Recensioni Smartphone & Tablets

RECENSIONE OPPO Find X: semplicemente BELLISSIMO!

STIMA TEMPO DI LETTURA: 9 min

Il 2018 potrebbe essere dai molti definito l’anno del notch, l’anno dove il nuovo paradigma di design per gli smartphone borderless lanciato da Apple ha preso piede e si è espanso a macchia d’olio in tutto il settore. Fortunatamente alcuni brand hanno deciso di mantenere salda la propria filosofia (ad esempio Samsung e Sony), mentre altri, tra i quali OPPO, sono stati spinti a trovare soluzioni alternative per poter aumentare l’area di schermo usufruibile senza inserire questo odiatissimo notch.

Ed ecco che OPPO ci presenta il suo nuovissimo Find X, che estremizza il concetto di borderless spostando le fotocamere e la sensoristica su di un carrello motorizzato in grado di estrarle in caso di necessità. Ora però, vediamo insieme come si comporta questo gioiellino nell’uso di tutti i giorni!

Scheda tecnica OPPO Find X
  • SoC Qualcomm Snapdragon 845
  • CPU octa-core (4 x Kryo 385 Gold a 2.8 GHz + 4 x Kryo 385 Silver a 1.7 GHz)
  • GPU Adreno 630
  • Display 6.4″ AMOLED Full-HD+ (1080 x 2340 pixel)
  • Memoria RAM 8 GB
  • Memoria interna 128/256 GB
  • Fotocamera posteriore dual 16 MP (f/2.0, 1.26″, autofocus PDAF, OIS) + 20 MP (f/2.0, 1.28″)
  • Fotocamera frontale 25 MP f/2.0
  • Dimensioni 156.7 x 74.2 x 9.4 mm – peso 186 g
  • Batteria 3730 mAh con supporto a ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 4+
  • Connettività WiFi 802.11a/b/g/n/ac 2×2 MU-MIMO Dual Band, Bluetooth 5.0 + LE + A2DP + aptX HD, LTE, A-GPS con supporto a GPS, GLONASS e Baidou
  • Extra USB Type-C 1.0, sblocco facciale 3D stile iPhone X

VIDEO RECENSIONE


UNBOXING

Nella confezione troviamo ovviamente lo smartphone, corredato di caricabatterie Super VOOC 5V/4A (20 watt totali) e cavo USB Type-A to Type-C per la connessione e la ricarica dello smartphone tramite adattatore a parete. È presente anche un adattatore da Type-C a jack 3.5 mm per la connessione di accessori audio analogici, un panno per pulire lo smartphone ed una cover trasparente rigida, che lascia scoperta parte dello smartphone ma protegge il meccanismo di apertura delle fotocamere.


DESIGN E MATERIALI

Su questo punto OPPO ha fatto il centro: i materiali sono semplicemente al top, e tenere in mano questo dispositivo da la sensazione di aver acquistato qualcosa di veramente premium e prezioso. La qualità costruttiva è impeccabile, così come il sistema di apertura motorizzato delle fotocamere, che da l’impressione di possedere una corsa molto morbida e precisa. Il dispositivo restituisce, pur essendo realizzato completamente in vetro e alluminio, una discreta sensazione di solidità, che non è scontata su un top di gamma con queste caratteristiche.

Per quanto riguarda il design, OPPO Find X è bellissimo, forse il telefono più bello di tutto il 2018, rivaleggiato solo dal cugino VIVO NEX S. Lo schermo senza bordi genera quell’effetto “Wow” che non si aveva da tempo prendendo in mano uno smartphone, ed il retro completamente vuoto da una sensazione di estrema pulizia del design, aspetto che può essere visto praticamente in ogni parte di questo dispositivo. Inoltre, grandissima attenzione di OPPO dal punto di vista del peso, che risulta bilanciato nonostante la presenza del sistema del carrello meccanico.


DISPLAY

Il display di questo smartphone è davvero OTTIMO. I colori sono ben riprodotti e l’esperienza visiva è di altissima qualità. Il pannello è prodotto da Samsung, e si tratta di un AMOLED di qualità, con una risoluzione Full-HD+ (1080 x 2340 pixel). OPPO non ha dichiarato il supporto a HDR, ma vi assicuriamo che l’esperienza visiva di questo smartphone è una delle migliori finora provate.

Tutto questo va poi associato all’assenza di cornici e bordi, fattore che rende l’esperienza d’uso ancora più immersiva. Da questo punto di vista lo smartphone non può essere criticato. Ovvio, vi devono piacere i display senza bordi, ma se siete persone che amano gli smartphone borderless questo potrebbe essere l’ideale per voi. Il display possiede inoltre un’ottima visibilità sotto la luce diretta del sole, fattore che lo pone a livello degli ultimi smartphone Samsung da questo punto di vista.


