Xperia Xz2 Recensione
Recensioni Smartphone & Tablets

Recensione Sony Xperia XZ2 – Ergonomicamente bello

STIMA TEMPO DI LETTURA: 16 min

Sony è uno dei miei marchi preferiti, e con esso condivido da sempre un rapporto di amore e odio. Amore perché i suoi prodotti, e non parlo solo di telefoni, sanno sempre essere a loro modo unici, odio perché nonostante le qualità immense di questa casa, riesce sempre a farmi incavolare per qualche piccolo dettaglio evitabilissimo. Non è esente da questo rapporto nemmeno il nuovissimo Sony Xperia XZ2, un telefono che cercherò di raccontarvi a modo mio.

Xperia Xz2 Recensione
Finalmente bordi piccini | EvoSmart.it

Il Sony Xperia XZ2 è il degno erede dell’ormai vecchissimo Xperia Z2 del 2014, perchè dico questo? Perché, oggi come all’ora, è un prodotto che prende tutti i difetti storici del marchio e li butta nel secchio della spazzatura, cambiando tutte le carte in tavola sia lato design che lato contenuti. Presentato al Mobile World Congress 2018 è riuscito subito ad incuriosirmi, praticamente tutto quello che “vuole” il mercato in questo telefono non c’è, segno di come Sony sia orgogliosa di se stessa e preferisca vendere pochi smartphone ma non piegarsi alle mode del momento.

Inizieremo questo lungo articolo elencando la solita scheda tecnica, e finiremo parlando di quelle pochissime cose che, secondo me, Sony deve ancora migliorare per poter sfondare veramente un mercato pazzo come quello degli smartphone.

[stextbox id=’info’] [toggles title=” Scheda tecnica Sony Xperia XZ2“]
  • Processore Qualcomm Snapdragon 845
  • CPUOcta-core (4 x 2.8 GHz Kryo 385 Gold + 4 x 1.7 GHz Kryo 385 Silver )
  • GPU Adreno 630
  • Sistema operativo Android 8.1
  • Display 5.7″ LCD IPS Full HD+ ( 1080 x 2160 ) in formato 18:9
  • Memoria RAM 4/6 GB
  • Memoria ROM 64 GB espandibile con micro SD
  • Fotocamera posteriore 19 MP (f/2.0, 25mm, 1/2.3″, 1.22µm) registrazione video 4K a 30 FPS, Full HD 30/60fps  Full HD 960fps
  • Fotocamera frontale 5 Mpx apertura f/2.2 ; registrazione video Full HD 1080P
  • Dimensioni 153 x 72 x 11.1 mm per 198 grammi
  • Batteria 3180 mAh con carica rapida
  • Connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band, Bluetooth 5.0, A2DP, LE, aptX HD
  • Extra USB Type-C 2.0, sensore di impronte digitali posteriore, feedback aptico durante l’ascolto dei brani
[/toggles] [/stextbox]

Design e materiali

Iniziamo subito con i fuochi d’artificio perché Xperia XZ2 è uno smartphone diverso dal solito. Le poche case con un design veramente riconoscibile, ad oggi, sono rimaste 3, Samsung, Sony e HTC, e vanno assolutamente premiate per il loro non piegarsi al maledetto notch. Detto questo Xperia XZ2 non è forse lo smartphone più “ispirato” di Sony, personalmente noto una enorme somiglianza con HTC U11+ dell’anno scorso, almeno nel posteriore, mentre nel frontale si possono vedere tutti i tratti distintivi di Sony.

Fotocamera Xperia XZ2
L’iconico tasto fotocamera Sony | EvoSmart.it

Il design della parte frontale è infatti lo stesso identico della serie X del 2016, solo con meno bordi. Questo non significa che XZ2 sia “il solito Sony” ( anche se questo non vedo perché debba essere un difetto) anche perché è completamente diverso da Xperia XZ1, ad iniziare dalle bellissime curve che ne disegnano il profilo. XZ2 è uno smartphone fuori dal comune anche in questo, è maledettamente pesante e spesso, ma questo non mina assolutamente la sua ergonomia, anzi! Sony è riuscita a creare un telefono che calza perfettamente nella mano, sembra davvero cucito addosso al nostro palmo e non si ha mai la sensazione che possa scivolarci via, cadendo.

