Android Recensioni Smartphone & Tablets

Recensione Vivo NEX 3. Ha classe da vendere, ma ho qualcosa da dirvi!

STIMA TEMPO DI LETTURA: 7 min

Vivo NEX 3 è la più recente iterazione del premium flagship della serie NEX di Vivo, il produttore cinese sussidiario di BBK Electronics. Uno smartphone che estremizza il concetto di borderless introducendo alcune novità hardware e idee davvero interessanti.

La bellezza, però, non è tutto. Anzi, spesso purtroppo è uno di quei fattori che nel mondo degli smartphone viene sopravvalutato, ma non è questo il caso. Nonostante ciò, questo smartphone non è perfetto, quindi ho comunque qualcosa da dirvi!

VIVO NEX 3, LA RECENSIONE

[/su_spoiler title="Scheda tecnica" style="fancy" icon="chevron"]
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 855+
  • CPU: octa-core (1×2.96 GHz Kryo 485 & 3×2.42 GHz Kryo 485 & 4×1.8 GHz Kryo 485)
  • GPU: Adreno 640
  • RAM: 8 / 12 GB LPDDR4X
  • Storage interno: 256 GB UFS 3.0 non espandibile
  • Display: 6.89″ Super AMOLED Full HD+ (1080 x 2256 pixel) con supporto a HDR10
  • Fotocamera principale:
    • 64 MP, f/1.8, (wide), 1/1.7″, 0.8µm, PDAF
    • 13 MP, f/2.5, (telephoto), PDAF
    • 13 MP, f/2.2, (ultrawide), PDAF
  • Fotocamera frontale:
    • pop-up motorizzata 16 MP, f/2.1
  • Connettività: WiFi 802.11 a/b/g/n/ac dual band, Bluetooth 5.0 LE con A2DP + aptX HD, GPS con A-GPS + GLONASS + GALILEO + BDS, USB 2.0 con connettore USB Type-C 1.0
  • Sensori: impronte (ud, ottico), accelerometro, giroscopio, bussola, prossimità
  • Batteria: 4500 mAh Vivo Super FlashCharge 44W
  • Dimensioni: 167.4 x 76.1 x 9.4 mm
  • Peso: 218.5 grammi
[/su_spoiler]

MATERIALI, COSTRUZIONE E DESIGN

Vivo NEX 3

Vivo NEX 3 è un vero e proprio lingottino. Eh sì, perché è proprio questa la sensazione che si ha tenendo in mano questo smartphone. Si tratta di un vero e proprio capolavoro di qualità costruttiva: il vetro si fonde perfettamente con il metallo del frame, senza alcun tipo di scalino o imperfezione.

I materiali utilizzati sono al top, con un frame realizzato in alluminio ed un vetro Gorilla Glass 6 a protezione del display. Il retro, invece, utilizza un vetro multistrato, che genera un gioco di luce molto interessante su tutta la parte posteriore del dispositivo.

Tuttavia, la lavorazione del vetro posteriore lo rende un magnete per le impronte digitali, richiedendovi spesso di pulire il retro dello smartphone. Inoltre, Vivo ha deciso di rimuovere ogni tasto fisico dal dispositivo, creando una zona touch sensitive, identificata da una piccola zigrinatura sul lato destro.

Le parti superiori ed inferiori alla zigrinatura sono sensibili alla pressione e fungono da bilanciere del volume. Una implementazione migliore rispetto a Mate 30 Pro, che richiede un doppio tap poco naturale che spesso non viene registrato per poter accedere ai controlli del volume.

DISPLAY

Vivo NEX 3

Il display di Vivo NEX 3 è davvero molto bello. Vivo non ha mai risparmiato sulla qualità dei pannelli montati sui propri smartphone, ma questo mi ha davvero stupito. La configurazione waterfall lo rende un po’ scomodo durante l’uso quotidiano e spesso genera strani effetti di aberrazione cromatica, ma contribuisce sicuramente ad aumentarne l’immersività.

In ogni caso, il pannello scelto da Vivo è un Super AMOLED in risoluzione Full HD+ (1080 x 2256 pixel), con una diagonale di 6.89 pollici. Un display davvero grande, che però non risulta assolutamente poco definito ed è assolutamente un piacere da utilizzare per vedere film o altri tipi di contenuti video.

Vivo NEX 3

Vivo NEX 3 possiede, inoltre, la certificazione HDR10, per la visione di contenuti che adottano tale tipo di standard tramite i vari servizi di streaming online, anche se sarà necessario un po’ di tempo per poter fare sì che i vari fornitori aggiungano questo NEX 3 all’interno dei device supportati.

