Android Curiosità Novità

OnePlus: per il CEO i pieghevoli non sono ancora pronti

STIMA TEMPO DI LETTURA: 4 min

OnePlus negli anni si è sempre distinta, per i motivi più disparati, per scelte in contrasto con quelle dettate dalle più influenti aziende del settore. L’ultimo prototipo presentato al CES 2020 di Las Vegas ha confermato questa attitudine da parte dell’azienda guidata da Pete Lau. Lo stesso Pete, recentemente intervistato nel corso del podcast The Vergast, ha spiegato il motivo per cui OnePlus (diversamente da Samsung, Huawei, Motorola e TCL) non ha ancora presentato un concept di smartphone pieghevole.

Leggi anche: Curiosi di scoprire il design di OnePlus 8 Pro? Ecco la pellicola protettiva

PER PETE LAU LA TECNOLOGIA DEI DISPLAY PIEGHEVOLI NON È PRONTA PER IL MERCATO

TCL stupisce con un inedito prototipo di smartphone flessibile
Secondo Pete Lau i dispositivi pieghevoli non sono pronti per il mercato di massa | Evosmart.it

Nel corso del podcast diretto da The Verge, il CEO di OnePlus, interrogato sulla questione legata agli smartphone pieghevoli ha spiegato il perché l’azienda non sia ancora interessata a questa tecnologia.

“I pieghevoli sono un esempio di una tecnologia che abbiamo esaminato, ma successivamente non l’abbiamo presa in considerazione. Questo perché, cercando delle applicazioni con ciò che è disponibile ad oggi per la tecnologia dei display pieghevoli, non abbiamo trovato dei vantaggi tanto significativi da superare gli svantaggi e i compromessi attuali di questa tecnologia”

Nemmeno l’interessantissimo form factor presentato da Motorola con il suo RAZR ha smosso le convinzioni di Pete. Interpellato in merito il CEO di OnePlus ha invece ribadito i punti critici dei display pieghevoli:

“Anche se la loro soluzione è leggermente diversa deve comunque far fronte alle stesse difficoltà degli altri pieghevoli, incluso il materiale utilizzato. Siccome si tratta di un materiale plastico, la sua resistenza ai graffi non è ancora pari a quella del vetro.”

Motorola RAZR sarà il punto di partenza per gli smartphone pieghevoli?
Nemmeno il form factor di Motorola RAZR sembra convincere il CEO di OnePlus | Evosmart.it

Sebbene la posizione di Pete Lau sulla questione dei dispositivi pieghevoli possa risultare condivisibile, soprattutto dal punto di vista dell’affidabilità e della qualità di immagine, lo stesso non si può dire per altre scelte fatte negli anni. A lungo infatti l’azienda non ha ritenuto necessaria la presenza della stabilizzazione ottica. Inoltre gli attuali OnePlus non presentano ancora il supporto alla ricarica wireless, questo perché “non è efficiente e rapida quanto quella col cavo”.

UN ONEPLUS DA 1000 DOLLARI? PETE NON LO ESCLUDE, MA ONEPLUS RESTERà COMPETITIVA SUL MERCATO

Col passare del tempo gli smartphone di fascia alta hanno subito un rialzo continuo nel prezzo, una tendenza che non ha risparmiato nemmeno i prodotti di OnePlus. Ma visto che questa tendenza sembra non arrestarsi vedremo mai un OnePlus da 1000$?

“Il trend dell’industria è questo, con perfomance maggiori e nuove funzioni, tutti stanno alzando l’asticella del prezzo. Con gli smartphone in continuo rincaro, inclusi i nostri, non escludiamo questa possiblità. Quello che vogliamo adottare come approccio è quello di assicuraci di fornire il miglior prodotto possibile agli utenti di tutto il mondo. Ciò che rende unica OnePlus come modello di business è il fatto di non concentrarsi troppo sul marketing tradizionale, laddove invece altre aziende sostengono spese molto più grandi. Ciò ci rende più efficenti. Questo modo di operare ci consente quindi di trasferire questi vantaggi ai consumatori.”

Quindi almeno nel breve/medio termine non vedremo un OnePlus Foldable. Inoltre dalle parole di Pete è evidente come siano ormai lontani i tempi della startup che proponeva il suo Flagship killer. Oggi, pur restando competitiva, OnePlus è un azienda affermata e con forte seguito alle sue spalle. OnePlus 8, 8 Pro e un sempre più verosimile 8 Lite sono sempre più vicini al debutto, quali sono le vostre aspettative?

Via: Gizchina

Fonte: The Verge

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più