possano utilizzare la macro o la bokeh. Sebbene la spiegazione non ci convinca del tutto,  la fotocamera principale regala davvero degli ottimi scatti in ogni condizione di luce, con un bokeh spinto (attivare la modalità ritratto) che piace e con dettagli sempre decisamente buoni. Lo smartphone punta molto anche su una modalità ritratto che offre un livello di personalizzazione superiore alla media. I risultati perdono ovviamente di naturalezza ma sono piuttosto scenografici.

Proprio sui ritratti l’azienda ha fatto un lavoro certosino: alla funzionalità Portrait Retouching, che integra un algoritmo AI pensato per far risaltare il soggetto limando eventuali imperfezioni (e col sottoscritto ce n’era bisogno), si affianca la modalità AI Color Portrait, non una novità in senso assoluto ma integrata alla perfezione nel sistema, che mantiene il colore sul soggetto attenuando quello dello sfondo, il tutto con una buona precisione. Chiude il cerchio la funzionalità AI Palette, che stringi stringi è composta da una serie di filtri, mutuabili da altre immagini o applicabile sulla base dei preset offerti dallo smartphone. Tra le tre funzionalità, forse, quella che ci ha meno colpito.

L’AUTONOMIA

Questo è un telefono eterno. A dispetto dei 4500 mAh l’hardware molto “tranquillo” consente, anche con un utilizzo estremamente intenso, di concludere la giornata. Se fate un utilizzo più regolare, ad esempio durante la settimana dove naturalmente chi lavora farà un uso meno sistematico del dispositivo, il secondo giorno non  è utopia. Consumi in standby pressoché nulli, temperature sotto controllo e un software piuttosto leggero sono le chiavi che spiegano questa ottima autonomia. Un altro aspetto è rappresentato sicuramente dal refresh del display a 60 Hz, che non è naturalmente un pregio ma che senza dubbio migliora l’autonomia.

Oppo Reno 8 Lite
Oppo Reno 8 Lite

CONCLUSIONI

Il pippone ve l’abbiamo già fatto all’inizio. Ovviamente non è tutto oro quel che luccica, avremmo ad esempio preferito la ultrawide, una vibrazione migliore e il doppio speaker. Contestualizzato a tutti i medi 2022 che abbiamo provato, però, oggettivamente è un prodotto affidabile, con buone performance, un’ottima cam e una batteria di lunga durata. Se queste sono le cose che cercate in uno smartphone, potrebbe fare al caso vostro.

Add to favorites 0

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più