Versus

Honor V20 (View 20) vs OnePlus 6T – speed test

STIMA TEMPO DI LETTURA: 3 min

Honor V20 e OnePlus 6T sono due dispositivi davvero molto diversi, ma che abbracciano una filosofia piuttosto simile: fornire all’acquirente il maggior rapporto prezzo/prestazioni possibile, senza alzare di troppo il prezzo di partenza dei dispositivi.

Una filosofia che, in entrambi i casi, si è dimostrata vincente, addirittura facendo acquisire a OnePlus la nomea di smartphone più veloce del mercato, e ad Honor quella di miglior brand per rapporto qualità/prezzo dei prodotti creati e commercializzati. In ogni caso, non perdiamoci in altre chiacchiere e vediamo insieme come si comportano questi due device in uno speed test!

Scheda tecnica Honor V20
  • SoC Huawei HiSilicon Kirin 980
  • CPU octa-core (2 x 2.6 GHz Cortex-A76 + 2 x 1.92 GHz Cortex-A76 + 4 x 1.8 GHz Cortex-A55)
  • GPU ARM Mali-G76 MP10
  • Memoria RAM 6/8 GB
  • Memoria interna 128/256 GB
  • Display 6.4″ IPS Full-HD+ 1080 x 2310 pixel
  • Fotocamera posteriore 48 MP f/1.8 + TOF 3D
  • Fotocamera frontale 25 MP f/2.0
  • Dimensioni 75.4 x 156.9 x 8.1 mm – peso 180 g
  • Connettività WiFi a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0 LE, A2DP, A-GPS, GLONASS, BDS, GALILEO
  • Batteria 4000 mAh

Scheda tecnica OnePlus 6T
  • SoC Qualcomm Snapdragon 845
  • CPU octa-core (4 x Kryo 385 Gold a 2.8 GHz + 4 x Kryo 385 Silver a 1.7 GHz)
  • GPU Adreno 630
  • Memoria RAM 6/8 GB
  • Memoria interna 128/256 GB UFS 2.1 non espandibile
  • Display Optic AMOLED 6.4″ Full-HD+ (1080 x 2340 pixel) – luminosità massima 600 nits
  • Vetro Gorilla Glass 6
  • Fotocamera posteriore dual 20 f/1.7 + 16 MP f/1.7 (sensori Sony IMX 519 e IMX 376)
  • Fotocamera anteriore 20 MP f/1.7
  • Connettività WiFi 802.11a/b/g/n/ac 2×2 MU-MIMO Dual Band, Bluetooth 5.0 con supporto a LE, A2DP e aptX HD, GPS – GLONASS – Baidou
  • Extra USB Type-C 1.0, sensore impronte digitali sotto al display (In-Display Fingerprint)

Nel nostro speed test, con grande sorpresa, Honor V20 sembra comportarsi meglio di OnePlus 6T, segno che questo Kirin 980 è davvero un chip che, a forza bruta, è in grado di vincere su tutti gli altri (almeno per il momento). Si tratta infatti dell’unico SoC comparato con Apple A11 e A12, le CPU di iPhone X e iPhone XS, che sono attualmente i due SoC mobile più potenti.

Honor V20 infatti, in tutte le situazioni, si mostra leggermente più rapido di OnePlus 6T. OnePlus 6T che recupera di molto grazie alla pulizia del software, che risulta comunque rapido grazie all’essenzialità della OxygenOS, priva dei vari fronzoli presenti sulla EMUI.

L’apertura delle app risulta quindi leggermente più veloce su Honor V20, con OnePlus 6T che si posiziona immediatamente dietro. Per quanto riguarda la gestione della memoria, invece, ci troviamo davanti a due dispositivi ben ottimizzati, che fanno un uso conscio della RAM a disposizione e permettono quindi di mantenere molte app aperte.

Il test si è concluso con un benchmark sintetico effettuato tramite la suite AnTuTu, che ha restituito un punteggio di 278965 punti su Honor V20 e 297376 su OnePlus 6T. La discrepanza è dovuta alla presenza di una GPU nettamente migliore su Snapdragon 845, che fa recuperare al SoC qualche punto perso nei test precedenti e rende OnePlus 6T il vincitore dei benchmark sintetici.

In ogni caso si tratta di due smartphone davvero performanti che durante l’uso quotidiano non hanno mai mostrato alcun segno di rallentamento e/o blocco, permettendoci di fare tutto con estrema velocità e prontezza.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più