Android Novità Smart living

Presentato lo Snapdragon 3100: ecco il cuore dei futuri smartwatch Wear Os

STIMA TEMPO DI LETTURA: 4 min

A ben 2 anni di distanza dall’ultimo chipset presentato da Qualcomm e pensato appositamente per i dispositivi indossabili, il chipmaker Californiano ha finalmente presentato al pubblico il suo successore: lo Snapdragon 3100. Riuscirà questo nuovo chipset a dare nuova linfa vitale al mondo degli smartwach?

Leggi anche: [ot-link url=”https://www.evosmart.it/ifa-2018/ifa-2018-qualcomm-annuncia-aptx-adaptive-per-dire-addio-al-jack-audio/13626/”]IFA 2018 | Qualcomm annuncia aptX Adaptive per dire addio al jack audio[/ot-link]

[blockquote style=”1″]a due anni di distanza dal debutto dello snapdragon 2100 finalmente arriva un nuovo chipset dedicato agli smartwatch da parte di qualcomm: ecco a voi lo snapdragon 3100[/blockquote]

Presentato lo Snapdragon 3100: ecco il cuore dei futuri smartwatch Wear OS | Evosmart.it

Il nuovo chipset si contraddistingue dal suo predecessore per una architettura completamente inedita e pensata appositamente per gli smartwatch. Infatti il vecchio Snapdragon 2100 altro non era che la versione ridimensionata di un SoC pensato originariamente per gli smartphone.

Lo Snapdragon 3100 ha ben 4 core A7 dedicati ai task più impegnativi, mentre invece il precedente chipset ne aveva solamente uno. In più è presente un nuovo DSP ed un processore dedicato alle modalità a basso consumo. Questa nuova architettura non solo permetterà prestazioni migliori, ma anche consumi notevolmente ridotti.

Presentato lo Snapdragon 3100: ecco il cuore dei futuri smartwatch Wear Os
Lo Snapdragon 3100 promette notevoli miglioramenti lato autonomia | Evosmart.it

Stando alle parole di Qualcomm a seconda delle modalità di utilizzo, rispetto allo Snapdragon 2100, è possibile ottenere dalle 4 alle 12 ore di autonomia in più. Ovviamente queste si trattano solo di stime teoriche e risultati cambieranno moltissimo a seconda del dispositivo su cui verrà montato questo nuovo SoC.

Per quanto riguarda le modalità a basso consumo (che sfruttano il nuovo processore ad alta efficienza energetica), Qualcomm ne ha presentate ben 3, ma il produttore ha già promesso che in futuro ne arriveranno altre.

Presentato lo Snapdragon 3100: ecco il cuore dei futuri smartwatch Wear Os
Qualcomm per il suo nuovo chipset ha presentato 3 modalità a basso consumo | Evosmart.it

[blockquote style=”1″]Enhanced Ambient Mode[/blockquote]

In questa modalità lo smartwatch si presenta come un orologio tradizionale, ma con in più il supporto ai widget (qui chiamati live complications). Inoltre il display sarà in grado di visualizzare fino a 16 colori ed avrà il supporto alla luminosità adattiva, in modo da mantenere sempre leggibile lo schermo anche in questa modalità. Probabilmente questa sarà la modalità preferita da parte dei brand di lusso.

[blockquote style=”1″]Dedicated Sports Experience[/blockquote]

Questa modalità invece non sarà disponibile fin da subito, e sarà dedicata ai produttori di smartwatch sportivi, i quali fino ad ora si sono affidati a sistemi proprietari. In questa modalità tutti i sensori dedicati allo sport resteranno attivi ma con un consumo notevolmente ridotto. Secondo Qualcomm con questa modalità sarà possibile ottenere ben 15 ore di autonomia con GPS attivo, un risultato ad oggi impensabile con gli attuali smartwatch Wear OS.

[blockquote style=”1″]Traditional Watch Mode[/blockquote]

Questa è la modalità più estrema di tutte dal punto di vista del risparmio energetico. Questa modalità di fatto ricorda moltissimo la “Essential Mode” del recente TicWatch Pro, ma invece di fare affidamendo ad uno schermo secondario a cristalli liquidi qui viene sfruttata la presenza del nuovo processore a basso consumo energetico. Inoltre a differenza della Essential Mode in questa modalità sarà possibile scegliere la propria Watch Face preferita. Secondo Qualcomm in questa modalità sara possibile raggiungere addirittura una autonomia di 30 giorni a piena carica.

[blockquote style=”1″]dove debutterà?[/blockquote]

Questo nuovo chipset sembra davvero presentarsi come l’uovo di Colombo per gli smartwatch Wear OS, fino ad ora zavorrati da un’autonomia che in media garantiva una giornata (ed a volte nemmeno quella). Ma su che dispositivo debutterà questo nuovo chipset?

Per chi si aspettava che i tradizionali produttori Android sarebbero stati i primi a sfruttare questa soluzione purtroppo abbiamo una brutta notizia. Infatti i primi produttori a sfruttare lo Snapdragon 3100 saranno brand legati a marchi di lusso e i primi smartwatch previsti entro la fine dell’anno arriveranno da parte di Fossil, Louis Vuitton e Montblanc.

Probabilmente questione di tempo ed anche gli altri produttori avranno modo di mettere mano su questa promettente piattaforma hardware, che sia finalmente giunto il momento della svolta per gli smartwatch Wear OS?

Via: [ot-link url=”https://www.gizmochina.com/2018/09/10/qualcomm-unveils-snapdragon-wear-3100-big-improvement-in-battery-life-coming-to-luxury-brands-first/”]gizmochina.com[/ot-link]

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

1 commento

Montblanc Summit 2 è il primo smartwatch con chipset Snapdragon Wear 3100 - Evosmart.it 8 Novembre 2018 at 15:51

[…] Leggi anche: Presentato lo Snapdragon 3100: ecco il cuore dei futuri smartwatch Wear Os […]

Rispondi

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più