Recensioni Smartphone & Tablets

Recensione Sony Xperia XZ3: un vero top di gamma!

STIMA TEMPO DI LETTURA: 10 min

Sony Xperia XZ3 rappresenta per Sony il recente cambio di rotta che la compagnia ha intrapreso per quanto riguarda la progettazione e la produzione di dispositivi mobili. Questo nuovo Xperia XZ3 incarna tutto il buono di Sony, ed aggiunge qualcosina in più, un qualcosa che la community richiedeva da anni.

Tutto ciò si traduce in un ottimo prodotto a 360 gradi, che non presenta evidenti difetti, e può regalare a chiunque una piacevolissima esperienza d’uso. Vediamo quindi insieme come si comporta questo ultimo gioiellino di fabbricazione giapponese!

Scheda tecnica Sony Xperia XZ3
  • SoC Qualcomm Snapdragon 845
  • CPU octa core (4×2.7 GHz Kryo 385 Gold + 4×1.7 GHz Kryo 385 Silver)
  • GPU Adreno 630
  • Memoria RAM 4 GB – 6 GB (solo Taiwan)
  • Memoria interna 64 GB – espandibile fino a 512 GB
  • Display 6.0″ P-OLED QHD+ (1440 x 2880 pixel)
  • Fotocamera posteriore 19 MP f/2.0 1/2.3″
  • Fotocamera frontale 13 MP f/1.9 1/3″
  • Batteria 3300 mAh
  • Dimensioni 158 x 73 x 9.9 mm – peso 192 g
  • Connettività WiFi a/b/g/n/ac Dual-Band 2×2 Mu-MIMO, Bluetooth 5.0 LE, A2DP, aptX HD, LTE, GPS
  • Extra USB Type-C 1.0, sensore impronte posteriore, ricarica wireless Qi

UNBOXING

La confezione di vendita è completa: troviamo al suo interno, oltre al telefono, un caricabatterie da parete con porta USB Type-A (supporta USB-PD per la ricarica rapida), un cavo USB Type-A to Type C per la ricarica e la connessione del dispositivo e un adattatore Type-C to Jack 3.5 mm, con possibilità di ricarica dello smartphone durante l’ascolto di musica tramite cuffie, grazie ad uno sdoppiatore Type-C integrato.

DESIGN E MATERIALI

Il design di XZ3 può essere definito come un’evoluzione positiva del design già visto su Xperia XZ2, il predecessore. Le cornici superiori ed inferiori vengono ulteriormente ridotte e viene inserita una curvatura ai bordi del display, molto simile a quella adottata dai pannelli Edge di Samsung.

Il dispositivo è costruito interamente in vetro e alluminio: la costruzione è impeccabile, e Xperia XZ3 è un telefono davvero molto bello. È quasi da considerarsi un reato adoperare questo smartphone con una cover. Scelta che però obbligata a causa della scivolosità generale del dispositivo.

L’ergonomia in assoluto non è male, ma la posizione del sensore di impronte digitali è piuttosto infelice. Essa infatti non cambia rispetto a Xperia XZ2, e richiede all’utente una “learning curve” iniziale, per abituarsi alla posizione del sensore. Fortunatamente però, grazie alla leggera bombatura del retro, XZ3 è un dispositivo molto facile e piacevole da impugnare, fattore che lo rende comodo durante l’uso di tutti i giorni.

DISPLAY

Il display è sicuramente il punto forte, ed il vero cambiamento introdotto da questo smartphone. Si tratta infatti di un display P-OLED prodotto da una collaborazione tra LG e Sony, un pannello che è a dir poco ottimo, quasi superlativo.

I colori sono ben riprodotti, non esagerati come spesso accade sugli OLED: i contrasti ovviamente ci sono e sono elevati, ma grazie all’esperienza acquisita da Sony, si può dire che questo pannello è tarato veramente alla perfezione. Ogni contenuto visualizzato viene esaltato al punto giusto, senza essere snaturato dalla calibrazione del display.

La visibilità sotto il sole è molto buona, e nel nostro test non ci ha mai dato problemi in alcun caso. Anche il sensore di luminosità lavora molto bene. Questo pannello però eccelle nella riproduzione dei contenuti multimediali, soprattutto grazie al supporto della tecnologia HDR BT:2020, in grado di enfatizzare i contenuti cinematografici grazie ad una serie di algoritmi che vengono applicati al flusso video.

PRESTAZIONI E UI

Come di consueto sotto questo punto di vista Sony non delude. Lato prestazioni abbiamo un dispositivo di una velocità ed una fluidità comparabili a quelle di OnePlus 6T. Sebbene la scheda tecnica di base non sia paragonabile a quella di OnePlus 6T, Sony dimostra ancora una volta come tutto sia raggiungibile tramite l’ottimizzazione software.

Il dispositivo rimane sempre fluido, soprattutto grazie alla UI leggera, che non differisce molto dalla versione stock di Android, ma introduce qualche chicca grafica, soprattutto nelle applicazioni proprietarie di Sony. Bella la possibilità di personalizzare il launcher di sistema con icon pack custom e la possibilità di scegliere la griglia icone della schermata home.

Xperia XZ3 nasce con Android Pie a bordo, aggiornato alle patch di sicurezza di novembre. Il dispositivo è un device Full-Treble, dotato di partizioni A/B, con supporto ai Seamless Updates. Un plauso a Sony per averci, ancora una volta, stupito per l’assoluta qualità del software montato a bordo di questo nuovo top di gamma.

Carine le implementazioni AI di Side Sense, che permettono un accesso rapido ad applicazioni e funzionalità del dispositivo più utilizzate dall’utente.

