Android Novità Xiaomi

Xiaomi Black Shark presentato ufficialmente in Cina

STIMA TEMPO DI LETTURA: 4 min

Xiaomi Black Shark è il primo gaming phone di Xiaomi. Ecco specifiche tecniche e prezzo dello smartphone presentato ieri in Cina.

Da giorni si parlava della sua presentazione. Ovviamente stiamo parlando dello Xiaomi Black Shark, il primo gaming phone di Xiaomi, che si andrà subito a scontrare con il Razer Phone dell’omonima Razer. Bando alle ciance, ecco le specifiche tecniche.

Specifiche tecniche:

  • Display da 5.99″ FHD+ 18:9 (1080 x 2160) con copertura del 97% dello standard colore DCI-P3 e luminosità massima di 550 nit
  • Qualcomm Snapdragon 845 CPU
  • Adreno 630 GPU
  • 6 / 8 GB di RAM LPDDR4
  • Memoria 64 / 128 GB UFS 2.1 non espandibile
  • Dual-camera posteriore 12 MPixel F1.75 con pixel da 1.25 µm + 20 MPixel F1.75 con pixel da 1 µm
  • Flash LED dual-tone posteriore
  • Camera anteriore da 20 MPixel F2.2 e pixel da 1µm
  • Speakers stereo Hi-Fi
  • Dual SIM (in formato nano) LTE senza banda 20
  • WiFi a/b/g/n/ac dual band
  • Bluetooth 5.0
  • GPS / A-GPS / GLONASS / Beidou
  • USB Type C
  • Batteria da 4.000 mAh con Quick Charge 3
  • Android 8.1 Oreo
  • Dimensioni di 161.6 x 75.4 x 9.25 mm
  • Peso di 190 g

Il gaming phone

Prima di tutto bisogna entrare nella logica dello smartphone creato per giocare. Andare a pensare che questo smartphone sarà un campione di autonomia non è corretto, almeno se usato giocando. Ma neanche pensare che sarà il migliore camera-phone lo è. Lui nasce per dare il massimo in ambito video-ludico. Tanta potenza sotto il cofano, una quantità di RAM spropositata, una memoria ultra veloce e poi, ovviamente, qualche chicca.

In primo luogo Xiaomi ha fatto una cosa che ci saremmo aspettati un annetto fa da Razer. Ovvero quella di mettere il logo illuminato. Sul Razer Phone, a differenza del 99% dei prodotti dell’azienda, non è presente. Qui invece, Xiaomi illumina di verde il logo con la S sul retro. Pensate sia una tamarrata? Sì! Lo è assolutamente. Ma ci sta in questo tipo di prodotti.

affreddamento a liquido, o comunque quello che le aziende chiamano come tale in ambito smartphone. Xiaomi non è la prima e non sarà l’ultima a chiamarlo così. Noi però preferiamo chiamarlo con il suo nome, ovvero raffreddamento a camera di vapore. Questo sistema è in grado di abbassare la temperatura fino ad 8° mentre la CPU è sotto sforzo, secondo le stime della casa madre.

Lo Xiaomi Black Shark non si fa’ mancare neanche un pulsante dedicato per attivare una modalità, chiamata modalità Shark, durante la quale, lo smartphone spingerà al massimo i componenti per ottenere le massime prestazioni possibili. Inoltre il pulsante con lettore di impronte digitali posto nella parte anteriore del device, può attivare la modalità non disturbare mentre si sta giocando, oltre a poter attivare altri controlli tramite gestures dedicate, come ad esempio i toggles di sistema.

Altre chicche le troviamo in un processore d’immagine creato da Pixelworks che serve a migliorare la resa del display soprattutto portando maggior dettaglio durante le scene più scure. Anche le antenne sono state studiate per adattarsi al meglio durante l’utilizzo in landscape (orizzontale), dato che lo smartphone sarà usato prevalentemente in questa modalità.

Gamepad

Black Shark - 1Black shark - 2

É disponibile un gamepad compatibile con il Black Shark, e con la maggior parte degli smartphone Android dotati della versione Android KitKat 4.4 o superiore. Questo è in grado di trasformare lo smartphone in un vero e proprio dispositivo da gioco portatile come la PS Vita o il Gameboy Advance. Il gamepad è composto da un levetta analogica e possiede una batteria da 150 mAh in grado di garantire 3 ore e mezzo di gioco o 35 ore di standby.

Prezzi e uscita

Lo Xiaomi Black Shark in Cina costa 2.999 ¥ nella versione 6 / 64 GB, cioè circa 390 € al cambio attuale. Per la versione da 8 / 128 GB invece il prezzo si alza circa a 450 € o 3.499 ¥. In Cina è disponibile da ieri, giorno della presentazione. Il gamepad costa 179 ¥ ovvero 23 €. Purtroppo non abbiamo capito se il gamepad sarà incluso con lo smartphone o meno.

Fonte | Via

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

1 commento

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più