Android Novità

Snapdragon 665: il nuovo chipset di Qualcomm messo alla prova

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Recentemente Xiaomi ha presentato per il mercato cinese gli interessanti Mi CC9 e Mi CC9e. Il secondo, il più economico tra i due, è il primo smartphone ad essere presentato con il nuovo Snapdragon 665. Questo nuovo chipset è già stato messo alla prova in Cina tramite Master Lu benchmark, una delle alternative a GeekBench più quotate all’interno del paese. Il nuovo SoC sarà all’altezza del tanto apprezzato Snapdragon 660?

Leggi anche: Xiaomi Mi CC9 e Mi CC9e finalmente ufficiali!Ecco caratteristiche e prezzi

I PRIMI BENCHMARK DI XIAOMI MI CC9e MOSTRANO LE BUONE PERFORMANCE DELLO SNAPDRAGON 665

xiaomi mi cc9
Xiaomi Mi CC9e è il primo smartphone con lo Snapdragon 665 | Evosmart.it

I risultati complessivi del benchmark di Mi CC9e mostrano dei buoni risultati anche in ambito CPU, senza però far gridare al mircaolo. Dobbiamo ricordarci che si tratta pur sempre di un dispositivo di fascia medio-bassa. Il risultato complessivo infatti è di 178.992 punti, di poco superiori ai 165.683 punti fatti registrare (sempre su Master Lu) da Redmi Note 7.

Quindi di fatto abbiamo prestazioni praticamente paragonabili all’attuale Snapdragon 660, ma dove stanno le vere novità di questo nuovo SoC? Se dal punto di vista della CPU non abbiamo grossi cambiamenti, le principali novità arrivano dal nuovo Qualcom AI Engine di terza generazione del DSP Spectra 686.

Qualcomm promette notevoli miglioramenti nelle funzioni legate all'intelligenza artificiale
Qualcomm promette notevoli miglioramenti nelle funzioni legate all’intelligenza artificiale | Evosmart.it

La CPU infatti presenta una configurazione con 8 core Kryo 260 e frequenza massima pari a 2,0 GHz. La nuova integrazione dell’intelligenza artificiale consente invece un’elaborazione per quanto riguarde le feature AI due volte più veloce rispetto al precedente Snapdragon 660. A beneficiarne sarà soprattutto la fotocamera: questo grazie al supporto nativo alla tripla fotocamera posteriore, un sistema di noise-reduiction utile nelle foto con scarsa luminostà ed una migliore gestione delle foto in modalità ritratto. Interessante anche il supporto allo sblocco facciale in 3D. C’è il pieno supporto al Bluetooth 5.0 e allo standard USB 3.1, mentre invece lo standard di ricarica rapida si “ferma” al Quick Charge 3.0. Il processo produttivo a 11nm infine consente una maggiore efficenza nei consumi.

Seppure non si tratti di una rivoluzione, il nuovo Snapdragon 665 almeno sulla carta sembra in grado permettere, come l’attuale 660, l’accesso (anche sugli smartphone di fascia medio-bassa) a tecnologie attuali senza rinunciare a un buon compromesso tra prestazioni e consumi.

Via: Gizmochina

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

1 commento

Avatar
Michaelevils 4 Luglio 2019 at 1:08

Hello! purchase propecia canada good web site.

Rispondi

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più