Recensioni Smartphone & Tablets

Recensione OnePlus 7 Pro. Sarà il migliore top di gamma?

STIMA TEMPO DI LETTURA: 13 min

OnePlus 7 Pro è lo smartphone che più rappresenta il cambio di rotta dell’azienda cinese sussidiaria di BBK Electronics. Ormai non si tratta più di flagship killer, ma di veri e propri smartphone top di gamma che vanno direttamente a competere con le alternative degli altri brand.

Riuscirà questo nuovo OnePlus 7 Pro a cambiare radicalmente la filosofia di OnePlus anche nell’ottica della realizzazione dei prossimi top di gamma? Scopriamolo insieme!

oneplus 7 pro 01
OnePlus 7 Pro, il nuovo capolavoro dell’azienda cinese | Evosmart.it
Scheda tecnica OnePlus 7 Pro
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 855
  • CPU: octa-core  (1×2.84 GHz Kryo 485 & 3×2.42 GHz Kryo 485 & 4×1.80 GHz Kryo 485)
  • GPU: Adreno 640
  • RAM: 6 / 8 / 12 GB LPDDR4x
  • Storage: 128 / 256 GB
  • Display: 6.67″ Fluid AMOLED QHD+ (1440 x 3120 pixel) – HDR10 + DCI-P3 – refresh a 90 Hz
  • Fotocamera principale:
    • 48 MP f/1.6, 1/2″, 0.8 um, autofocus laser + PDAF, stabilizzazione ottica (OIS)
    • 16 MP f/2.2, 13 mm (ultra-wide)
    • 8 MP f/2.4, 78 mm (tele), 3x zoom lossless (2.2x ottico + 0.8 crop), autofocus laser + PDAF, stabilizzazione ottica (OIS)
    • Video 2160p 30/60 fps, 1080p 30/60/240 fps, 720p 480 fps, EIS giroscopica
  • Fotocamera frontale:
    • 16 MP f/2.0, 25 mm, 1/3.0″, 1.0 um – motorizzata pop-up
    • Video 1080p 30 fps con EIS giroscopica
  • Audio: stereo frontale + bottom firing, no jack da 3.5 mm
  • Connettività: WiFi 802.11 a/b/g/n/ac dual band MIMO, Bluetooth 5.0 LE + A2DP + aptX HD, A-GPS + GLONASS + BDS + GALILEO + SBAS + QZSS, NFC, USB 3.1 Type-C 1.0
  • Sensori: impronte (sotto il display), accelerometro, giroscopio, prossimità, bussola, luminosità
  • Batteria: 4000 mAh fast charging 30 W (OnePlus Warp Charge)
  • Dimensioni: 162.6 x 75.9 x 8.8 mm
  • Peso: 206 g

DESIGN, COSTRUZIONE E MATERIALI

Il nuovo OnePlus 7 Pro, esattamente come i suoi predecessori, eccelle nella qualità costruttiva e nella scelta dei materiali. Abbiamo un vetro Gorilla Glass 6 a protezione del display Fluid AMOLED QHD+ ed un vetro minerale antigraffio nella parte posteriore dello smartphone.

oneplus 7 pro 02
Bellissimo il vetro posteriore | Evosmart.it

OnePlus ha scelto di adottare un vetro minerale per il posteriore data la maggior duttilità, che le ha permesso di realizzare vetri posteriori con diverse lavorazioni in base alla colorazione dello smartphone. Tuttavia, la resistenza ai graffi dovrebbe paragonabile a quella di un vetro Gorilla Glass e, inoltre, la lavorazione satinata dovrebbe contribuire a rendere meno evidenti eventuali graffi e / o danneggiamenti lievi.

oneplus 7 pro 06
Il primo OnePlus dotato di tripla fotocamera | Evosmart.it

Il frame dello smartphone è realizzato in alluminio e risulta essere comunque molto robusto e resistente. Inoltre, la duttilità del metallo ha permesso a OnePlus di realizzare una quasi perfetta fusione tra le parti in vetro ed il frame stesso, praticamente senza soluzione di continuità.

Inutile dire che la scelta dei materiali ha influenzato di molto la qualità costruttiva, che risulta essere appunto impeccabile, e trasmette una sensazione “premium” all’utente di OnePlus 7 Pro.

oneplus 7 pro 03
Manca il jack da 3.5 mm | Evosmart.it

Il design, inoltre, risulta essere molto pulito e ricercato. Il display è stato privato del classico notch a goccia, riducendo al minimo lo spessore del bordo superiore, che ospita solamente la capsula auricolare e l’array di sensori frontali necessari al corretto funzionamento del display.

oneplus 7 pro 04
Ecco il carrellino della fotocamera pop-up | Evosmart.it

La fotocamera frontale, infatti, è stata spostata su di un carrellino motorizzato pop-up che ricorda molto quello visto precedentemente su Vivo NEX S. Un carrellino che, quando la fotocamera è inutilizzata, trova spazio all’interno di una piccola rientranza del bordo superiore dello smartphone e che non inficia in alcun modo la pulizia del design.

