Xperia Compact non c'è più: addio ai top gamma compatti?
Android Focus

Xperia Compact non c’è più: addio ai top gamma compatti?

STIMA TEMPO DI LETTURA: 6 min

Quando ancora il mercato non aveva visto l’esplosione di questi schermi “allungati” e sempre più enormi, Sony già proponeva il suo primo Xperia Compact. Il debutto della serie Compact avvenne nel 2014 con il primo Z1 Compact. Lo smartphone racchiudeva al suo interno un hardware da top gamma in una scocca più compatta, proponendo una versione sostanzialmente ridotta ma senza drastiche rinunce rispetto al più grande Xperia Z1.

Leggi anche: IFA 2019 | Perchè Xperia 5 non ci ha convinto


Mini vs Compact

Xperia Compact non c'è più: addio ai top gamma compatti?
Xperia Z3 Compact e Galaxy S5 Mini a confronto: a parità di dimensioni schermo il dispositivo di Sony era più compatto | Evosmart.it

Durante lo stesso periodo Samsung proponeva già versioni ridotte dei propri flagship, denominate Mini. A differenza di Sony però l’approccio era completamente diverso. Se da una parte (tranne un’eccezione) i Compact erano di fatto dei veri e propri flagship in miniatura, i dispositivi Mini di Samsung, pur riprendendo nome e sembianze dei rispettivi flagship di riferimento, si presentavano con un hardware nettamente inferiore alle controparti complete.

Di conseguenza già agli inizi, i dispositivi della serie Compact, erano praticamente unici nel panorama Android. Pur avendo dimensioni compatte non rinunciavano a una esperienza da top gamma, con comparto fotografico e chipset identico alla variante “regolare”. Ma cosa è cambiato? Perché una serie praticamente unica sul mercato è stata interrotta?


Il regno dei video in Streaming

Netflix elimina il primo mese gratuito e il supporto ad AirPlay | Evosmart.it

Se da una parte la serie Compact ha continuato per anni a rimanere fedele alla sua filosofia, il mercato continuava a muoversi verso dispositivi con schermi sempre più grandi, fino ad arrivare ai recentissimi formati allungati. Persino nelle fasce inferiori è divenuto praticamente impossibile trovare un dispositivo, almeno usabile, che si possa definire compatto. Cosa è successo nel mercato?

Se i primi smartphone, sulla scia dei precedenti feauture phone, avevano l’obbiettivo di restare tascabili per consentire un uso agile e pratico in qualsiasi situazione, il continuo evolversi delle reti e l’arrivo dei contenuti video in streaming ha cambiato gradualmente le carte in tavola. Questo fattore, unito all’esigenza dei produttori (vista la mancanza di reali innovazioni) di proporre diagonali di schermo sempre più ampie come novità per far cambiare il vecchio smartphone agli utenti, ha progressivamente fatto quasi sparire anche le diagonali vicine ai vecchi form factor in 16:9 da 5,1 pollici. In questo panorama quindi smartphone con diagonali da 6 pollici in 19:9 sono ormai considerati dal mercato dei dispositivi compatti. Ma è davvero così?


Un’occasione mancata

Xperia Compact non c'è più: addio ai top gamma compatti?
Samsung Galaxy S10e e iPhone XS sono i top di gamma più compatti in commercio | Evosmart.it

Sul resto del mercato i top gamma più compatti sono Galaxy S10e e iPhone XS. In questo panorama l’assenza di un flagship ancora più compatto, un settore nel quale Sony era il punto di riferimento, potrebbe rappresentare una grande occasione mancata. Xperia 5 è sì più stretto dei due dispositivi presi come riferimento poc’anzi; ma al contempo resta ancora difficile da usare con una mano per via del suo form factor non convenzionale.

L’azienda nipponica avrebbe potuto osare di più presentando un dispositivo più compatto con una dimensione in altezza tra i 140 e 150 mm. Con Xperia 5 invece Sony si “adegua” alla concorrenza ma, adottando il suo nuovo fattore di forma in 21:9, rende meno immediato l’uso a una mano del dispositivo. Probabilmente la scelta è stata quella di realizzare un dispositivo “di mezzo”, ne troppo grande ne troppo piccolo. Una scelta che però potrebbe alla fine dei fatti non far contento nessuno. Per chi vuole un dispositivo grande e in 21:9 c’è Xperia 1. Sulla fascia di prezzo e nelle dimensioni di Xperia 5 invece non mancano soluzioni sì diverse ma al contempo più tascabili trattandosi di smartphone più “corti”.


Sony che fine ha fatto Xperia 5 Compact?

IFA 2019 | Perchè Xperia 5 non ci ha convinto
Xperia 5 è leggermente più largo di Xperia XZ2 Compact  | Evosmart.it

Sebbene i rumor avevano fatto capire che Sony avrebbe presentato a IFA 2019 un solo smartphone, molti ancora speravano ancora nella classica accoppiata top gamma “normale” e Compact. Invece il produttore nipponico ha rinunciato, almeno per il mercato europeo, alla serie Compact. Al contrario di quanto fatto intendere da Sony, con i sui teaser e slogan, Xperia 5 di fatto non è considerabile un erede della serie Compact, la stessa Sony lo ha praticamente ammesso togliendo questa dicitura dal suo nuovo smartphone di punta.

A pochi mesi di distanza dal lancio di Xperia 1, i primi rumor su un possibile erede del Compact avevano iniziato a circolare in rete. Secondo i rumor si sarebbe chiamato Xperia 4 e mantenendo la stessa larghezza tipica della serie Compact (circa 65mm) avrebbe presentato allo stesso tempo uno schermo da 5,7 pollici grazie al nuovo e particolare fattore di forma in 21:9. A partire da quella singola indiscrezione questo smartphone è sparito dai radar per far posto a quello che oggi conosciamo come Xperia 5.

Sony Xperia 1 Compact appare in rete. Ma non dovevano non esistere più?
Sony Xperia 4: un rumor o la semplice ipotesi di un fan? | Evosmart.it

Questo Xperia 4 Compact è mai esistito? Oppure semplicemente rimarrà confinato nel mercato Giapponese? Il risultato finale è quello che abbiamo visto a Berlino: nessun Compact, nessun dispositivo con diagonale al di sotto dei 6 pollici. Le stesse testate di settore, quelle con la memoria buona, hanno espresso molti dubbi sul fatto che si possa considerare un erede della vecchia filosofia dei dispositivi compatti e di fatto anche secondo la mia personale opinione non lo è.

La divisione mobile di Sony non sta certo passando un bel momento. Il suo assorbimento all’interno del ramo principale dell’azienda, per quanto pieno di buoni propositi sulle prospettive future, non sarà per niente un passaggio indolore e già ci sono le prime conseguenze. Ma tagliare fuori da questo snellimento le soluzioni migliori del brand Xperia, sia a livello software che hardware, non ci sembra la scelta giusta. I fan di vecchia data perderanno la serie Compact, mentre chi non si è mai interessato a Xperia probabilmente continuerà a farlo. Cara Sony che fine ha fatto Xperia 5 Compact?

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più