Novità

Conclusa l’asta per le frequenze 5G: Vodafone, TIM e Iliad ai primi posti

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Vi avevamo già parlato dell’inizio delle aste relative all’acquisizione delle frequenze per l’implementazione delle reti 5G sul territorio nazionale, indetta dal Ministero dello Sviluppo Economico. Nell’asta preliminare Iliad si era posizionata al primo posto, con l’acquisizione di un pacchetto frequenze per un totale di 676 milioni di euro, conferendo di fatto ad Iliad un’ottima posizione nella scalata per il 5G.

Le successive aste hanno visto poi offerte che hanno superato i 6.5 miliardi di euro, con i colossi Vodafone e TIM in grado di aggiudicarsi ottimi pacchetti di frequenze. Attualmente, gli operatori che sono ufficialmente parte della quinta generazione delle trasmissioni in rete cellulare sono: Vodafone, TIM, Iliad, Wind Tre e Fastweb, che si sono aggiudicati rispettivamente diversi pacchetti di frequenze in seguito ad un’asta della durata di 14 giorni, con 171 tornate totali.

ASTA 5G CONCLUSA: ECCO I DETTAGLI

Il valore delle offerte iniziali, inoltre, ha superato il margine previsto, generando circa il 164% di entrate, con un superamento della base d’asta equivalente al 130.5%. Vodafone si è accaparrata due lotti generici nella banda 700 MHz FDD (span di 10 MHz), un lotto generico nella banda 3700 MHz (span di 80 MHz) e un lotto nella banda ad alta frequenza di 26 GHz.

Iliad si è posizionata davvero bene nella classifica, con un lotto riservato di span 10 MHz nella banda in frequenza 700 MHz FDD, la privilegiata per la copertura di grandi distanze e la penetrazione negli edifici. La banda 3700 MHz è stata invece oggetto di una agguerrita competizione, che ha visto TIM aggiudicarsi un lotto specifico di 80 MHz e Wind Tre un lotto generico da 20 MHz.

risultati asta 5g

La banda 26 GHz invece non ha subito “attacchi” da parte degli operatori, ed è stata distribuita equamente, forse vista anche l’alta frequenza, che la rende una banda “di nicchia”, per coloro che abitano vicino alle torri di trasmissione e desiderano avere una maggior velocità a discapito del consumo di energia del dispositivo mobile.

Attendiamo ulteriori sviluppi, sperando che la tecnologia 5G diventi presto realtà e sia disponibile per l’utente finale.

Fonte: MondoMobileWeb

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più