Xiaomi verrà quotata in borsa a Honk Kong
Android Novità Xiaomi

Xiaomi: altro device, altra certificazione. Ancora confusione!

STIMA TEMPO DI LETTURA: 4 min

Xiaomi, colosso cinese del mondo tech, fin dall’anno della sua fondazione (2010) non ha mai avuto nell’indole la caratteristica di passare inosservata. Peculiarità della casa asiatica, che negli ultimi 12 mesi se possibile si è quanto mai accentuata. L’azienda di Lei Jun (fondatore), infatti, dopo una rapida ascesa nel mercato d’origine nell’ultimo periodo ha manifestato la volontà di espandere la propria influenza anche verso altri mercati. Strategia seguita dalla commercializzazione dei propri prodotti anche nel mercato europeo tramite negozi fisici (store ufficiali; Mediaword) e store digitali (Amazon). Le novità per Xiaomi tuttavia non sono finite qui, l’azienda cinese dopo aver ampliato la sua offerta mobile sia di fascia alta ( Xiaomi Mi MIx 2s) sia di fascia medio/bassa ( Redmi 5 Pro; Redmi Note 5), a breve farà la sua comparsa anche nel mercato azionario debuttando alla borsa di Hong Kong.

Potrebbe interessarti anche questo: Xiaomi potrebbe essere pronta ad entrare in borsa il prossimo mese.

Tuttavia non è tutto ora quello che luccica e la strategia d’espansione di Xiaomi porta con se anche le sfaccettature negative di una crescita troppo veloce dettata dalla volontà di ottenere una consistente fetta in un mercato fortemente segnato da grandi competitor e competitività elevatissima. Le pecche di questo rapido sviluppo commerciale purtroppo si rispecchiano e vanno a discapito dell’utenza finale. Utenza che anche apprezzando il rapporto qualità/prezzo spesso si ritrova con informazioni contrastanti su device, commercializzazioni diverse fra vari paesi e con strategie di vendita non univoche in tutti i mercati. Un esempio è il caso della confusione creatasi intorno i device Redmi 5 e Redmi note 5 nel mercato Indiano.

Di un caso “analogo” ne abbiamo parlato anche qui: Xiaomi Mi A1 non sarà più venduto in India.

L’espansione e una nuova certificazione mischiano ancora le carte in tavola in casa Xiaomi

Notizia di pochi giorni fa è la comparsa di una nuova certificazione per un device mobile in casa Xiaomi. Ad arricchire e far aumentare la confusione sarebbe un nuovo dispositivo presentato ad TENAA (organismo di certificazione). M1803E6E questo il codice del nuovo modello. 

Ad alimentare l‘incomprensione sul nuovo dispositivo sarebbero non tanto l’ampio numero di device della casa cinese ma bensì le caratteristiche tecniche del prodotto, che lo renderebbero ad una prima visione un mix fra la “famiglia” dei Redmi e della serie Note 5. Da i dati ricavati dall’organo di certificazione risaltano le caratteristiche display, Ram e batteria. Andiamo ad analizzarle per cercare di fare chiarezza:

 

Display: non ci è d’aiuto in quanto da quanto trapelato l’unica caratteristica certa è che sara un LCD in formato 18:9 con diagonale da 5,99″ pollici. 

Fotocamera: anche qui abbiamo poche notizie. Dai dati ricavati da TENAA la configurazione del reparto fotografico dovrebbe essere molto simile a quella della serie Note. Certa è la presenza di un totale di 3 fotocamere con le due principali che dovrebbe essere formate da una doppia fotocamera da 12+5 Mp. (tipica della serie Note)

Processore e memoria: il processore all’interno del device dovrebbe essere un OCTA-CORE da 2,0 GHZ di potenza. Tre le versioni di memoria: 2/16GB, 3/32GB e 4/64GB.

Dimensioni e peso: 160,7 x 77,3 x 8,1 mm con un peso di 170 g.

Batteria: Anche in questo caso la batteria in dotazione crea dubbi nell’ambito della “natura” del dispositivo in quanto dovrebbe essere presenta una batteria da 3000 mAh, caratteristica questa che porta ad escludere la serie NOTE in quanto di solito la Xiaomi per essi ci ha abituato a batterie più capienti da 4000 mAh.

9 le colorazioni disponibili. 

Reader non ufficiale del probabile nuovo device
Reader non ufficiale del probabile nuovo device

 

Al momento non si hanno altre notizie ma avendo la certezza di una nuova certificazione siamo sicuri che l’annuncio per il nuovo device non tarderà ad arrivare.

FONTE: gsmarena.com

 

 

 

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più