Android Curiosità Novità

HTC Exodus, lo smartphone blockchain, confermato per l’autunno!

STIMA TEMPO DI LETTURA: 3 min

HTC ha oggi confermato il rilascio autunnale di HTC Exodus, uno smartphone che dovrebbe portare il paradigma blockchain nelle nostre tasche, proponendo un dispositivo più sicuro per tutti. Il dispositivo sarebbe il primo smartphone a sfruttare il sistema blockchain, e benché HTC sia rimasta molto sul vago per quanto riguarda i dettagli e le specifiche, ha creato un sito internet apposito per poter ricevere aggiornamento riguardo allo sviluppo di questo progetto. Lo smartphone dovrebbe essere rilasciato in autunno, ma HTC sembra essere intenzionata a portare alcune delle sue feature su modelli già esistenti.

Essendo uno smartphone blockchain-based, dovrebbe essere in grado di salvare tutti i contenuti in maniera sicura su di esso, senza necessariamente avere bisogno di un servizio cloud di appoggio, inoltre si proporrebbe anche come portafoglio “fisico” per le vostre eventuali criptovalute, che potranno essere gestite direttamente dallo smartphone. Quello che probabilmente vi sarete chiesti è: ma che cosa è questa blockchain?

HTC EXODUS CONFERMATO PER L’AUTUNNO: BLOCKCHAIN IN ARRIVO SUGLI SMARTPHONE!

Blockchain, in italiano catena a blocchi, è un tipo di database distribuito, dove ogni singolo utente della rete partecipa alla creazione di blocchi di dati, che sono pubblici e condivisi e che possono essere consultati da chiunque, ma non possono essere modificati da un singolo utente. I blocchi di dati sono collegati tra di loro e sono interdipendenti, in modo tale da fornire uno strato aggiuntivo di sicurezza, che richiede l’approvazione di tutta la rete per poter modificare un singolo blocco di dati. Inoltre, la modifica di un singolo blocco imporrebbe l’alterazione dei dati in tutti i blocchi successivi, garantendo quindi una maggior sicurezza. Ogni volta che un’operazione di un qualche tipo deve essere effettuata, il blocco corrispondente deve essere validato: tutti gli utenti partecipano alla validazione del blocco, affinché nessuno possa essere in grado di alterare lo stato del blocco stesso senza che qualche altro partecipante se ne renda conto. Inoltre, tutti i blocchi dati della blockchain sono crittografati, e quindi inaccessibili ad un membro esterno alla rete.

Il sistema blockchain viene sfruttato attualmente dalla rete di transazione di criptovalute e da alcuni sistemi bancari online, permettendo una maggior sicurezza nelle transazioni finanziarie, che dovranno essere validate da ogni singolo nodo della rete senza necessariamente dover fare affidamento ad una autorità di terze parti che si occupa di validare le chiavi crittografiche della richiesta di transazione. Rimuovendo uno strato intermedio, rappresentato appunto dall’ente di terze parti che fa da garante per la sicurezza, si riducono i rischi di cracking, riducendo di fatto il rischio di transazioni finanziarie non autorizzate.

Personalmente apprezzo molto questa idea “innovativa” di HTC, e apprezzo anche la sua attenzione alla sicurezza dell’utente finale. Fateci sapere qua sotto nei commenti che cosa ne pensate di questo progetto e se avevate già sentito parlare della blockchain!

Link al sito Exodus: HTC Exodus
Fonte: GSMArena

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

1 commento

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più