AndroidNovitàVideo e ReviewsXiaomi

Recensione Xiaomi Smart Band 7: più sport che smart?

Parliamoci chiaro: la band di Xiaomi è probabilmente il wearable più venduto sulla faccia della terra, da tempo immemore, sin dalla sua prima incarnazione priva di display, che risale ormai al lontano 2014.

Nel corso degli anni l’azienda ha apportato migliorie anche sostanziali, ma è pure vero che -al di là della Mi Band 6 NFC- dalla Band 4 in poi questa evoluzione, per forza di cose, ha subito un rallentamento.

Effettivamente è difficile migliorare un prodotto di questo tipo senza andare ad intaccare le caratteristiche “sacre” del prodotto, come il prezzo competitivo e l’autonomia sopra la media. Scopriamo quindi se al cambio di denominazione di fronte a noi c’è pure un’evoluzione del top seller di Xiaomi.

XiaomI Smart Band 7 – Display

C’è poco da dire sul design, che rimane praticamente invariato ma ospita un display più grande, che passa da 1.57 a 1.62 pollici, dopo il boost già importante avvenuto proprio con la Mi Band 6 (diventata quasi full screen). L’immutato form factor è confermato anche dalla retrocompatibilità dei cinturini e del cavo di ricarica. Il display è molto bello, anche ben leggibile al sole impostando la luminosità al massimo (manca ancora quella automatica purtroppo) ed i colori sono piacevolissimi.

Le novità introdotte dall’azienda non sono tutte qui, ovviamente, ma permetteteci di spoilerarvi che secondo la nostra opinione quelle che andremo a raccontarvi potrebbero non essere così significative per la maggior parte di voi. In particolare, avremmo preferito avere (visto che ormai il prezzo di listino è di 59,90€) GPS e NFC, assenti in questa versione, che potrebbero arrivare con una possibile variante dedicata (ma a che prezzo?).

La differenza più grande si nota nella cura delle modalità dedicate a chi fa sport in modo intensivo (attenzione, non professionale, che è una cosa ovviamente diversa), grazie alla presenza di oltre 100 modalità sportive e al monitoraggio del VO2max durante l’attività, un parametro molto importante che indica la quantità di ossigeno che il nostro corpo riesce a consumare in una determinata unità di tempo.

Non mancano ovviamente caratteristiche mutuate dal predecessore come il saturimetro integrato, la qualità del sonno, il battito cardiaco così come passi e calorie consumati durante il giorno, il tutto coadiuvato dall’ottima app Mi Fitness che rappresenta, rispetto agli anni passati, forse il miglioramento più evidente (ma non una prerogativa di questa Band 7).

Tra le funzioni offerte dalla band non mancano il solito PAI (una sorta di “indice” che dà un voto alla vostra esistenza, di fatto), gli esercizi di respirazione e la modalità dedicata alle donne, che per evidenti limiti “hardware” del sottoscritto non ho potuto testare.

Ma in soldoni, come monitora? Bene! Premesso che non abbiamo a disposizione strumenti professionali per giudicare il prodotto in tal senso (ma sarebbe ingiusto farlo, visto il target della Band 7), abbiamo notato che tutte le funzioni fondamentali sembrano essere più precise, vuoi per il miglioramento degli algoritmi software, vuoi per il miglioramento della sensoristica.

Anche l’affidabilità del collegamento è sempre stata buona, come la sincronizzazione dei valori e -ad esempio- della sveglia. Cosa importante, è anche possibile “tarare” la tipologia di monitoraggio, in modo più costante o ad intervalli regolari.

Ovviamente il monitoraggio continuo impatta l’autonomia, che non è propriamente stratosferica. Abilitanto l’always on dalle 8 alle 20 farete circa 4 giorni. I 14 giorni massimi paventati da Xiaomi sono forse relegati ad un uso “Casio”. Non ho mai superato i 5 giorni anche disabilitando lo schermo sempre attivo. Un peccato ed un ulteriore calo drastico dell’autonomia che già purtroppo avevamo subito con la Band 6.

Xiaomi Smart Band 7 – Sensori

Un tallone d’Achille delle band di Xiaomi è sempre stato legato alla gestione delle notifiche, abbastanza dozzinale. Come sono adesso le cose? Duole dirlo, ma non è cambiato praticamente niente, non soltanto perché ancora non si può rispondere alle notifiche (cosa che non ci aspettiamo da una band low-budget ma che sarebbe una vera e propria killer feature), quanto piuttosto perché spesso è difficile muoversi tra le notifiche delle varie applicazioni ed il concatenamento delle notifiche della stessa app sembra ancora abbastanza random. Insomma, per chiamarsi “smart” Band 7 forse offre ancora troppo poco.

Niente male invece la personalizzazione, che ha raggiunto ottimi livelli e permette di cucire a propria immagine e somiglianza la band.

Spenderei qualche parola per l’app Mi Fitness, che come anticipato diventa sempre più completa e gradevolissima da usare. Peccato solo per l’impossibilità di sincronizzare le informazioni con Google Fit (mentre è possibile farlo su iPhone con l’app Salute), ma solo con Strava.

Xiaomi Smart Band 7 – Menu

La sincronizzazione tra i dispositivi è generalmente ottima, ad esempio passando dallo Xiaomi 12 Pro al Huawei P50 Pocket ho ritrovato tutto ciò che avevo fatto durante i giorni di utilizzo, mentre su iOS purtroppo rileva che ci sono delle informazioni ma non le mostra. Speriamo venga corretto presto.

In conclusione, se avete la Mi Band 6 o persino una Band 5 (se non vi occorre alimentare l’ipocondria col monitoraggio costante della saturazione) probabilmente vi conviene aspettare una variante più evoluta della Band in questione (bisognerà vedere a che prezzo). I 59,90€ richiesti per la Xiaomi Smart Band 7 (che va definita più un’ottima Sport Band che una vera e propria Smart Band) sono francamente troppi, ma è pur vero che i prezzi di listino delle Mi Band di Xiaomi sono sempre stati poco più che indicativi e l’azienda ci ha sempre abituato a offerte molto succulente (vedi la Band 6 che addirittura, durante le live di Xiaomi, è stata proposta addirittura sotto i 20 euro).

Ad oggi vi consigliamo, al netto appunto di offerte indimenticabili, di puntare sulla validissima e collaudata Mi Band 6, perché tanto se siete degli sportivi professionisti è certo al 100% che utilizziate prodotti dedicati piuttosto che una sport band, sebbene sopra la media, come la Band 7.

Xiaomi Smart Band 7 – Always on

 

Add to favorites 0

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più