Android Novità Recensioni Smartphone & Tablets Video e Reviews

Recensione Xiaomi 12X: l’outsider che non ti aspetti

Alla presentazione dei nuovi Xiaomi, gli occhi erano tutti puntati su 12 Pro, il top della gamma (in attesa, chissà, di un 12 Ultra che ci stuzzicherebbe parecchio) e 12, il telefono di fascia alta compatto che in tanti chiedevano da tempo. 12X è quindi sembrato agli occhi di molti come il fratellino sfigato e un po’ impacciato dei tre. Qualche dubbio ce l’avevamo anche noi prima della presentazione, ma soprattutto prima di… usarlo! No, non è un best buy assoluto e non è il telefono perfetto, ma potrebbe rendere felici molti di voi. Scopriamo insieme questo piccolo gioiello, ma vediamone anche le criticità.

 

Scheda tecnica
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 870
  • RAM: 8 GB
  • Storage: 256 GB UFS 3.1
  • Display: 6.28″ AMOLED FHD 120 Hz
  • Fotocamere posteriori:
  • Main 50MP f/1.88 OIS (Sony IMX766)
  • Ultrawide 13 MP f/2.4
  • Macro 5MP f/2.4
  • Fotocamera frontale:
    • 32MP (Samsung JD1)
  • Video 
    • 8K 24fps/4k 60fps/1080p 60fps
  • Connettività: 2G/3G/4G/5G, Wi-Fi 6, hotspot, Bluetooth 5.1, NFC
  • Sensori e porte: Sensore di gravità, Sensore impronta, Giroscopio, Bussola, Sensore di luce ambientale, Sensore di prossimità, infrarossi
  • OS: MIUI 13 basata su Android 11 (patch di dicembre 2021 al momento della recensione)
  • Batteria: 4500 mAh con ricarica a 67W
  • Dimensioni: 152,7×69,9×8,2mm
  • Peso: 176g

Unboxing

La dotazione comprende:

  • Il telefono
  • Un alimentatore da 67W
  • Cavo type C
  • Cover
  • Pellicola preapplicata sullo schermo
Xiaomi 12X
Xiaomi 12X

Estetica e materiali

Bello. Senza dubbio. Forse meno originale e riconoscibile della precedente generazione, ma elegante e raffinato nella colorazione nera (con finitura opaca) che abbiamo avuto in test. I materiali sono eccellenti: un vetro satinato posteriore che trattiene poco le impronte, un frame in metallo con una cura dei dettagli di alto livello ed in generale un touch and feel da primo della classe. La qualità costruttiva è evidentissima e non sfigura affatto paragonato ai fratelli maggiori ma anche a prodotti più costosi. Il peso e le dimensioni consentono (quasi) un uso agevole con una mano e risultano davvero ideali. Non troppo piccolo, non troppo grande. La fruizione di qualsiasi contenuto è confortevole, nonostante una superficie non enorme. Indovinatissimo.

Batteria e connettività

Xiaomi ci ha abituato ad una parte telefonica e ad una qualità della ricezione ai vertici. Se è vero che in chiamata ci troviamo davanti ad uno smartphone senza ombre (abbiamo sentito e ci hanno sentito sempre benissimo) forse la ricezione non è “alla Xiaomi”. Ciò detto, non abbiamo assolutamente avuto problemi di nessun tipo e si tratta di finezze che per il 99% degli utenti sono di fatto aria fritta. La ricezione è risultata essere comunque migliore di S22 Plus e iPhone 13 Pro, che ho utilizzato a fianco di questo 12X.  Bluetooth e Wifi assolutamente al top, nessuna disconnessione, nessuna instabilità in qualsiasi condizione di utilizzo. Anche la rete dati ha sempre mostrato performance di tutto rispetto. Navigare non sarà mai un problema. Manca invece la type C 3.0, quindi niente uscita video.

La batteria poteva spaventare un po’. 4500 mAh, display a 120 Hz, la MIUI che è sempre un’interfaccia piuttosto carica. Invece siamo davanti ad uno smartphone affidabile anche sotto questo punto di vista. Ho sfiorato le 7 ore di schermo (uso misto) con sveglia alle 6 come sempre e giornata ampiamente coperta. Temperature sempre sotto controllo, così come i consumi, mai eccessivi. Altro punto a favore. Grazie alla ricarica da 67W, in poco più di mezz’ora sarete nuovamente pronti per usare il dispositivo.

Xiaomi 12X
Xiaomi 12X

Display, vibrazione e audio

Bello, davvero bello. Luminoso, definito, piacevole in ogni situazione con una curvatura non estrema. Per fare i pignoli, almeno la nostra unità aveva una calibrazione leggermente calda, ma si tratta di parametri settabili a piacimento dall’utente. Sicuramente Xiaomi (al di là dei numeri) ha utilizzato un pannello di qualità che rende l’uso quotidiano particolarmente appagante, addirittura con profondità di colore a 12bit (come il fratello maggiore 12), i primi smartphone in assoluto ad adottare un pannello di questo genere. Anche un’autorità in materia di schermi come Display Mate ha promosso alla grandissima il display dei due compatti di casa Xiaomi . Ottima anche la vibrazione, definita, precisa, secca. Audio stereo targato Harman Kardon (come ormai consuetudine nella fascia alta dell’azienda) che offre sia una buonissima pressione sonora che una buona corposità. Ovviamente, visto che parliamo di uno smartphone non aspettatevi cose strane. Ma fa il suo dovere molto, molto bene.

