Scullcandy Indy: auricolari total wireless dal look giovanile
Accessori Audio & Multimedia Recensioni

Scullcandy Indy: auricolari total wireless dal look giovanile

STIMA TEMPO DI LETTURA: 6 min

Mai come in questi anni si è vista una tale esplosione di auricolari wireless e, tra i tanti produttori presenti sul mercato, non manca certo l’imbarazzo della scelta. Tra le tantissime proposte presenti nel settore abbiamo ricevuto in prova da Skullcandy le sue total wireless Indy.

Questo modello riprende il form factor delle AirPods, successivamente ripreso poi da numerosi produttori di accessori, si tratta di una vera e propria tipologia di auricolari ben consolidata sul mercato. Non si tratta però di un semplice clone, infatti le Indy sono degli auricolari in-ear dal design spiccatamente più giovanile grazie alle diverse colorazioni disponibili.

Scullcandy Indy: auricolari total wireless dal look giovanile
Senza gli Stability Gel applicati sarà più difficile estrarre gli auricolari | Evosmart.it
Scheda tecnica
  • Impedenza: 16 Ohms ±15%
  • Diametro Driver: 6 mm
  • THD: < 3% @1khz
  • Pressione acustica: 95 ± 3dB
  • Risposta in freqeunza: 20Hz – 20KHz
  • Connettività: Bluetooth 5.0
  • Batteria: 16 ora di autonomia dichiarata + ricarica tramite micro USB
  • Peso: 10,5g (solo auricolari); 59,5g (solo case)

ERGONOMIA E COSTRUZIONE

Quando si parla di auricolari in-ear è molto importante, quanto purtroppo soggettivo, il discorso relativo alla loro indossabilità. Le Skullcandy Indy vengono vendute con gli Stabilty Gel già applicati; essi non sono altro che delle alette rimovibili che dovrebbero servire a rendere più stabile l’auricolare all’interno dell’orecchio. Nel mio caso purtroppo si sono rivelati scomodi e, per un utilizzo migliore, li ho dovuti rimuovere. In ogni caso si tratta di un’aggiunta gradita che per qualcuno potrebbe rivelarsi comoda in caso di attività sportiva. In tal senso le cuffie sono resistenti all’acqua e alla polvere con certificazione IP55.

Scullcandy Indy: auricolari total wireless dal look giovanile
Il connettore di ricarica è ancora di tipo micro USB | Evosmart.it

Il case ha una piacevole doppia rifinitura interna in tinta con le cuffie, una chiusura magnetica molto salda e i due auricolari non corrono il rischio di cadere al di fuori di esso. Però l’estrazione delle cuffie risulta più difficoltosa, rispetto agli altri modelli concorrenti, nel caso in cui avremo rimosso le alette in silicone. Con un po’ di abitudine riuscirete a capire come fare per “tirarle fuori”, ma avremmo preferito un’apertura migliore. Per ricaricare il case, che consente di ricaricare le cuffie per un’autonomia complessiva stimata di 16 ore, dovremo usare invece un connettore micro USB. Una grossa pecca oggi nel 2019, vista la crescente adozione del più universale e pratico connettore USB Type-C.

AUDIO: COME SUONANO?

Gli auricolari con Stability Gel applicato | Evosmart.it

La resa audio delle Skullcandy Indy è buona, soprattutto tenendo considerazione del prezzo a cui vengono vendute, non si tratta però di un tuning pensato per la fedeltà audio. Sebbene, per fortuna, non puntino ad esasperare i bassi, gli auricolari sono tarati su tonalità sonore più calde. Il suono resta pulito e non distorce anche alzando il volume. La resa stereo dell’audio è buona dando una buona spazialità del suono anche nei video, dove però rischiano di far risaltare troppo i rumori di fondo.

La resa non esattamente fedele dell’audio potrebbe far storcere il naso a molti, dando di conseguenza risultati scostanti a seconda del genere musicale riprodotto. In ascolto le Indy si sono dimostrate affidabili, con un segnale stabile e senza disaccoppiamenti tra i due auricolari. Merito anche del pairing quasi immediato e delle comunicazioni vocali in inglese che ci informano sullo stato delle cuffie.

