Novità

Lo Snapdragon 8 Gen 2 non è il chipset più potente

Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2 Vs. Apple Bionic A16

Questa settimana Qualcomm ha presentato il suo nuovo SoC, lo Snapdragon 8 Gen 2. Dopo aver fatto dei rapidi confronti con il Mediatek Dimensity 9200 e con lo Snapdragon 8 Gen 1, è arrivato il momento dell’Apple A16 Bionic, prendendo in esame dati trovati online e alcuni ricavati da un report stilato da Beboom.

Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2

Snapdragon 8 Gen 2 vs A16 Bionic: CPU

Partiamo dalla CPU. Entrambi i chipset hanno un processo produttivo a 4 nm di TSMC. Tuttavia, mentre Qualcomm utilizza una configurazione Octa-core, Apple ha optato per un design della CPU Hexa-core.

Detto questo, Qualcomm ha leggermente modificato la configurazione del core sullo Snapdragon 8 Gen 2 (1+2+2+3):

  • 1x Arm Cortex X3 @3.2GHz
  • 2x Arm Cortex-A715 @2.8GHz
  • 2x Arm Cortex-A710 @2.8GHz
  • 3x Arm Cortex-A510R1 @2.02GHz

L’Apple A16 Bionic, invece, ha una configurazione 2+4, con 2 core ad alte prestazioni e 4 ad alta efficienza:

  • 2x Core Everest @3.46GHz
  • 4x Core Sawtooth @2.02GHz

È subito evidente come, grazie ad una frequenza di clock più elevata e al doppio core ad alte prestazioni, l’A16 riesca ad essere avanti sia nelle operazioni single che multi-core. Se, invece, facciamo riferimento agli efficiency core, i nuovi Cortex-A510 dello Snapdragon segnano un bel salto in avanti e riescono a stare al passo.

Vivo X90 Pro+ | I risultati su Geekbench
Vivo X90 Pro+ | I risultati su Geekbench

Punteggi su Geekbench

Dopo la CPU, diamo ora un’occhiata ai punteggi su Geekbench di Snapdragon 8 Gen 2 e A16 Bionic. Proprio di recente, Vivo X90 Pro+ è apparso sul database di Geekbench, alimentato proprio dallo Snapdragon, con 1485 punti single-core e 4739 in multi-core.

Se tracciamo i punteggi su un grafico, questo è ciò che otteniamo. Lo Snapdragon è vicino all’A15 Bionic dell’anno scorso ma se confrontiamo il punteggio con A16 Bionic, la differenza diventa ancora più evidente.

Snapdragon 8 Gen 2 vs Apple A16 Bionic: è una chiamata ravvicinata

Nel confronto, infatti, lo Snapdragon 8 Gen 2 è indietro di almeno il 25% nelle prestazioni single-core e del 13% in meno nelle prestazioni multi-core.

Nonostante il divario si stia assottigliando, a Qualcomm servirebbe una piccola rivoluzione e, forse, i nuovi chipset al quale sta lavorando, progettati dal team NUVIA (ex-Apple), potrebbero segnare l’inizio di una vera sfida.

Per approfondire vi rimando al report completo su Beboom.

Fonte: Beboom

Add to favorites 0

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più