Da Leonardo allo Spazio. Grazie a Lenovo e all'Areonautica Militare
Novità

Da Leonardo allo Spazio. Grazie a Lenovo e all’Areonautica Militare

STIMA TEMPO DI LETTURA: 5 min

Nella giornata di ieri, Mercoledì 8 Maggio, siamo stati ospiti di Lenovo presso il Comando Prima Regione Aerea dell’Aeronautica Militare di Piazza Novelli a Milano. Abbiamo assistito alla conferenza sul tema di Leonardo da Vinci e sullo spazio con un occhio analitico sulla figura stessa di Leonardo e sulle sue invenzioni e scoperte, che ci aiutano ancora oggi nell’utilizzo di strumenti di tutti i giorni.

La conferenza è stata divisa in due parti. La prima parte ha avuto come relatori il Colonnello Marco Nardini del Comando Forze da Combattimento, Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione digitale e Servizi civici del Comune di Milano, Emanuele Baldi, Amministratore Delegato di Lenovo Italia, ed infine Luca Caricato, Storico dell’arte.

Nella prima parte della conferenza si è parlato proprio di Leonardo da Vinci. Forse infatti tutti conoscono Leonardo per le sue doti artistiche (la Gioconda e il Cenacolo), le sue doti ingegneristiche (i Navigli milanesi e il porto di Cesenatico) e i suoi disegni da inventore (come il prototipo di elicottero, carro armato o paracadute). Ma forse non tutti sanno cosa è stato in grado di scoprire o inventare il nostro Leonardo da Vinci. Cose e strumenti che sono alla base di oggi di nostro utilizzo anche dopo 500 anni esatti dalla sua morte.

Da Leonardo allo Spazio. Grazie a Lenovo e all'Areonautica Militare
Da Leonardo allo Spazio. Grazie a Lenovo e all’Areonautica Militare | Evosmart.it

Chi meglio di Leonardo potrebbe essere accumunato al volo, gli odierni aeroplani, gli elicotteri o perchè no… lo spazio?

“Una volta che abbiate conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desidererete tornare”

L’unico limite di Leonardo era la tecnologia del suo tempo. Considerarlo uno scienziato potrebbe essere errato dato che Leonardo potrebbe essere il primo vero scienziato che ha pensato e realizzato il realizzabile, ma che ha immaginato e disegnato quello che all’epoca non era ancora realizzabile. E forse la sua più grande e irrealizzabile (per lui) invenzione fu proprio quell’elicottero che tutti vediamo raffigurato nei suoi disegni. La “vite aerea“.

Leggi anche: Xiaomi Mi Band 4 avrà il display a colori e molto altro! Ecco tutte le novità

Potrei stare ore e ore a parlarvi di Leonardo da Vinci e delle sue geniali invenzioni. A partire da un leone di legno che potrebbe essere il primo esempio di robotica e da cui è stato ricavato il brevetto dell’orologio a pendolo, e finendo con una calcolatrice che fa solo addizioni e moltiplicazioni (una specie di computer per il XV secolo). Ma credo di non essere la persona con le conoscenze adatte per farlo. Se però volete partecipare anche voi a questa fantastica esperienza potete andare a visitare la mostra aperta il 3 Maggio, che si concluderà il 30 Maggio. Un occasione da non perdere se siete di Milano e limitrofi.

Da Leonardo allo Spazio. Grazie a Lenovo e all'Areonautica Militare
Da Leonardo allo Spazio. Grazie a Lenovo e all’Areonautica Militare | Evosmart.it

Nella seconda parte della conferenza erano presenti dei componenti dell’Aeronautica Militare. In particolare è stato interessante ascoltare le storie del Tenente Stefania De Angelis e della pilota di tornado Giulia. Due modi diversi di percepire il cielo. Uno dal punto di vista della meteorologia, e l’altro da quello di una pilota che in cielo è abituata a starci guidando caccia militari. Due storie fantastiche, di due donne che hanno dovuto combattere contro tutto e tutti pur di riuscire ad arrivare dove volevano, anche a costo di dover necessariamente arrivare prime perchè se no sarebbero state scartate a parità di punti con un uomo.

Da Leonardo allo Spazio. Grazie a Lenovo e all'Areonautica Militare
Da Leonardo allo Spazio. Grazie a Lenovo e all’Areonautica Militare | Evosmart.it

Ma ovviamente la mostra non si è conclusa con la conferenza. Grazie a Lenovo sono stati allestiti degli ambienti per sfruttare la tecnologia per catapultarci sia all’ingresso della ISS (International Space Station) che nella genialità di Leonardo, vedendo nascere alcune delle sue più geniali invenzioni.

Visita la ISS con la Realtà Virtuale

Grazie ai visori a realtà virtuale di Lenovo è stato possibile tutto ciò. Ma la cosa più bella è che non bisogna andare necessariamente a Milano per provare questa esperienza. Vi basta avere 500 MB di spazio libero sul vostro smartphone e un visore a realtà virtuale come il Google Cardboard. Dopodiché vi basterà scaricare questa app per essere catapultati all’interno della ISS assistendo anche ad interessanti video di come si svolgono alcune attività all’interno della Stazione Spaziale Internazionale. Il tutto a cura di una nostra connazionale, Samanta Cristoforetti.

Scarica International Space Station Tour VR da Google Play Store

Se non hai un CardBoard puoi cercarne qua uno

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più