AirPods Pro
Apple Novità

Apple: raddoppiata la produzione delle AirPods Pro

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Nonostante il prezzo elevato le nuove AirPods Pro, stanno avendo un successo sempre più grande tra il pubblico. La richiesta è stata tale da portare l’azienda di Cupertino a rivedere i propri piani richiedendone il raddoppio della produzione, che passa da 1 a 2 milioni di unità al mese.

Leggi anche: AirPods Pro: un altro successo per Apple? Si allungano i tempi di spedizione

AIRPODS PRO: APPLE NE RADDOPIA LA PRODUZIONE SUL TERRITORIO CINESE

Apple AirPods Pro

Nonostante Apple stia da tempo cercando di portare la sua produzione al di fuori del territorio cinese, è proprio negli stabilimenti cinesi di Luxshare che verrà incrementata la produzione delle AirPods Pro. Questo fatto dimostra ancora una volta che al momento solo in Cina le aziende sono in grado di supportare un improvviso aumento di produzione, mantenendo allo stesso tempo gli alti standard qualitativi richiesti da Apple.

Non è solamente la variante Pro ad avere un successo oltre le aspettative dell’azienda. Apple infatti ha richiesto sia a Luxshare che a GoerTek di incrementare la produzione delle classiche AirPods presso i loro stabilimenti in Vietnam.

Ma non è ancora finita, secondo l’analista di GF Securities, Jeff Pu, in futuro gli auricolari wireless venderanno tanto quanto gli iPhone viaggiando sull’ordine delle 200 milioni di unità all’anno. Inoltre ha previsto che nel 2020 l’azienda di Cupertino raggiungerà la cifra di 80 milioni di unità spedite. Per quanto riguarda le vendite attuali invece Bloomberg ha stimato che già quest’anno la quantità di unità vendute sia raddoppiata fino a raggiungere la cifra di 60 milioni di unità vendute. Un risultato in parte aiutato anche dalla popolarità delle AirPods Pro.

Da quando Luxshare è diventata uno dei principali fornitori di Apple ha avuto una crescita esponenziale | Evosmart.it

Inutile dire che questo mercato fa gola anche ai fornitori di Apple. Una lotta nella quale Luxshare è riuscita persino a sopravanzare gli storici fornitori dell’azienda californiana come: Foxconn, Quanta Computer e Inventec. Un crescita che sta preoccupando i fornitori Taiwanesi e Nipponici, in quanto le aziende Cinesi stanno mostrando un approccio molto più aggressivo ed espansivo. Un approccio che ha portato alla recente acquisizione degli stabilimenti produttivi in Vietnam. Ovviamente in merito a queste notizie nessuna delle aziende coinvolte (Apple, Luxshare, e GoerTek) ha rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito.

Via: Gizmochina

Fonte: Asia Nikkei

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più