AndroidNovità

Xiaomi rinnova il proprio impegno per la sicurezza e la protezione della privacy

Il progetto Xiaomi

In occasione del mese dedicato alla sensibilizzazione sul tema, l’azienda ha avviato una serie di iniziative culminate nella condivisione del secondo rapporto annuale sulla trasparenza dati.

L’impegno di Xiaomi

Xiaomi, azienda leader a livello mondiale nel settore dell’elettronica di consumo con smartphone e dispositivi smart interconnessi da una piattaforma Internet of Things (IoT), ha rinnovato il proprio impegno nella protezione dei dati durante il mese di sensibilizzazione sulla sicurezza e sulla privacy appena concluso. In quest’occasione, l’azienda ha organizzato eventi di formazione per i dipendenti e seminari di esperti presso lo Xiaomi Technology Park di Pechino, in Cina, e presso il Technology Operation Center di Xiaomi a Singapore.

Questo è il terzo anno consecutivo in cui il brand tiene corsi speciali per i propri ingegneri e dipendenti e che conduce dibattiti con dirigenti del settore, esperti di sicurezza informatica e con il pubblico. Xiaomi, inoltre, ha pubblicato alcuni white paper aggiornati sui temi della sicurezza e della privacy, condividendo infine anche il rapporto annuale sulla trasparenza, che illustra le proprie attività in termini di sicurezza dei dati.

L’obiettivo di questi eventi, organizzati durante tutto il mese di giugno, è stato rafforzare le pratiche di sicurezza e protezione della privacy e rafforzare così la fiducia degli utenti confronti dei prodotti Xiaomi, attraverso la condivisione di trasparenza e responsabilità.

A questo scopo, Xiaomi ha progettato una struttura di governance completa per proteggere la sicurezza dei dati e la privacy degli utenti, che si concretizza attraverso la collaborazione tra esperti di cybersecurity, ingegneri dedicati al sistema operativo degli smartphone, avvocati ed esperti di conformità legale. La supervisione di questi specialisti è poi affidata a un Comitato per la sicurezza e la privacy, guidato da alti dirigenti dell’azienda.

Il progetto Xiaomi
Il progetto Xiaomi

Cui Baoqiu, Vice President di Xiaomi e Chairman of the Xiaomi Security and Privacy Committee, ha definito la sicurezza dei dati e la protezione della privacy degli utenti una chiave per lo sviluppo sostenibile e a lungo termine del business globale dell’azienda. “Proteggere la sicurezza dei dati e la privacy dei nostri utenti è la nostra priorità assoluta” – ha dichiarato. “I nostri clienti reputano questo tema più che mai importante, per questo Xiaomi si impegna nel fornire smartphone Android e prodotti IoT sicuri e affidabili”.

Eugene Liderman, Director of Android Security Strategy of Google, ha sottolineato il contributo di Xiaomi al sistema Android. “Uno dei maggiori punti di forza di Android è l’ecosistema diversificato di partner, di cui Xiaomi è un ottimo esempio. È interessante osservare il loro continuo investimento nella sicurezza informatica, lungo tutto il loro portafoglio di prodotti”.

l professor Liu Yang, della School of Computer Science and Engineering della  Nanyang Technological University, ha dichiarato: “Considerando che la sfida della sicurezza sta diventando il punto centrale di molte discussioni sulla tecnologia, gli operatori del settore attribuiscono maggiore importanza all’urgenza di gestire le vulnerabilità a livello di hardware, software e nell’enorme spazio open source. Xiaomi si è impegnata in modo continuativo per affrontare il problema, salvaguardando gli utenti, grazie alla sua competenza in ambito tecnologico ed esplorando continuamente nuove strade per una migliore protezione dei dati”.

Il Summit annuale  sulla sicurezza

Con la piattaforma IoT consumer più grande al mondo, Xiaomi è costantemente impegnata a migliorare la sicurezza IoT e la protezione della privacy. Durante il quinto summit annuale sulla sicurezza IoT tenutosi a Pechino il 29 e 30 giugno, dirigenti ed esperti di settore hanno discusso un’ampia gamma di questioni: dalla governance della sicurezza dei dati, al trasferimento transnazionale dei dati, alla sicurezza dei veicoli elettrici connessi a Internet e alle soluzioni per le minacce alla sicurezza della supply chain del software.

Xiaomi Trust Center
Xiaomi Trust Center

All’evento, Xiaomi ha inoltre annunciato che il suo Electric Scooter 4 Pro ha ottenuto la certificazione IoT Security Rating di livello Gold da Underwriter Laboratories Inc, l’istituto internazionale di ricerca sulla sicurezza con sede negli Stati Uniti. Questo riconoscimento ha reso Electric Scooter 4 Pro il primo scooter elettrico al mondo con una valutazione di sicurezza di livello così alto. Il certificato indica anche che la sicurezza alla base dello sviluppo dei prodotti IoT di Xiaomi è in linea con gli standard internazionali.

Il Comitato per la Sicurezza Xiaomi

Xiaomi ha creato il Comitato per la Sicurezza e la Privacy nel 2014, mentre nel 2016, è stata la prima azienda cinese a ricevere la certificazione da TrustArc. Successivamente, nel 2018, Xiaomi ha ottenuto la valutazione di conformità al Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) dell’Unione Europea. Nel 2019, le pratiche di sicurezza e privacy del brand sono state certificate secondo le norme ISO/IEC 27001 e ISO/IEC 27018. Nel 2021, Xiaomi ha pubblicato il suo primo rapporto sulla trasparenza, diventando il primo brand di smartphone Android a condividere un simile documento. Quest’anno l’azienda ha inoltre ottenuto il certificato di registrazione del NIST CSF (National Institute of Standards and Technology, Cybersecurity Framework), rafforzando ulteriormente la propria capacità di protezione dei dati.

Fonte: Xiaomi

Add to favorites 0

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più