AndroidNovitàRecensioni Smartphone, Tab, PCVideo e Reviews

Recensione Poco M5: Fascia bassa con dignità

La serie M della famiglia Poco si colloca nella fascia più bassa dell’azienda ed ha sempre riscosso un buon successo, merito di prodotti equilibrati proposti ad un prezzo molto competitivo, in particolar modo con le offerte che nemmeno troppo sporadicamente si trovano sul sito ufficiale. Le premesse per un prodotto interessante ci sono, ma la domanda sorge spontanea: questo anno così particolare sarà riuscito a rovinare una linea di prodotti così fortunata, dedicata spesso ai giovanissimi e a chi punta su un basso budget? Analizziamo questo Poco M5 (da non confondere con M5s, che si colloca leggermente più in alto).

Scheda tecnica
  • SoC: Mediatek Helio G99 6nm
  • RAM:  4 GB
  • Storage: 64/128 GB espandibili (slot triplo)
  • Display: 6.58″ LCD 90 Hz FHD+, touch sampling a 240 Hz, 500 nits luminosità

Fotocamere:

  • Main 50MP f/1.8 (Samsung S5KJN1)
  • Profondità 2 MP f/2.4
  • Macro 2 MP f/2.4
  • Anteriore 5 MP f/2.2

Video 

    • fino a 1080p 30fpsn
  • Connettività: 2G/3G/4G, Wi-Fi dual band, hotspot, Bluetooth 5.3, NFC
  • Sensori e porte: Sensore di gravità, Sensore impronta, Bussola, Sensore di luce ambientale, Sensore di prossimità
  • OS: MIUI 13 basata su Android 12 (patch di agosto 2022 al momento della recensione)
  • Batteria: 5000 mAh con ricarica a 18W (no ricarica wireless)
  • Dimensioni: 163.99×76.09×8.9mm
  • Peso: 201g

Unboxing 

La dotazione comprende:

  • Il telefono
  • Un alimentatore da 22.5W
  • Cavo type C
  • Custodia
  • Estrattore SIM

Estetica e materiali

Fedele al design giovane della linea, ci troviamo davanti un prodotto completamente in policarbonato ma con una costruzione più che accettabile. Può invece non piacere la trama posteriore effetto pelle (rigida, non gommata) e la fascia che ingloba il modulo fotografico. Sicuramente la colorazione nera (in nostro possesso) è quella che ci sentiamo di consigliare meno, perché lo rende poco accattivante. Più sostanza che forma, ecco.

Batteria e connettività

A bordo c’è una batteria da 5000 mAh. Come potete immaginare, vista la CPU poco energivora ed il display senza pretese l’autonomia è praticamente infinita. Non è utopia pensare di coprire due giorni di utilizzo. Non ha battery drain nemmeno con uso convulso, ma tende leggermente a scaldare dopo un po’. Peccato per la ricarica a soli 18W, che rende la ricarica più lunga del dovuto. Avrei apprezzato almeno la “solita” ricarica da 33W, largamente usata da Xiaomi.

Lato connettività abbiamo sostanzialmente quasi tutto ciò che serve, incluso il chip NFC (che non figura sul sito web di Poco, ma c’è, fidatevi), la ricezione è nella media e non ho avuto nessun problema in mobilità. Tuttavia occorre segnalare che non aggrega le bande, aspetto che potrebbe far storcere il naso a molti. Manca il Wi-Fi 6 ma abbiamo (ovviamente) la compatibilità con la banda a 5 GHz (sia in casa che in ufficio si è collegato regolarmente).

Display, vibrazione, audio e sensori

In questa fascia di prezzo non ci aspettiamo chissà quale pannello ed infatti il display del Poco M5 è tutt’altro che entusiasmante. Abbiamo comunque una buona risoluzione (è un LCD FHD e non HD) e il “conforto” dei 90 Hz, ma la luminosità massima non è eccezionale e in ambienti molto assolati potrebbe esserci qualche difficoltà. Non un display da buttare via ma certamente uno dei punti deboli dello smartphone. La vibrazione è da base gamma, zanzarosa e lontana dai feedback aptici a cui siamo abituati (e che ad esempio Xiaomi, Redmi e Poco mettono in smartphone non troppo superiori rispetto a questo M5), ma ce lo aspettavamo. Idem l’audio, mono e senza pretese ma con una discreta pressione sonora. Ah, c’è il sensore di prossimità. Vero. Funzionante. Funziona anche se siete sdraiati,  mentre coccolate il gatto e anche se tenete fermo il telefono col collo mentre vi applaudite da soli. Commovente. In tutta sincerità, anche l’algoritmo degli ultimi Xiaomi sembrava funzionare molto bene, ma in questo caso -grazie alla presenza di un sensore fisico- tagliamo la testa al toro e non dipendiamo dalla volontà del software.