Software e Performance

Croce e delizia. Potrei chiuderla qua, ma sarebbe forse un po’ ingiusto. La tiratina d’orecchie a Xiaomi va però fatta, perché uscire con Android 11 a marzo 2022 (tra l’altro con patch vecchie di tre mesi) no, non è giusto. Anche perché a differenza dei fratelloni 12 e 12 Pro Xiaomi per questo 12X non ha dichiarato il supporto esteso (3 anni di aggiornamenti Android e 4 di patch di sicurezza), per cui è lecito aspettarsi invece solo 2 major, di cui una praticamente buttata al vento. Inspiegabile. D’altro canto, però, abbiamo notato come il dispositivo si sia dimostrato davvero molto affidabile nell’utilizzo di tutti i giorni (forse proprio per merito di Android 11, chissà), fluido, rapidissimo nel fare qualsiasi cosa più o meno pesante.

La MIUI la conosciamo e non è questa l’occasione per parlare ancora di questa interfaccia, che nella sua nuova incarnazione ha badato al sodo, non presentando novità numerose rispetto alla 12.5 Enhanced. Sempre bella da vedere e da utilizzare, anche se pensare alla completezza della MIUI cinese ci fa un po’ rosicare.

Quando si parla di Xiaomi non si può non affrontare il capitolo “sensore di prossimità”: come va? Non abbiamo la certezza che si tratti ancora della soluzione di Elliptic o di quella di Goodix, fatto sta che a noi ha sempre funzionato, anche se in caso di lunghe conversazioni o di vocali interminabili se siete particolarmente esagitati potreste vedere qualche risveglio a tradimento dello schermo. Ma rispetto al passato turbolento di Xiaomi siamo senz’ombra di dubbio ad un livello superiore.

Xiaomi 12X
Xiaomi 12X

Foto e Video

Xiaomi ci ha risparmiato la 108 MP. Grazie al cielo. Abbiamo come sensore principale l’ottimo e collaudato IMX766 di Sony, usato ampiamente da Oppo (pure nel flagship di quest’anno, Find X5 Pro) ma anche da Oneplus (su Nord 2) e Realme (su GT2 Pro). I risultati potete vederli chiaramente. Le foto sono belle in qualsiasi condizioni di luce, la messa a fuoco è precisa e pur non essendo un top assoluto è senza dubbio concreto anche in ambito fotografico. Rispetto a Mi11, si nota una migliore gestione del dettaglio ed un rumore più contenuto in condizioni complicate. C’è qualche problema da risolvere nella gestione delle luci artificiali che in determinati casi tendono ad inquinare un po’ la scena, soprattutto se presenti in gran numero. In alcuni dei sample che vi mostriamo è ben visibile questo limite. Potrebbe essere corretto con un aggiornamento. Vi faremo sapere. La ultrawide non ci è dato sapere che sensore abbia, ma non è sicuramente all’altezza della principale. Non è un disastro, infatti di giorno tirerete fuori belle foto, di sera un po’ meno ma siamo sempre ai livelli di un buon medio gamma. Non mancano tutte le funzionalità extra di Xiaomi, come alcune modalità creative divertenti e -se siete bravi- anche carine da sfruttare. Poco utile la macro, come sempre. Frontale da 32MP che a dispetto dei numeri tradisce il telefono quando la luce cala, introducendo più rumore del dovuto. Ricordatevi di disattivare la modalità bellezza (attiva di default) se non volete sembrare una bambolina di porcellana.

Prezzo e conclusioni

Xiaomi 12X
Xiaomi 12X

699 euro il prezzo di listino. In realtà, la promo lancio è di 599 euro e lo street price potrebbe assestarsi in un futuro  non troppo lontano su prezzi che potrebbero stuzzicare il vostro interesse (ed il vostro portafoglio). All’apparenza poteva sembrare un inutile riempitivo, invece è entrato a gamba tesa nel mercato per stupirvi con alcuni pregi innegabili (le dimensioni ideali, il grande bilanciamento dei vari componenti, un’esperienza d’uso eccellente, la qualità costruttiva ai vertici, l’ottima cam principale) e dei limiti più o meno comprensibili (la presenza di Android 11, la fotocamera anteriore migliorabile). Il bilancio però pesa nettamente a favore dei pregi, per cui (soprattutto se troverete offerte di un certo rilievo) prendetelo in considerazione. La MIUI ha fatto un percorso interessantissimo negli ultimi mesi e questo 12X ne è la conferma, dimostrandosi affidabile oltre ogni aspettativa. Potreste amare questo telefono.

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più