Recensione vivo Nex S
Recensioni Smartphone & Tablets

Recensione vivo Nex S – La vera bomba dell’anno!

STIMA TEMPO DI LETTURA: 10 min

Finalmente ci siamo, dopo una settimana abbondante di utilizzo siamo finalmente pronti a parlarvi di vivo Nex S, la versione top di gamma del già recensito vivo Nex A che ne condivide il 95% della scheda tecnica. I due telefoni sono praticamente identici con solo 2 differenze sostanziali, i cavalli sotto al cofano e la presenza di un sensore di impronte digitali posto sotto il display AMOLED.

Recensione vivo Nex S
Quando si dice un bel telefono | Evosmart.it
Leggi anche : Recensione vivo Nex A – It’s over 90%

Non staremo qui a tessere le innumerevoli lodi di vivo Nex S, con questo articolo siamo già a ben 4 “esperienze” dirette dove ne parliamo, e ci concentreremo quindi con le differenze con vivo Nex A, essendo praticamente gemelli questa recensione durerà meno del previsto!

[stextbox id=’info’] [toggles title=” Scheda tecnica vivo NEX S“]
  • Processore Qualcomm Snapdragon 845
  • CPU Octa-core (4 x 2.8 GHz Kryo 385 Gold + 4 x 1.7 GHz Kryo 385 Silver )
  • GPU Adreno 630
  • Sistema operativo Funtouch OS 4 su base Android 8.1 Oreo
  • Display 6,59″ AMOLED Full HD+ ( 1080 x 2316 ) in formato 19:9
  • Memoria RAM 8 GB
  • Memoria ROM 128/256 GB
  • Fotocamera posteriore 12 MP (f/1.8) + 5 MP f/2.4  Registrazione Video 4K a 30 FPS
  • Fotocamera frontale 8 Megapixel estraibile
  • Dimensioni 162 x 77 x 8 mm per 199 grammi
  • Batteria 4000 mAh con carica rapida
  • Connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band, Bluetooth 5.0, A2DP, LE, aptX HD
  • Extra USB Type-C 2.0, sensore di impronte digitali frontale ( on display )
[/toggles] [/stextbox]

Video Recensione


Unboxing

Come facilmente intuibile, la confeziona di vendita è identica a quella vista su Nex A. Al suo interno troveremo un caricatore da parete, rapido, delle ottime cuffie in ear, il cavetto di ricarica Usb Type-C ed una cover in plastica rigida con effetto gommato, oltre ovviamente al nostro vivo Nex S.


Design e materiali

Appena preso in mano vivo Nex S, e dopo aver provato vivo Nex A, ho avuto una grossa sensazione di Déjà vu. A prima vista, e guardando solo il frontale, i due telefoni sono proprio identici, l’unica differenza estetica la troviamo nella parte posteriore.

Dove su vivo Nex A trovavamo lo spazio per il sensore di impronte digitali, su Nex S troviamo invece una back cover completamente “liscia” interrotta solo dalla fotocamera posteriore. Il sensore è stato infatti posizionato sotto al vetro frontale ed è, ovviamente, impossibile da vedere.

Recensione vivo Nex S
Il retro è decisamente “pulito” | EvoSmart.it

Tutto il resto delle caratteristiche fisiche sono identiche, dal peso alle dimensioni, passando per l’enorme rapporto dimensioni/display del 91% e finendo nel posizionamento dei tasti del telefono.

Inutile quindi dirvi come le sensazioni al tatto siano le medesime, ottima la costruzione anche se il peso forse è leggermente alto per i miei gusti con i suoi 199 grammi.


Display

Il pannello di vivo Nex S è un AMOLED che ricopre completamente la parte frontale, o quasi, senza aver bisogno di nessun tipo di notch, davvero una gioia per gli occhi. E non parlo solo di classico effetto Wow per avere in mano un mostro simile, ma proprio di un ottimo pannello in tutto e per tutto, dotato di un ottima luminosità ed un’altrettanto ottima leggibilità sotto la luce diretta del sole.

Recensione vivo Nex S
Servono commenti? | Evosmart.it

Sebbene non sia dotato di una risoluzione estrema, è infatti un semplice Full HD+, il display di vivo Nex S si fa leggere e vedere bene in qualsiasi condizione, merito anche della taratura dei colori quasi perfetta out-of-the-box ed all’immenso contrasto garantito dalla tecnologia AMOLED. Inutile dirvi come l’impatto visivo sia stellare, sia per l’effetto di avere tra le mani un telefono tutto display che per l’assenza totale di buchi, buchetti, fotocamere o capsule auricolari.


Prestazioni e UI

Se vivo Nex A, col suo Snapdragon 710, sembrava volare, questo vivo Nex S lo fa quasi sembrare lento! Sebbene la velocità delle animazioni sia praticamente la stessa è l’apertura delle app il vero punto di stacco dei due dispositivi. Vivo Nex S ha sotto il cofano  l’ottimo, oltre che potentissimo, Snapdragon 845 che consente di fare qualsiasi cosa senza attese, senza calore e senza nessun tipo di lag.

Un altra differenza, se pur non grossa come i processori, la troviamo nella memoria ram disponibile, vivo Nex S dispone infatti di 8 GB di memoria RAM, non fa sicuramente la differenza rispetto ai 6 GB del modello “medio” ma, nell’uso prolungato e con un enorme utilizzo del multitasking, può fare assolutamente la sua figura.