Scullcandy Indy: auricolari total wireless dal look giovanile
Gli auricolari con Stability Gel applicato | Evosmart.it

Solamente l’auricolare destro è il master. Quindi, nel caso in cui voleste usarne uno solo, dovrete riporre l’auricolare sinistro nella custodia. Invece riponendo l’auricolare destro prima del sinistro, la riproduzione audio viene interrotta.

CONTROLLI SMART

Come le rivali, anche le Indy di Skullcandy offrono la possibilità di controllare la riproduzione musicale e il pairing tramite i controlli touch posti nelle parte superiore degli auricolari. Per alzare il volume è sufficiente tappare una volta sull’auricolare destro, mentre per abbassarlo dovremo agire su quello sinistro. Tappando 2 volte sull’auricolare destro potremo mettere in pausa e far ripartire la riproduzione musicale. Infine per passare alla traccia successiva basta tenere il dito per 2 secondi sull’auricolare destro e allo stesso modo sull’auricolare sinistro per tornare alla traccia precedente. Si tratta di controlli rapidi utili soprattutto per la riproduzione musicale, ma manca qualsiasi forma di interazione con gli assistenti vocali.

FILM E CHIAMATE? MEGLIO NELLA MUSICA

Per quanto riguarda i contenuti video, come film e telefilm, le Indy non si comportano male ma restano un po’ sottotono senza rendere le buone impressioni date durante l’ascolto musicale.

Risultati nella norma anche in chiamata, dove è supportato l’audio stereo e il microfono fa un buon lavoro nel recepire la nostra voce. Meno soddisfacente invece la resa della voce del nostro interlocutore al telefono, la taratura verso tonalità basse infatti non ci da una chiara riproduzione delle voce durante le chiamate.


CONCLUSIONI

Scullcandy Indy: auricolari total wireless dal look giovanile
Il case, pur non essendo pregiato, è ben costruito | Evosmart.it

Seppure si comportino bene durante la riproduzione musicale (senza però arrivare ai picchi di soluzioni molto più costose), una volta messe alla prova in situazioni più ampie mostrano la corda anche rispetto a soluzioni concorrenti nella stessa fascia di prezzo.

Abbiamo apprezzato alcune attenzioni nella realizzazione del case, come il fondo piatto per poterlo appoggiare sulle superfici piane, il logo in rilievo sul coperchio per facilitarne l’apertura e infine l’incavo per il pollice, necessario per “estrarre” gli auricolari. Quasi imperdonabile però l’assenza del connettore USB-C per la ricarica.

Scullcandy Indy: auricolari total wireless dal look giovanile
Il case, pur non essendo pregiato, è ben costruito | Evosmart.it

Di conseguenza le Skullcandy Indy si perdono in mezzo a una grande quantità di soluzioni alternative e si propongono con una specializzazione fin troppo evidente verso l’ascolto musicale pur non essendo la soluzione migliore per rapporto qualità prezzo. Attualmente sono disponibili su Amazon al prezzo di 79€, una cifra in cui spesso troviamo le più equilibrate Soundcore Liberty Air. Le Indy potrebbero essere una valida scelta se ricercate un paio di auricolari più giovanili e concentrati sull’aspetto della riproduzione musicale, magari approfittando anche di qualche sconto.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

2 commenti

Creative Super X-FI Air: audio olografico e molto altro! - Evosmart.it 13 Settembre 2019 at 9:00

[…] Leggi anche Scullcandy Indy: auricolari total wireless dal look giovanile […]

Rispondi
Recensione Skullcandy Sesh | In-ear "perfectly simple"? - Evosmart.it 4 Ottobre 2019 at 9:38

[…] AirDots, nuove WF-1000X Mk3, nuove Pamu, nuove queste e nuove quelle. E dopo avervi recensite le Skullcandy Indy… oggi parliamo delle nuove Skullcandy […]

Rispondi

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più