Novità

Alla scoperta di Skrill: cos’è e come funziona

STIMA TEMPO DI LETTURA: 5 min

Le società che offrono servizi di trasferimento di denaro si sono moltiplicate negli ultimi anni, anche grazie alla concomitanza di tanti e-shop, giochi online e collaborazioni lavorative da remoto. Nell’immaginario collettivo sono un po’ tutte “figlie” di PayPal e in realtà il funzionamento non si discosta poi molto da quello della società americana. In quest’articolo andiamo però a scoprire Skrill, servizio di micro pagamento fondato a Londra nel 2001 che spopola fra i broker finanziari.

Storia e funzionamento

Skrill è un sistema per ricevere e inviare denaro da e sul proprio conto corrente, che come nel caso di PayPal.com viene identificato con la propria e-mail, o personale o aziendale, anziché il canonico codice IBAN. Skrill appartiene al gruppo Paysafe Group e inizialmente il servizio si chiamava moneybookers.com, attività che è stata poi rinominata nel 2011 Skrill, rivoluzione aziendale completata del tutto nel 2013. Nel 2006 moneybookers contava già 1,9 milioni di utilizzatori, che nel 2008 erano saliti a 4,2 milioni. Il servizio permette di inviare con facilità denaro ai propri familiari, amici e collaboratori, oltre a offrire la possibilità di scegliere la valuta con cui queste transazioni vengono effettuate, disponendo di un applicazione interna che farà il calcolo del cambio per noi.

skrill

Per poter beneficiare delle prestazioni della società londinese occorre innanzitutto iscriversi tramite l’email che si utilizza, successivamente bisognerà effettuare un versamento, operazione che si può fare solo via email. Se si volesse inviare denaro a qualcuno, così come accade con PayPal, questa persona dovrebbe necessariamente possedere un conto Skrill. Qualora non fosse iscritta al servizio, Skrill provvederà in automatico a inviare un invito all’email indicata durante la procedura di pagamento in modo che il destinatario possa facilmente aprire un conto presso il servizio.

Fino a qualche anno fa pagare online e possedere account di micropagamento era una cosa riservata ai più esperti, mentre ora è diventata una pratica sempre più diffusa anche per l’elevata sicurezza che questi sistemi ci garantiscono. Proprio la sicurezza è uno dei maggiori vantaggi competitivi di questi servizi, ma non solo: Skrill è tra i principali metodi di pagamento accettati dai negozi e dalle piattaforme che vendono prodotti o servizi online, basti pensare che grazie a questo servizio si può ricaricare il credito Skype, si possono fare acquisti su eBay, così come si possono completare depositi e prelievi sui conti di diversi casinò online. Sono questi fattori che hanno spinto molti ad aprire un account Skrill per effettuare transazioni online in sicurezza su una sempre più vasta gamma di servizi. Un grande passo avanti fatto dalla società in termini di visibilità è inoltre l’accordo stretto con la squadra di calcio AC Milan, di cui ora il servizio è sponsor ufficiale e metodo di pagamento a livello mondiale.

Come si effettua un deposito su Skrill e quanto costa?

Cominciamo parlando dei costi, argomento che sicuramente interessa un po’ a tutti. Il servizio è completamente gratuito per chi vende, mentre prevede una commissione dell’1% dell’intero importo che desideriamo depositare. Discorso diverso se si desidera prelevare del denaro, operazione che ha dei costi diversi a seconda dei dettagli della transazione. Prelevare per versare in un conto corrente costerà 5,50 euro a operazione, mentre prelevare per versare su carta Visa costerà il 7,5% dell’intero importo. Inviare denaro da e verso conti Skrill parte da un minimo di 50 centesimi per un massimo di 1,45% dell’intero importo che si vuole trasferire. Depositare su Skrill è relativamente rapido e semplice poiché la piattaforma funziona in maniera molto simile a una banca, ma online.

skrill

Il servizio non consente di depositare soldi in contanti e deve quindi essere legato a una carta di credito o al proprio conto corrente. Questo meccanismo verrà dunque attivato ogni qual volta si vuole depositare una somma sul conto Skrill. Per poter depositare sul conto bisognerà effettuare l’accesso al sito e quindi cliccare sulla voce “deposito”, si aprirà una finestra con tre opzioni principali alle quali con il tempo è possibile aggiungerne altre per personalizzare l’account. Le due opzioni principali e di cui tutti possono disporre sono il trasferimento tramite conto corrente bancario e tramite carta di credito o debito: una volta selezionato l’importa da trasferire basterà cliccare su “deposita ora” per concludere l’operazione.

Un aspetto molto importante del servizio di micropagamento britannico e che sta contribuendo a un apprezzamento sempre maggiore della piattaforma da parte dei broker è il fatto che tanti servizi online del settore accettino Skrill, alcuni anche con depositi minimi irrisori da 10 o 50 euro. Difatti Skrill si differenzia da PayPal volendo fornire servizi più specifici e VIP rispetto a quelli legati a transazioni quotidiane, specialità invece del servizio creato da Elon Musk.

Disponibile sia in versione app che versione desktop, Skrill diventa sempre più apprezzata anche in seguito all’ingresso nel Paysafe Group che gestisce anche l’ex rivale in affari Neteller.

Fonte: skrill

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più