AUDIO E MULTIMEDIA

Un’altro punto forte di questo dispositivo è il setup audio: Sony ha utilizzato una tecnologia analoga a quella inserita sui televisori BRAVIA top di gamma, che permette di utilizzare il display ed il corpo del telefono come un unico, grande speaker, dedicato alla riproduzione delle frequenze medio-basse.

Il resto dello spettro audio esce fuori dalle griglie altoparlanti poste agli estremi superiore ed inferiore del dispositivo. Tutto questo permette a Sony Xperia XZ3 di avere un audio non solo potente, ma anche di ottima qualità. Tutte le frequenze sono identificabili, ed il boost dato dal sistema in-display per quanto riguarda le frequenze basse è davvero notevole.

Anche l’audio in capsula è di ottima qualità, grazie allo speaker superiore che svolge il doppio lavoro di speaker multimediale e capsula auricolare, fattore che ha permesso a Sony di utilizzare per le chiamate vocali un driver ben più grande della media.

Il supporto a HDR e alle varie ottimizzazioni sonore dedicate al cinema fanno di questo Xperia XZ3 un dispositivo ideale per la fruizione di contenuti audio e video, anche in grande quantità. L’esperienza è davvero appagante, ed alza l’asticella della multimedialità a 360 gradi rispetto ai dispositivi Sony che avevamo visto in precedenza.

Manca il Jack da 3.5 mm, scelta un po’ infelice che dimostra però l’interesse della compagnia a portare tutto il settore audio su connessione wireless.

FOTOCAMERA

Sony ha deciso di mantenere la stessa dotazione hardware fotografica di Xperia XZ2, compreso il tastino a doppia corsa per lo scatto manuale di fotografie. Il sensore è il medesimo del predecessore: un singolo sensore da 19 MP f/2.0 dotato di DRAM, con supporto a Slow Motion a 960 FPS.

La qualità fotografica di Xperia XZ3 è davvero ottima: finalmente Sony ha messo mano al software, che è stato svecchiato e finalmente riesce a tirare fuori scatti all’altezza dei competitor. Xperia XZ3 si è comportato molto bene nel nostro test fotografico, ed è riuscito a farci portare a casa scatti di ottima qualità in ogni condizione.

Purtroppo lo smartphone soffre ancora leggermente le scene notturne e poco luminose, soprattutto a causa della lente con apertura f/2.0 che non consente di catturare molta luce. Sono comunque finezze, dato che comunque Sony è riuscita a migliorare di molto anche la qualità fotografica in notturna, portandola quasi a livello degli altri top di gamma.

Lato video, come di consueto, ci troviamo davanti ad un prodotto di riferimento: sarà per il know how che l’azienda possiede, sarà per la particolare attenzione verso la multimedialità che la compagnia ha sempre dimostrato, ma la qualità video di Xperia XZ3 è davvero ottima.

La stabilizzazione Super Steady Shot non è disponibile nelle risoluzioni 1080p60 e 2160p30, ma permette di ottenere un livello di stabilizzazione davvero molto elevato.

Clicca qui per vedere la galleria fotografica di Xperia XZ3

AUTONOMIA

L’autonomia di Xperia XZ3 non è la migliore sul mercato, ma non sfigura davanti agli altri top di gamma Android. Se si tengono conto i milliampere/ora della batteria e le feature software del dispositivo, si può dire che ancora una volta Sony ha fatto centro lato ottimizzazione dei consumi.

Questo Xperia XZ3, con soli 3300 mAh, è in grado di arrivare a sera senza farci fare troppa fatica, con circa 5/5h 30m di display attivo in una giornata con utilizzo medio-intenso. Non si tratta di un’autonomia di riferimento, ma rimane comunque buona per il genere di dispositivo che questo top di gamma rappresenta.

Lo Snapdragon 845 non scalda e non consuma eccessivamente. I consumi in standby sono ridottissimi, soprattutto grazie alle ottimizzazioni di Sony e Google, che gli permettono di mantenere la carica della batteria anche se lo smartphone non viene utilizzato per lunghi periodi, riducendo al minimo il consumo in standby.

CONSIDERAZIONI FINALI

Sicuramente un dispositivo completo, un vero top di gamma. Un dispositivo che può andare bene per chiunque, e che fa sempre molto bene il suo lavoro. La qualità costruttiva è eccelsa ed impeccabile, e l’esperienza multimediale lo rende un dispositivo adatto a chi è abituato ad utilizzare il proprio smartphone per consumare una grande quantità di contenuti audio/video.

La mancanza del Jack delle cuffie non è poi così grave, in un mercato dove ormai quasi nessun top di gamma possiede più questo genere di dotazione. Il display è forse il miglior display mai visto su uno smartphone, insieme probabilmente ai vari pannelli AMOLED degli ultimi top di gamma Samsung, un display in grado di enfatizzare e rendere piacevole qualsiasi contenuto.

Sony Xperia XZ3 è, come ho già detto, un top di gamma a tutti gli effetti, che non si fa mancare nulla e che dà all’utente finale un’esperienza d’uso multimediale di altissimo livello, difficilmente raggiungibile da altri smartphone top di gamma presenti attualmente sul mercato. Ed è proprio questo il “core” del dispositivo: un piccolo “salotto” in movimento che ci permette di fruire in maniera appagante e soddisfacente qualsiasi tipo di contenuto multimediale.

OFFERTA AMAZON

659,00€
799,90
disponibile
1 nuovo da 659,00€
1 usato da 645,82€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 13 Dicembre 2018 9:02

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più