Un misterioso Snapdragon 680 fa capolino su GeekBench
Novità

Qualcomm svela il nuovo modem Snapdragon X55

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Qualcomm ha presentato ieri, 19 febbraio 2019, presso la sua sede di San Diego, California la nuova generazione di Modem 5G Snapdragon.

Il capostipite della serie Snapdragon X, il nuovo X55, alza l’asticella delle prestazioni in rete mobile 5G ed aumenta la compatibilità con le varie reti, portando il supporto 5G a livello praticamente mondiale.

Snapdragon X55 supporta infatti gli standard mmWave per le reti ad alte prestazioni e sub-6GHz, per le reti a grande copertura, integrando il tutto in una singola interfaccia. Non manca inoltre la compatibilità con le tecnologie di rete TDD ed FDD, rendendo Snapdragon X55 utilizzabile sia in Cina che nelle regioni occidentali.

ECCO LA NUOVA GENERAZIONE DI MODEM SNAPDRAGON 5G

modem 5g snapdragon
Ecco le caratteristiche del nuovo modem Snapdragon X55

Per quanto riguarda le velocità di rete arriviamo fino a 7 Gbps in download e 3 Gbps in upload su reti mmWave, utilizzando la banda 8000 MHz in modalità 2×2 MIMO. In sub-6 GHz, invece, il modem è in grado di sfruttare le bande fino a 100 MHz in modalità 4×4 MIMO.

Le novità, però, non si limitano all’ottimizzazione della connessione di rete 5G: Snapdragon X55 integra infatti un modulo di compatibilità LTE davvero notevole, in grado di raggiungere 2.5 Gbps in download e 0.3 Gbps in upload. Il modem integra inoltre le connessioni standard 2G e 3G, per garantire la retrocompatibilità con le varie reti cellulari mondiali.

Il vantaggio che la retrocompatibilità di rete introduce su Snapdragon X55 è la possibilità di interfacciare il Modem con chipset sprovvisti di tale tecnologia, rendendo quindi disponibile il supporto 5G anche a dispositivi mossi da SoC realizzati da altri brand (Apple, ad esempio).

Qualcomm ha previsto il rilascio di dispositivi dotati di Snapdragon X55 nell’ultimo quarto del 2019, aprendo ai produttori la possibilità di testare a fondo la piattaforma prima di implementarla su di un prodotto finito.

Speriamo, in ogni caso, che lo sviluppo di dispositivi basati su questo chip possa portare dei benefici al mondo della telefonia mobile che, purtroppo, sta attraversando una fase di “piattume” generale per quanto riguarda le innovazioni tecnologiche.

Via: GSMArena
Fonte: Qualcomm

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più