Inutile dire che i materiali sono un suo punto di forza, XZ2 è costruito completamente in metallo e vetro, e sembra anche solidissimo nel suo essere pesante. Il suo peso di 198 grammi lo rende uno dei telefoni più pesanti del mercato, ma il peso è comunque ben distribuito lungo tutta la superficie.

Il posteriore ospita la fotocamera da 19 Megapixel MotionEye, capace di registrare video in super slowmotion in Full HD, e tutti i sensori che la accompagnano da 2 anni a questa parte insieme al flash led. Poco sotto troviamo la prima novità hardware di Xperia XZ2 rispetto al passato, Sony ha infatti dovuto spostare il suo iconico sensore di impronte digitali sul retro per via di alcuni brevetti americani, questo cambia praticamente tutto rispetto a prima, il sensore sul lato era davvero comodissimo ed è un peccato che uno stupido brevetto abbia costretto Sony a metterlo dietro, in una posizione anche molto scomoda se si hanno le mani grandi.

Xperia Xz2 recensione
Il retro non è dei più ispirati | EvoSmart.it

Il frame laterale ospita invece i tasti volume, il tasto di accensione e spegnimento, l’ottimo tasto fotocamera unico sul mercato ed il connettore USB Type-C, manca purtroppo il jack da 3.5mm e maledetta Sony ad aver seguito il mercato in questo caso.

Il frontale è, come detto in precedenza, lo stesso visto su Xperia X 2 anni fa, solo con molti meno bordi. Sony ha infatti deciso di ascoltare tutte quelle voci che le chiedevano di ottimizzare gli spazi frontali, accontentandoli e mettendo un ampio display da 5.7″ a risoluzione Full HD+ praticamente nello stesso spazio che, su XZ1, prima ospitava un 5.2″, ottimo lavoro in questo. Non mancano poi 2 casse altoparlanti frontali, dall’ottima qualità.


display

Anche in questo caso Sony non cede alle mode e non mette un display AMOLED, e la qualità di questo pannello LCD le da anche ragione!

Il display di Xperia XZ2 è il solito, meraviglioso, LCD IPS targato Japan Display, una soluzione costituita da un pannello da 5.7″ in formato 18:9 a risoluzione Full HD+ e di cui è difficile parlare. Non ha molto senso dilungarsi troppo in questo paragrafo, il display di Xperia XZ2 fa tutto quello che si chiede ad un display da smartphone, si legge perfettamente sotto la luce diretta del sole, per via della sua ottima luminosità massima, ha un ottimo contrasto ed una copertura colore vicinissima a quella dei migliori display AMOLED.

Xperia Xz2 display
Display IPS LCD allo stato dell’arte | EvoSmart.it

Non mancano tutte le possibilità software offerte da Sony negli ultimi anni, miglioramenti di immagine di ogni tipo e anche calibrazione manuale per plasmare al meglio la propria esperienza visiva senza compromessi. Inutile dirvi come questo display sia una gioia per gli occhi, Sony mi ha sempre abituato bene sotto questo aspetto ed ora, senza più quei bordoni grossi attorno è ancora più appagante rispetto ai modelli precedenti.

Una cosa davvero molto positiva di questo display è il fatto di essere “normale”, ossia senza nessun tipo di tacca, notch, o curvature strane di nessun tipo, il pannello di Xperia XZ2 è solamente, ottimo, senza dover ricorrere a nessuna soluzione di design particolare.


Prestazioni e UI

Cosa può fare uno smartphone Sony con un SOC Qualcomm Snapdragon 845 sotto il cofano se non volare? Xperia XZ2 è dotato di tutto quello che si può desiderare, c’è anche una versione con 6 GB di memoria RAM non disponibile ufficialmente da noi, lato hardware e non stupisce che sia in grado di prestazioni da primato.

Non posso esserne sicuro al 100% ma forse Xperia XZ2 è lo smartphone più veloce che io abbia mai usato, non c’è alcun segno di lag o di incertezze ma questo è uno dei, tanti, segni distintivi di Sony che, a volte, rischia di essere quasi un difetto. Gli smartphone Xperia sono sempre così veloci che passare al modello successivo sembra quasi non aver cambiato nulla, penso ad esempio ad un Xperia XZ Premium capace di tenere testa, e a volte superare, anche smartphone usciti un anno dopo.

Rec
Snapdragon 845 per prestazioni al vertice della categoria | EvoSmart.it

 

Sony ha limitato al massimo le applicazioni proprietarie e ad esempio l’applicazione Telefonica e quella di messaggistica sono quelle stock di Android. Non mancano però funzioni proprietarie come ad esempio tutta la parte relativa alla connettività, vero fiore all’occhiello di Sony, e tutte le sue applicazioni multimediali ormai famose.

