Android Xiaomi

Xiaomi supporterà la community sviluppatori di Pocophone F1

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Il 22 agosto è avvenuto in India il lancio ufficiale di Xiaomi Pocophone F1, il primo smartphone del nuovo brand di Xiaomi dedicato ai dispositivi top di gamma economici che puntano tutto a velocità e concretezza. Si può definire un dispositivo a-là OnePlus, dove le prestazioni e l’affidabilità sono più importanti di altri fattori, quali qualità fotografica e tipo dei materiali di costruzione del dispositivo. Poco F1 arriva inoltre con una interfaccia MIUI leggermente rinnovata, che mette a disposizione un nuovo launcher più simile a quello di Android AOSP.

Per saperne di più leggi anche Poco F1 lanciato ufficialmente in India: ecco il flagship killer di casa Xiaomi – Xiaomi Pocophone F1 sbaraglia tutti su GeekBench

Durante la presentazione, il capo progetto di Poco Jai Mani, ha dichiarato che il nuovo brand avrà un approccio molto aperto con il modding, rimuovendo la sospensione di garanzia in caso di sblocco del bootloader. Ciò vuol dire che gli smanettoni potranno moddare il proprio dispositivo senza temere la perdita della garanzia, supportando di fatto la community degli sviluppatori dedicata a Poco F1. Mani ha addirittura citato la community degli sviluppatori di custom ROM, dichiarando inoltre un rilascio rapido dei codici sorgenti relativi al nuovo device.

XIAOMI SUPPORTERA’ LA COMMUNITY SVILUPPATORI DI POCO F1

Pocophone F1 | AndroidAuthority

Il dispositivo supporterà Treble fin dall’uscita, e perfino Mani stesso ha implicitamente incoraggiato il flash di GSI (Generic System Image) AOSP sul dispositivo, che saranno più facili da sviluppare grazie al tempestivo rilascio dei codici sorgente, che avverrà il giorno 29 agosto. Queste dichiarazioni pongono Poco a favore del modding Android, incoraggiando la community a farsi avanti per mantenere attivo il device anche da questo punto di vista.

Xiaomi è già famosa sui forum di smanettoni per la sua capacità singolare di produrre telefoni a prezzi abbordabili senza troppi compromessi hardware, ma questa mossa le farà sicuramente guadagnare un’attenzione ancor maggiore, attirando quella fascia di utenti che ama personalizzare il proprio dispositivo in maniera molto profonda, senza dover necessariamente fare compromessi per quanto riguarda la garanzia e l’affidabilità del dispositivo.

Via: XDA-Developers

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

2 commenti

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più