PRESTAZIONI E UI

Eccoci arrivati al punto più “dolente” di questo smartphone. La UI è la ColorOS 5.1, un’interfaccia proprietaria di OPPO montata al di sopra di Android 8 Oreo, che trasforma lo smartphone in un qualcosa di diverso rispetto al classico Android customizzato dal produttore. La ROM di questo smartphone vuole palesemente essere un’alternativa ad iOS, e ricalca molti degli elementi grafici e delle limitazioni, che pur essendo accettabili su un iPhone per la natura del sistema operativo stesso, non sono invece accettabili su uno smartphone Android.

Ad esempio, la ColorOS non permette la visualizzazione delle icone di notifica all’interno della status bar nonostante non sia presente il famosissimo notch, che è la principale causa di questo problema sugli smartphone Android che ne sono provvisti. Il software di questo Find X non è stato pensato per le nostre latitudini (o meglio, longitudini), e questo dettaglio è evidente in ogni parte dello smartphone.

Nonostante l’interfaccia non sia delle migliori e delle più pratiche il dispositivo si comporta davvero bene dal punto di vista delle prestazioni. OPPO Find X è sempre fluido, reattivo e veloce in ogni situazione, dimostrando come il software sia in realtà ben ottimizzato, ma semplicemente non pensato per un pubblico occidentale.

Dal punto di vista della ricezione questo Find X si comporta bene, e si trova al livello di tanti altri smartphne top di gamma di questo 2018. Per quanto riguarda la qualità audio nella capsula auricolare invece, non ci siamo, anche se tutto ciò è causato da un limite fisico dato dalle dimensioni della capsula stessa, che è stata ridotta all’osso per poter ridurre lo spessore della cornice superiore.

Il nostro OPPO Find X è in versione 8 GB / 256 GB, la versione top, ma lato prestazioni tutte le versioni di questo flagship di casa OPPO dovrebbero essere egualmente performanti.


MULTIMEDIA E FOTOCAMERA

Per quanto riguarda l’audio riprodotto dall’altoparlante di sistema ci siamo decisamente: il volume è alto e l’audio esce fuori piuttosto ben definito. L’unico difetto imputabile a questo speaker è la leggera distorsione che si può ottenere a volumi alti, che potrebbe dar leggermente fastidio. Per quanto riguarda la qualità audio in cuffia, il dispositivo suona bene, ma non ha le stesse caratteristiche di VIVO NEX S, che rappresenta l’eccellenza dal punto di vista audio sugli smartphone.

La fotocamera di Find X è buona, ma non eccelsa: in molte condizioni il dispositivo è in grado di scattare foto di ottima qualità, ma spesso capita di trovare colori e dettagli impastati, che minano la qualità generale della fotografia. Find X sembra soffrire di più sugli scatti al buio, come tutti gli smartphone. Speriamo che OPPO sia in grado di rilasciare un update in futuro per poter potenzialmente risolvere i problemi alla fotocamera da noi riscontrati.


AUTONOMIA

L’autonomia di OPPO Find X è sorprendentemente buona: il dispositivo non fatica ad arrivare a sera, e dovrebbe permettere di superare la giornata lavorativa grazie a qualche piccolo accorgimento. Purtroppo non è stato possibile rilasciarvi una lista completa delle ricariche, dato che la ColorOS stessa non possiede il classico menù di analisi della batteria integrato nelle impostazioni dei dispositivi Android.

La ricarica Super VOOC da 20 watt invece vi permetterà di caricare lo smartphone in brevissimo tempo, grazie all’alimentatore fornitoci da OPPO all’interno del box di vendita.


CONSIDERAZIONI FINALI

OPPO Find X è sicuramente un device interessante, che possiede tantissime qualità. È bellissimo, davvero al di fuori di ogni concezione, e funziona davvero molto bene. Anche il sistema di sblocco facciale montato sul carrellino motorizzato è veloce e sblocca sempre, in ogni condizione di luce, ai livelli (se non meglio) del Face ID di Apple.

Lo sblocco di OPPO però non permette di essere utilizzato come sistema di autenticazione con le app di terze parti, a differenza di Face ID, che propone questa feature come una delle principali. Abbiamo inoltre notato un piccolo difetto della parte scorrevole di questo smartphone, che sembrerebbe essere prona a collezionare grandi quantità di polvere, che si va ad accumulare proprio nell’area della fotocamera.

La vera nota dolente di questo smartphone, però, è il prezzo: 999 € al lancio in un mercato super saturo di alternative rivali, ci sembra un tantino eccessivo. È vero che OPPO ci propone un prodotto a dir poco unico, con un servizio di assistenza altrettanto ottimo, che vi permetterà addirittura di sostituire una volta il display rotto dello smartphone senza pagare nulla.

A parer nostro, però, 999 €, per OPPO, sul nostro mercato, rappresentano una mossa piuttosto azzardata da parte della compagnia, che si troverà a combattere con altri competitor magari dal prezzo inferiore. In ogni caso questo OPPO Find X si è rivelato essere un ottimo device anche per l’uso dei tutti i giorni, e mostra come il know-how di OPPO in questo campo sia davvero avanzato.

Per acquistare OPPO Find X è possibile effettuare l’ordine presso MediaWorld grazie a questo link, oppure è possibile acquistarlo direttamente in negozio.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più