oneplus 7 pro 05
I lati dello smartphone sono estremamente puliti | Evosmart.it

Anche la lavorazione del vetro posteriore risulta essere molto interessante e dona all’occhio dei particolari effetti di luce che fanno apparire il telefono in diversa colorazione in base alla luce ed ai riflessi dell’ambiente circostante.

oneplus 7 pro 15
Ed ecco qua la famosissima fotocamera pop-up | Evosmart.it

Manca purtroppo la certificazione IP, ma l’azienda ci assicura che lo smartphone rimane comunque in grado di resistere all’acqua e ad alcune brevi immersioni accidentali.

DISPLAY

OnePlus ha fatto il vero salto di qualità rispetto al passato soprattutto per quanto riguarda il display del nuovo top di gamma OnePlus 7 Pro. Si tratta infatti di un pannello Fluid AMOLED da 6.67 pollici in risoluzione QHD+ (1440 x 3120 pixel), con un refresh rate massimo di 90 Hz.

oneplus 7 pro 14
Il sensore fingerprint UD è davvero velocissimo | Evosmart.it

Si tratta, appunto, di un miglioramento radicale rispetto al passato: il nuovo pannello, infatti, è paragonabile a quello che possiamo trovare sui migliori top di gamma Samsung e va a risolvere tutte quelle problematiche che avevamo riscontrato sui OnePlus di precedente generazione.

oneplus 7 pro 12
Finalmente un display all’altezza dei competitor | Evosmart.it

La luminosità del display è molto alta, ed assicura un’ottima visibilità al di sotto della luce del sole, andando a risolvere una delle maggiori criticità dei dispositivi OnePlus della vecchia generazione. La casa ha inoltre inserito nelle specifiche del display le certificazioni HDR10 e DCI-P3, assicurando quindi un’ottima qualità di visione anche durante la consumazione di contenuti multimediali.

oneplus 7 pro 11
La parte frontale risulta essere estremamente pulita | Evosmart.it

Il refresh rate a 90 Hz, inoltre, dovrebbe assicurare tempi di risposta ridotti durante le sessioni di gioco ed, in generale, contribuisce ad aumentare la chiarezza del display soprattutto durante la lettura di testi parecchio contrastati.

Si tratta anche del primo display della casa cinese ad adottare il layout a bordi curvi, caratteristico della serie Edge e degli ultimi top di gamma del produttore coreano Samsung. Una caratteristica che, se da un lato contribuisce ad aumentare l’immersività del display stesso, spesso causa riflessi involontari che riducono la resa cromatica ai bordi del pannello stesso.

SOFTWARE E PRESTAZIONI

OnePlus 7 Pro arriva sul mercato con una nuova versione della OxygenOS basata su Android Pie. Si tratta di un’evoluzione della OxygenOS montata su OnePlus 6/6T, che va ad introdurre nuove funzionalità soprattutto in campo fotografico.

La nuova OxygenOS, inoltre, va a ritoccare tutta la parte che riguarda le animazioni del sistema operativo, in modo da rendere ancora più veloce l’esperienza d’uso dello smartphone. Ed è proprio questo l’asso nella manica di OnePlus 7 Pro.

oneplus 7 pro 13
Il software è praticamente indistinguibile da Android Stock | Evosmart.it

Si tratta infatti del dispositivo Android più veloce attualmente sul mercato, un record che ormai OnePlus riesce ad accaparrarsi da diversi anni. Nonostante la OxygenOS possa non essere un capolavoro di ottimizzazione lato Qualcomm, sicuramente la sensazione che trasmette è quella di assoluta velocità ed affidabilità.

Inoltre, la “potenza bruta” di questo OnePlus 7 Pro tende ad esaltare ulteriormente questa sensazione di assoluta velocità che viene trasmessa, facendo sembrare lenti anche i migliori top di gamma Android proposti dalla concorrenza.

L’interfaccia utente, inoltre, è quasi indistinguibile da un Android Stock, fattore che potrebbe essere decisivo per moltissime persone, che magari non amano l’installazione da parte dei produttori di tutte quelle Skin software che tendono a modificare l’aspetto ed il feeling del sistema operativo Android.

Nonostante questo, la ROM OxygenOS possiede comunque alcune chicche ed una grande capacità di personalizzazione, che dovrebbe riuscire ad accontentare tutti praticamente in ogni situazione.

