Android Firmware e OS

Huawei interrompe la possibiltà di sbloccare il bootloader

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Huawei nella giornata di oggi, ha deciso di interrompere la possibilità, per tutti dispositivi rilasciati dopo il 24 Maggio 2018 (praticamente oggi), di sbloccare il bootloader, smettendo di fornire agli utenti i codici per sbloccarlo. Questa misura colpirà anche tutti device rilasciati prima di tale data, infatti per loro questo servizio verrà interrotto tra 60 giorni.

Già qualche settimana fa si era notata qualche avvisaglia, infatti la pagina dedicata alla richiesta dei codici di sblocco era stata rimossa senza nessuna apparente motivazione, nel mentre il produttore però ha comunque continuato a ricevere le richieste tramite Google Doc. Ma nella giornata di oggi è apparso questo avviso, che è stato notato da un utente di XDA nel [ot-link url=”https://forum.xda-developers.com/honor-view-10/how-to/official-request-bootloader-unlock-codes-t3785100/post76608305#post76608305″]topic dedicato ad Honor View 10[/ot-link].

Leggi anche: [ot-link url=”https://www.evosmart.it/android/huawei-p20-pro-un-mese-dopo/5822/”]Huawei P20 Pro un mese dopo![/ot-link]

[blockquote style=”1″]huawei ha deciso di interrompere il servizio che permetteva agli utenti di richiedere un codice di sblocco per il bootloader del proprio dispositivo[/blockquote]

Huawei interrompe la possibiltà di sbloccare il bootloader
Huawei interrompe la possibiltà di sbloccare il bootloader | Evosmart.it

Cosa comporterà questa misura imposta da Huawei? Praticamente, non comunicando più agli utenti il codice di sblocco per il bootloader del proprio dispositivo, l’azienda Cinese impedisce la possibilità, che si ha con un bootloader sbloccato, di installare una custom recovery. Tramite le custom recovery è possibile fare tante azioni, che normalmente con la recovery del produttore non sono possibili. Tra le più richieste ci sono la possibilità di ottenere i permessi di root e di installare ROM alternative a quelle ufficiali.

Nonostante non fosse facile sviluppare delle custom ROM per i dispositivi Huawei/Honor, recentemente grazie anche al supporto di Treble sui più recenti smartphone, del produttore asiatico, si era aperto uno spiraglio per lo sviluppo di custom ROM più stabili e meno buggate.

L’annuncio motiva tale scelta per “garantire una migliore esperienza utente ed evitare problemi causati dall’installazione di ROM alternative“. Secondo voi questa motivazione è valida, o mina la libertà personale di un utente? Personalmente trovo che nel panorama Android sia davvero negativo porre limiti e barriere ad utenti e sviluppatori, viste le possibilità di personalizzazione concesse da un sistema operativo così flessibile.

Via: [ot-link url=”https://www.xda-developers.com/huawei-stop-providing-bootloader-unlock-codes/”]xda-developers.com[/ot-link]

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più