Una piacevolissima novità riguarda il launcher di Sony, ora finalmente col supporto alle shortcut introdotte in Android 7.1.1, che permette molte più possibilità che in passato. Si può cambiare la griglia, le transizioni tra le pagine e c’è il supporto alle icone di terze parti presenti sul PlayStore.

Xperia Xz2 UIXperia Xz2 UIXperia Xz2 UI

Per chi ama la personalizzazione Sony permette di cambiare il tema, qui chiamati motivi, ma questa non è una novità. Detto questo, la UI è ormai famosa e riconosciuta in tutto il mondo e non mi dilungherò troppo in questo paragrafo, la ROM Xperia è sempre fluida, scattante e, nonostante la sua leggerezza, non manca davvero nulla sotto il profilo delle funzioni più utilizzate.

Xperia Xz2 UIXperia Xz2 UIXperia Xz2 UI

E’ anche presente, per chi ne sentisse il bisogno, una modalità ad una mano attivabile con un semplice swipe diagonale!

Piccola nota finale, parlando di Sony gli aggiornamenti saranno sicuramente garantiti per tantissimo tempo, se quindi siete fissati con le patch di sicurezza ed i major update, siete sicuramente nel posto giusto.

Come sempre, e per i più curiosi di voi, vi lascio di seguito i risultati dei benchmark più famosi.

Xperia XZ2 BenchmarkXperia XZ2 BenchmarkXperia XZ2 BenchmarkXperia XZ2 Benchmark

Fotocamera e Multimedia

Ecco un argomento “spinoso” in campo Sony, le fotocamere del produttore giapponese sono praticamente sul 95% dei terminali della concorrenza, visto che produce i migliori sensori fotografici sul mercato, ma nonostante tutto le foto degli smartphone Xperia dividono sempre il pubblico in un 50/50 dove metà ne parla bene e l’altra metà ne parla malissimo.

La novità, ormai non più di tanto in realtà, del nuovo sensore da 19 Megapixel MotionEye di Xperia XZ2 è sicuramente lo slowmotion a 960 FPS. Introdotto l’anno scorso con Xperia XZs e Xperia XZ Premium questa funzione è diventata “di massa” solo quest’anno, è infatti presente anche sulla serie S9 di Samsung e su P20 e P20 Pro di Huawei per citare due marchi concorrenti. Sony ha però deciso di alzare ulteriormente l’asticella della sfida portando la risoluzione di registrazione fino al Full HD, dove la concorrenza si limita al solo HD 720p.

Xperia Xz2 recensione
La fotocamera MotionEye alla prova | EvoSmart.it

Il super slowmotion non è sicuramente una funzione vitale, però averla è sempre meglio di non averla ed è molto divertente da usare, personalmente l’ho usata poche volte per poi dimenticarmene ma ho visto in rete tantissimi utenti postare i loro filmati con risultati, a volte, eccezionali.

Passando invece alla qualità di scatto, Sony ha collaborato a stretto contatto direttamente con Qualcomm per sviluppare il nuovo ISP Spectra 280, presente ovviamente all’interno dello Snapdragon 845 e in XZ2, alzando di molto l’asticella della qualità fotografica. Nonostante Xperia XZ2 e XZ1 condividano lo stesso sensore, gli scatti del nuovo Top di gamma sono molto più buoni nel classico “Punta e Scatta” anche se, personalmente, li ritengo ancora un pelino migliorabili. In condizioni di buona luce Sony può fare realmente la voce grossa quest’anno ma al buio la mancanza di una stabilizzazione ottica si fa ancora sentire.

La fotocamera frontale passa dall’ormai storica 13 Megapixel ad una più modesta 5 Mpx, la qualità di giorno è molto buona nonostante il downgrade ma forse si poteva fare di più.

Vi lascio comunque di seguito alcuni scatti effettuati con Xperia XZ2, in modo da giudicare voi stessi la sua qualità fotografica.

Per quanto riguarda l’audio invece posso dire solo una parola, rivoluzione! Sony infatti si è finalmente accorta che il volume dei suoi telefoni era troppo basso, dotando Xperia XZ2 di due casse frontali davvero degne di nota. Sony usa speaker frontali stereo dai tempi di Z2 ma solo ora la potenza è finalmente accettabile, in passato ho davvero odiato Sony per questo, il volume così basso in alcune situazioni era frustrante mentre ora riesco a fare telefonate in vivavoce pure in macchina senza il minimo problema.