FOTOCAMERA

Anche la fotocamera del nuovo OnePlus 7 Pro è sicuramente un passo avanti rispetto alla precedente generazione. Troviamo infatti, per la prima volta su un device OnePlus, un setup a fotocamera tripla, formato da un sensore principale da 48 MP f/1.6, un sensore con lente ultra-wide 16 MP f/2.2 ed un sensore con lente tele 8 MP f/2.4, in grado di catturare scatti con zoom 3x lossless.

oneplus 7 pro 06
Il primo OnePlus dotato di tripla fotocamera | Evosmart.it

Si tratta di un ottimo comparto fotografico, sicuramente il migliore montato su di uno smartphone OnePlus, almeno fino ad ora. Gli scatti restituiti dal sensore principale sono, infatti, molto definiti grazie all’altissima risoluzione e risultano essere, nella maggior parte delle situazioni, poco rumorosi.

Anche la resa cromatica risulta essere fedele ed il software non tende più ad sovra-saturare le immagini durante il post processing pre-salvataggio. Anche gli scatti catturati dalla fotocamera ultra-wide sono di buona qualità, nonostante la minor quantità di luce catturata dal sensore.

oneplus 7 pro 15
Ed ecco qua la famosissima fotocamera pop-up | Evosmart.it

Sfortunatamente, gli scatti in notturna rimangono comunque migliorabili: il livello di rumore è superiore rispetto a quello riscontrato sugli scatti catturati da Google Pixel 3, Huawei P30 Pro e Galaxy S10+, rivelando quindi la necessità di un ulteriore update software che potrebbe andare a risolvere questo genere di problematiche.

La fotocamera tele, inoltre, opera in maniera molto particolare: lo zoom 3x viene infatti raggiunto tramite una combinazione ottico-digitale. La lente cattura, grazie alla lunghezza focale maggiore, gli oggetti con un’apparente “zoom” di circa 2.2x, che viene poi ulteriormente potenziato grazie ad una tecnica di crop lossless, che va ad aggiungere lo 0.8x mancante per raggiungere l’ingrandimento massimo proposto.

MULTIMEDIA, RICEZIONE E AUDIO TELEFONICO

La partemultimediale di OnePlus 7 Pro è, finalmente, a livello degli altri top di gamma Android attualmente disponibili sul mercato. Per la prima volta su un device OnePlus troviamo infatti un setup audio stereo, ottenuto tramite l’uso della capsula auricolare come secondo speaker, in addizione al classico speaker bottom firing montato vicino alla porta USB Type-C.

Si tratta quindi di un miglioramento considerevole rispetto a OnePlus 6T che, nonostante fosse dotato di uno speaker mono molto potente, non riusciva comunque a raggiungere la qualità audio dei competitor a causa dell’assenza del secondo speaker stereo.

Manca, purtroppo, il jack da 3.5 mm per la connessione di cuffie auricolari ed accessori audio analogici, ma viene fornito in confezione un adattatore Type-C to Jack per poter ovviare a questa mancanza.

La ricezione di OnePlus 7 Pro è buona, ed è in linea con gli altri dispositivi Android di nuova generazione. OnePlus proporrà, in futuro, anche una variante 5G dello smartphone che sarà compatibile con il nuovo protocollo di rete attualmente in fase di sviluppo.

Per quanto riguarda l’audio telefonico, invece, c’è sicuramente bisogno di un miglioramento software: nessun problema per quanto riguarda l’ascolto dell’interlocutore, che si sente molto bene attraverso la nuova capsula auricolare. Molto peggio, invece, l’audio percepito dall’altra parte del telefono, che risulta spesso metallico e poco chiaro, come se fosse eccessivamente compresso dallo smartphone, un po’ come accade quando il segnale cellulare è debole.

AUTONOMIA

OnePlus 7 Pro è dotato di una batteria da ben 4000 mAh compatibile con ricarica rapida OnePlus Warp Charge da 30 W. Si tratta di una batteria di dimensioni considerevoli che però, a causa del display QHD+ ad alto refresh rate, non fa sicuramente miracoli.

L’autonomia di OnePlus 7 Pro è, infatti, soltanto buona: non ci sono consumi esagerati in stand by, e si arriva comunque comodamente a sera con 5/6 ore di display acceso. Tuttavia, l’elevato consumo del pannello AMOLED non consente di superare questa soglia nonostante la grandezza della batteria stessa.

CONSIDERAZIONI FINALI

OnePlus 7 Pro è il dispositivo che ha cambiato la filosofia dell’azienda, e va quindi considerato come un “device di transizione”. OnePlus, con il nuovo top di gamma 7 Pro abbandona quindi il mercato dei flagship killer per rivolgersi del tutto alla fascia “premium flagship” del mondo Android, fascia dalla quale, finora, il produttore cinese era assente.

Si tratta di uno smartphone ottimo a 360 gradi, che ha però ancora spazio per un miglioramento, soprattutto lato software. Software che, purtroppo, presenta ancora oggi qualche difetto di gioventù che andrà risolto con i prossimi aggiornamenti dell’ottima OxygenOS, caratteristica principale dei device OnePlus.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più