FOTOCAMERA

Vivo NEX 3

La fotocamera di Vivo NEX 3 è davvero ottima. Il comparto hardware è al top: abbiamo infatti un sensore principale da 64 MP, in grado di catturare foto con una definizione ed una quantità di dettaglio davvero impressionante, accompagnato da un sensore con lente tele da 13 MP ed un altro sensore con lente grandangolare sempre da 13 MP.

I risultati restituiti da questo Vivo NEX 3 sono sicuramente notevoli, ma non perfetti. Lo smartphone si comporta in maniera davvero eccellente durante la cattura di scatti in condizioni di luce favorevoli, ma si va un po’ a perdere quando si va a scattare fotografie in condizioni di luce scarsa, oppure di notte.

È presente la modalità notturna che, però, ad oggi non funziona perfettamente e tende ad introdurre un po’ troppo rumore ed alcuni artefatti all’interno del risultato finale. Nonostante ciò, Vivo NEX 3 è comunque in grado di restituire scatti appaganti, di ottima qualità, ma che possono ancora essere perfezionati.

Anche la registrazione video è di buon livello, con un buon audio ed una buona stabilizzazione, che funziona però soltanto in modalità 30 fps.

RICEZIONE E AUDIO

Vivo NEX 3 possiede un’ottima ricezione, nonostante la nostra unità non sia pensata per i paesi occidentali. Anche l’audio in chiamata è ottimo, così come la qualità del microfono dedicato alle telefonate, che è risultata essere eccellente e ci ha permesso di colloquiare senza problemi con l’interlocutore.

Ovviamente, trattandosi di uno smartphone Vivo, il comparto audio è al top. È presente, come da tradizione, il DAC dedicato all’uscita da 3.5 mm, che suona molto bene ma che, secondo me, suona leggermente peggio di quello montato sull’ex top di gamma Vivo NEX S.

PRESTAZIONI E SOFTWARE

Vivo NEX 3

Le prestazioni di questo Vivo NEX 3 sono eccellenti. Lo Snapdragon 855+ di questa versione 5G si fa sentire. La differenza con Snapdragon 855 (montato sulla versione 4G LTE) è praticamente inesistente nell’uso quotidiano, in quanto Snapdragon 855+ alza leggermente le frequenze di clock di CPU e GPU senza modificare l’architettura del processore.

In ogni caso, Vivo sembra aver ottimizzato la sua Funtouch OS in maniera davvero profonda per quanto riguarda le prestazioni. Tutte le animazioni sono fluide ed il telefono risulta sempre molto veloce, al pari di un OnePlus 7 Pro, salvo il display da 90 Hz.

Vivo NEX 3

Per quanto riguarda la Funtouch OS, invece, è sicuramente una interfaccia non convenzionale. A me, personalmente, non piace, pur essendo molto curata e ben realizzata. Purtroppo tende a snaturare troppo quella che è l’esperienza Android, ed impedisce spesso anche le fondamentali operazioni di customizzazione.

Infatti, per poter installare un launcher alternativo, è necessario possedere un account Vivo, che va aggiunto al proprio dispositivo per disattivare il blocco dell’installazione di launcher di terze parti.

AUTONOMIA

L’autonomia di questo Vivo NEX 3 è ottima. Nonostante le dimensioni del display, le varie ottimizzazioni (spesso troppo aggressive) della Funtouch OS si fanno sentire. Ovviamente, a contribuire a tutto ciò, c’è anche la notevole batteria da 4500 mAh, che lavora in tandem col display 1080p per aumentare l’autonomia di questo device.

Vivo, inoltre, ha dotato questo smartphone di un sistema di ricarica rapida proprietario chiamato Vivo Super FlashCharge, in grado di ricaricare la batteria dello smartphone con una potenza di ben 44 Watt utilizzando l’alimentatore in dotazione.

CONSIDERAZIONI FINALI

Vivo NEX 3

Un device davvero interessante, in assoluto ben funzionante e con una qualità costruttiva davvero impressionante, che però non è sicuramente per tutti. Si tratta infatti di un prodotto di nicchia, che punta agli “estremisti” del design, che desiderano possedere un oggetto dalle linee veramente pure.

Questo smartphone, infatti, è probabilmente uno dei più belli presenti attualmente sul mercato, ed ottiene ciò estremizzando alcuni concetti che, però, potrebbero non piacere a tutti.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più