Cuffie Xperia Xz2
Purtroppo manca il jack da 3.5mm | EvoSmart.it

Una chicca in campo audio risiede nel nuovo feedback aptico di vibrazione a bordo di Xperia Xz2, e non presente sul XZ2 Compact, che è praticamente impossibile da descrivere a parole. Xperia XZ2 restituisce un feedback ad ogni basso presente nei brani musicali, o nei video, senza bisogno di nessuna ottimizzazione, appena il telefono “sente” che è presente un basso farà vibrare il telefono aiutando non poco l’immersione, è una funzione che tanti definirebbero inutile, in parte a ragione, ma telefono alla mano è davvero carina.


Ricezione e parte telefonica

Niente di particolare da segnalare, il corpo in vetro di Xperia XZ2 è abbastanza ampio da ospitare delle ottime antenne. Non ho mai riscontrato problemi nemmeno nelle zone più difficili ed ho potuto apprezzare molto la nuova potenza audio, sia nella capsula auricolare che dagli altoparlanti.

Sony in passato ha fatto smartphone non sempre al top di ricezione, nonostante l’ottima eredità di Ericsson, ma questo Xperia XZ2 non è sicuramente fra quelli, oltre ad essere un ottimo smartphone è anche un buonissimo telefono.


Autonomia

Anche in questo paragrafo non c’è molto da segnalare, Sony è storicamente una delle case migliori in campo autonomia. Penso ad esempio a Xperia Z2 e Xperia Z3, veri campioni mondiali in questo campo, con batterie capaci di cose per l’epoca impensabili, Xperia XZ2 prosegue su quella strada nonostante una batteria piccolina.

Alcuni produttori concorrenti integrano celle più grandi nello stesso spazio ma Sony, con i suoi “miseri” 3180 mAh riesce a durare anche di più di altri con 4000 mAh, ancora nessuno è riuscito a capire come diavolo faccia Sony ad avere queste autonomie mostruose. La cosa che fa storcere il naso è che, in un telefono così cicciotto, poteva sicuramente starci una cella più grande che avrebbe migliorato ulteriormente la già ottima autonomia.

Xperia Xz2 batteria
In questa bombatura ci stava una batteria più capiente? | EvoSmart.it

Senza usare la modalità Stamina sono riuscito sempre a chiudere la giornata con quasi 6 ore di display, un risultato ottimo che non mi ha mai fatto ricredere delle ottimizzazioni di Sony in campo autonomia.


Considerazioni finali

Arrivati alla fine di questo viaggio alla scoperta di Xperia XZ2 cosa posso dirvi? Compratelo!

Scherzi a parte, Sony Xperia XZ2 è risultato uno smartphone piacevolissimo, un campione di prestazioni ed autonomia, con una rom sempre piacevole e fluida, finalmente migliorato in tutti quegli aspetti che non piacevano al mercato e che non ha nessun difetto eclatante. XZ2 è uno smartphone maturo, concreto e che sicuramente merita di essere provato almeno una volta, non fatevi spaventare dal suo spessore, gli 11.1 mm sembrano tanti sulla carta, ma si raggiungono solo nel punto più spesso e sono serviti per creare quella bombatura sul retro che rende il nuovo Xperia un capolavoro di ergonomia.

Xperia Xz2 recensione
Che bello non vedere un notch | EvoSmart.it

Per gli amanti del marchio Sony, a parte i talebani del vecchio design, è uno smartphone dovrebbe avere un voto di 12 su 10, tutti i difetti e le mancanze storiche di Sony non ci sono più e si inizia a trovare a dei prezzi sui mercatini davvero interessanti.

Per me personalmente, da utente particolare che ne prova tantissimi durante l’anno, il voto finale è di poco sotto al 9, non mi sento di premiare Sony con un voto così alto per via della mancanza del jack da 3.5mm, posso accettarlo da produttori che non producono cuffie splendide come Sony ma da lei no.

Speriamo comunque che questo ottimo smartphone sia il primo passo per una rinascita del marchio giapponese, tutti abbiamo bisogno di una Sony in salute che spinga la concorrenza a fare di meglio e ad innovare, come successo quest’anno con il super slow motion.

Acquista Xperia XZ2 su Amazon!

 

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

2 commenti

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più