Apple Novità

TSMC termina il processo produttivo a 5nm: arriverà sui futuri chipset di Apple

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

L’importantissima azienda Taiwanese TSMC ha annunciato di aver completato la realizzazione degli impianti necessari per il processo produttivo a 5nm. Si tratta del primo produttore a raggiungere questo traguardo. Samsung e HiSilicon di Huawei come reagiranno?

Leggi anche: Apple: download da App Store per la prima volta in calo dal 2015

Raggiunto il traguardo del processo produttivo a 5nm, inizia la prima fase di pre-produzione

Oltre ad aver finalmente terminato la realizzazione del processo produttivo a 5nm, TSMC inizierà la prima fase di produzione. Non si tratta assolutamente di una fase produttiva su larga scala ma piuttosto viene avviata una prima produzione di test per verificare eventuali rischi e difetti nella realizzazione dei chipset a 5nm.

TSMC termina il processo produttivo a 5nm: arriverà sui futuri chipset di Apple
TSMC termina il processo produttivo a 5nm: arriverà sui futuri chipset di Apple | Evosmart.it

Questo vuol dire che non vedremo chipset reali, basati su questa tecnologia, prima del 2020. Il primo produttore a beneficiare di questo nuovo processo produttivo di TSMC dovrebbe essere Apple, che potrebbe sfruttare questa nuova tecnologia sui propri chipset A14. Infatti secono i rumor il prossimo Apple A13 sarà basato sul processo produttivo a 7nm.

L’azienda di Cupertino a partire dal 2016 ha affidato la produzione dei sui chipset all’azienda Taiwanese. A partire da allora TSMC ha affinato sempre di più la sua tecnologia produttiva, passando dai 16nm di A10 Fusion fino ad arrivare agli attuali 7nm di A12 Bionic.

Questo nuovo processo produttivo, permesso dall’affinamento della litografia EUV, consente di realizzare chipset con una densità maggiore di 1,8 volte rispetto al precedente processo a 7nm. Inoltre sempre sfruttando l’architettura Cortex A-72 è possibile ottenere un aumento della velocità di calcolo pari al 15%.

Leggi anche: Qualcomm si affiderà a TSMC per i propri chipset a 7nm

Ma Apple potrebbe non essere l’unico produttore a beneficiare di questa nuova tecnologia. Infatti anche Qualcomm si è affidata per la produzione dello Snapdragon 855 agli stabilimenti di TSMC preferendoli a quelli del rivale Samsung. Quindi nel 2020/2021 potrebbero arrivare chipset ancora meno energivori e prestanti anche sugli smartphone Android. Riusciranno gli altri produttori a recuperare terreno nei confronti di TSMC?

Via: Gizmochina

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più