Software e Performance

Poco M5 è equipaggiato con un Helio G99 a 6nm, un SoC che ancora non avevamo provato erede di SoC fortunati. Non so la causa, ma mi è parso meno performante rispetto al G96 per fare un esempio di uno stretto parente, cosa inaspettata. Sarà Android 12? Sarà la MIUI per Poco, che pur alleggerita di alcune animazioni integra molti servizi? La realtà dei fatti è che i 90 Hz non si notano, i lag ci sono ed anche l’attesa in certi casi per gestire lo switch tra le app o le funzionalità della camera è superiore alle aspettative, pur tenendo conto della fascia (ormai poco sotto i 200 dobbiamo parlare di entry level, quelli che prima costavano meno di 150 euro). Forse c’è bisogno, per questi dispositivi (è un problema che troviamo anche nella fascia medio-bassa di Samsung), di andare ad intervenire per alleggerire il più possibile la UI. Parliamoci chiaro, non è un prodotto inutilizzabile e non è una tragedia utilizzarlo nel quotidiano, ma serve pazienza. In gaming invece, probabilmente pure per merito della scalabilità dei giochi attuali, si comporta bene: questo lo rende adatto a giovanissimi a cui piace giocare ma che ricevono un budget limitato dai genitori.

La MIUI per Poco porta con sé anche diverse app preinstallate (fortunatamente disinstallabili) frutto di partnership commerciali che aiutano l’azienda a mantenere il prezzo del dispositivo il più accettabile possibile. Troviamo anche diverse pubblicità nelle app di sistema, che si possono comunque disattivare in un secondo momento e interrompere definitivamente disabilitando l’apposito servizio. Questa è una scelta condivisibile o meno, non entro nel merito poiché -checché se ne dica- non è un furto da parte delle aziende cercare di contenere i costi, ma finché c’è una soluzione e finché la pubblicità non si presenta durante l’uso (quello sarebbe grave) possiamo tranquillamente conviverci. La MIUI è migliorata moltissimo nell’ultimo anno ed anche questo Poco si è rivelato affidabile nell’uso di tutti i giorni, senza bug o problemi strani.

Foto e Video

Via via che si scende di prezzo, uno dei comparti più sacrificati è quello fotografico. Poco M5 non fa eccezione, proponendo un solo sensore utile (il principale da 50MP, il solito JN1 largamente usato, addirittura per la ultrawide da alcuni) insieme a due sensori che amo definire di “simmetria”, gli inutili macro e profondità. I risultati sono modesti, la velocità di scatto non è fulminea (per cui attenzione ad avere la mano ferma), è sempre presente un po’ di rumore anche in pieno giorno e di sera la situazione non può che peggiorare, con una modalità notte che pur presente non regala grandi soddisfazioni. Modesta anche la camera anteriore da soli 5 MP. Contestualizzato al prezzo a cui viene proposto, sono risultati in linea con le attese, non ci aspettavamo miracoli ma speravamo in qualcosa di più. Anche i video seguono il filone delle fotografie, con una stabilizzazione assente e una messa a fuoco non sempre accurata.

Prezzo e conclusioni

Poco M5 viene proposto in due varianti, entrambe con 4 GB di RAM e caratterizzate da 64 o 128 GB di storage, con prezzi di listino di 189,90 e 209,90 €. L’offerta attuale prevede uno sconto di 20 €, sicuramente più a fuoco per quanto offre il prodotto. Usando inoltre il nostro codice sconto POCOM5GUERZ sarà possibile risparmiare ulteriori 10€, portanto così il totale a 159,90 € per la versione 4/64GB. Come detto numerose volte, l’asticella sfortunatamente si è alzata e non è più possibile fare confronti con i vecchi modelli.

E’ però inevitabile, con questo budget, puntare ad altro finché il prezzo su strada non sarà da vero entry level. All’interno di Poco abbiamo gli ottimi M4 Pro e X3 Pro, offerti a buon prezzo (addirittura X3 Pro era poco sopra i 130 euro fino a non molto tempo fa) e sicuramente è consigliabile ripiegare sui predecessori, che ormai hanno avuto un importante drop di prezzo.

Attualmente potete approfittare di un’offerta con coupon dedicato. Qui tutte le informazioni a riguardo.

Codice sconto: POCOM5GUERZ

ACQUISTA UN POCO M5

Add to favorites 0

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più