Recensione vivo Nex S
Prestazioni al top grazie allo Snapdragon 845 | EvoSmart.it

Una differenza netta fra vivo Nex S e vivo Nex A riguarda sicuramente il sensore di impronte digitali, sebbene Nex S sia tecnologicamente più avanzato, vista la posizione del sensore, quello del Nex A funziona decisamente meglio. Per quanto sia stupenda l’idea di avere il sensore nascosto alla vista, l’implementazione attuale lascia ancora un pochino a desiderare, oltre la poca precisione la lentezza lo rendono non ancora adatto all’uso giornaliero, facendomi preferire senza ombra di dubbia il vecchio metodo.

Parlando della UI mi autocito e vi lascio le mie impressioni prese “di peso” dalla recensione di vivo Nex A, essendo completamente identici sotto questo aspetto.

L’unica cosa che posso criticare di questo vivo è la UI, sebbene la Funtouch OS 4 sia migliorata molto rispetto al passato, scimmiotta davvero troppo iOS ed è ancora troppo cinese per i miei gusti. Mi sono sempre lamentato di quanto la EMUI di Huawei fosse invadente, fra permessi e notifiche non volute è snervante, ma qui siamo decisamente oltre, la UI di vivo Nex A non è ancora pronta per un utilizzo “out of the box” nel nostro mercato. Ad esempio anche solo cambiare un launcher è un odissea, fra permessi richiesti, account e password fa passare la voglia, assolutamente non ci siamo ancora.


Multimedia e fotocamera

E anche qui, valgono le stesse ottime impressioni già avute con Nex A. La doppia fotocamera posteriore lavora benissimo, forse non siamo al livello dei top di gamma più blasonati ma il livello è sicuramente molto alto. La fotocamera frontale, con la sua tecnologia meravigliosa di “espulsione” sa fa dire wow in tutti i sensi, i selfie vengono molto bene e il suono d’apertura e chiusura dice “benvenuti nel futuro”.

Recensione vivo Nex S
“suono futuristico” ed ecco che si gode | Evosmart.it

Se siete invece degli audiofili, vi consiglio caldamente di dare una chance a questo vivo Nex S, grazie al suo DAC dedicato potrete sfruttare le vostre cuffie di alta qualità per godere di un audio a dir poco stellare, avete presente qualcosa di superiore? Ecco, andate oltre ed avrete la qualità audio di un vivo top di gamma.

Vi lascio di seguito una galleria fotografica, così potrete ammirare voi stessi la qualità fotografica di vivo Nex S.


Ricezione e parte telefonica

Ecco finalmente una sorpresa, una terza differenza fra i 2 dispositivi non citata prima per mettervi curiosità. Vivo Nex S dispone infatti della banda 20, e sicuramente si adatta meglio ad un utilizzo telefonico nel nostro paese. La ricezione non è niente male, personalmente non ho mai trovato nessun tipo di problema nel navigare o telefonare in zone difficili.

La capsula auricolare invece è molto particolare, una tecnologia simile a quella vista sul primo Xiaomi Mi Mix fa vibrare il vetro frontale, questo permette di non avere la classica capsula auricolare. Sebbene la tecnologia del vivo Nex S sia molto migliore di quella del primo Mi Mix, continuo a preferire la capsula auricolare classica.


Autonomia

Le ottimizzazioni di vivo, unite allo Snapdragon 845 di Qualcomm, consentono di avere davvero un ottima autonomia, anche se non al pari di vivo Nex A. La rom di sistema non permette di vedere le ore totali di display acceso, ma con lo stesso identico utilizzo sono arrivato a sera con qualche mAh disponibile in meno. Ottima comunque in tutto e per tutto questa generosa batteria da 4000 mAh, se cercate una lunga durata in uno smartphone non rimarrete delusi.


Considerazioni finali

Cosa possiamo ancora dire di vivo Nex S? Non molto a dire il vero, l’essere praticamente identico a vivo Nex A ha reso questa recensione più breve del solito, ma il motivo è che i due telefoni si assomigliano in tutto, con vivo Nex S che “vince” solo nella velocità di apertura delle applicazioni. Una grossa differenza nell’uso quotidiano la fa per me il sensore biometrico, sebbene la soluzione di Nex S sia molto più innovativa di quella classica di Nex A, il funzionamento migliore del vecchio metodo me lo fa preferire senza ombra di dubbio, c’è ancora del grosso lavoro da fare per i sensori posti sotto al display.

Recensione vivo Nex S
vivo Nex S, futuro presente | EvoSmart.it

Se invece vi interessa una ricezione migliore, la presenza della banda 20 vi porterà sicuramente a scegliere vivo Nex S. Ad oggi comunque la differenza di prezzo è abbastanza marcata, con un vivo Nex A che parte da circa 520€ comprato di importazione, che non sono assolutamente pochi, ed un Nex S che sfonda il muro dei 700€. Personalmente parlando preferisco 100 volte l’idea di avere 200€ in tasca e godere comunque di un telefono meraviglioso anche senza Snapdragon 845.

Onore in ogni caso a vivo, un azienda capace di innovare in un mercato che ormai sa di muffa, con la corsa all’inutilissimo notch, messo praticamente ovunque anche dove non ha senso di esistere, con solo pochissime case capaci di rimanere su schemi standard, come ad esempio Samsung e Sony, ma senza quella bella ventata d’aria fresca come quella che ha portato vivo con il suo Nex, un sogno ad occhi aperti!

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più