huawei P20 Pro lo smartphone più venduto da Huawei
Android Guide e Tutorials

Huawei P20 Pro un mese dopo!

STIMA TEMPO DI LETTURA: 3 min

Questi sono i video/articoli che amo di più, parlarvi di un prodotto dopo 1 mese abbondante di utilizzo è il modo migliore di raccontarvelo, anche perché nel mentre escono aggiornamenti o possibili magagne. Vi parlerò oggi di Huawei P20 Pro, un telefono che ha consacrato definitivamente Huawei tra i top player del settore, dopo la deludente serie P10 di un anno fa, e che mi ha accompagnato ogni singolo giorno da quando l’ho preso.

Leggi anche : Huawei P20 Pro Vs Samsung Galaxy S9+

Il primo aspetto che mi ha fatto preferire Huawei P20 Pro ad altri prodotti è sicuramente la ricezione, un marchio di fabbrica per Huawei che come ben sapete produce anche infrastrutture. Nel 2018 usiamo ormai i nostri smartphone per tutto, ma non dimentichiamoci che nascono come telefoni smart, e non come smart telefoni, è quindi meglio dotarsi di un apparecchio che prenda al top, e P20 Pro non delude assolutamente le aspettative.

Non è solo questione di antenne però, Huawei P20 Pro offre infatti uno switch fra le varie reti rapidissimo ed una qualità in chiamata stupenda, sempre cristallina come mi piace dire. Anche le suonerie e la vibrazione aiutano non poco a godere a pieno delle doti telefoni di questo prodotto, davvero brava come sempre Huawei.

E l’autonomia? Come si comporta la batteria di questo Huawei P20 Pro?

Inizialmente davvero molto bene, praticamente uguale al mitico Mate 10 Pro, ma col passare dei giorni, e sopratutto dopo i vari update, non ho mai più avuto la stessa resa dei primi cicli di ricarica. Sono passato da 7 ore e mezza di display abbondanti a circa 6, rimane comunque un ottima autonomia che porta sempre a sera ma da una 4000 mAh mi aspetto qualcosa di più, sopratutto quando quel qualcosa l’ho avuto e toccato con mano sullo stesso telefono.
Non è la prima volta che Huawei “sbaglia” qualche aggiornamento e su questo aspetto ho alzato più volte le sopracciglia in senso non troppo positivo.

Ottima invece la fotocamera, l’intelligenza artificiale di Huawei aiuta non poco, la definirei una perfetta fotocamera da Social Network perché il telefono sceglie sempre da solo un impostazione molto da Instagram. Questione diversa in modalità manuale, le 3 fotocamere lavorano perfettamente insieme e si riescono a tirare fuori degli scatti da “professionista” senza troppi sforzi.

Sempre parlando di fotocamere, la frontale secondo me è da rivedere così come i video, entrambi non raggiungono quanto visto sulla concorrenza di Samsung o Apple.

Devo poi assolutamente parlarvi del sensore di impronte digitali. Tanto per cominciare è frontale ed è già un plus assoluto, ma poi è talmente reattivo che stare tutto il giorno a sbloccare il telefono per il solo gusto di vederlo all’opera.

Altro aspetto importante sono ovviamente le prestazioni, ragazzi questo telefono VOLA in tutti sensi. Huawei ci aveva già abituato dopo il Mate 8 a prestazioni da urlo ma questa volta si è superata, i 6 GB di memoria RAM aiutano a non ricaricare troppe volte le applicazioni, ma anche a freddo al situazione è sempre ottima e la velocità non manca mai.

Come avete intuito non ho parlato di design o altre cose, quelli son fattori da valutare in sede di recensione ed oggi ho voluto giusto raccontarvi come va Huawei P20 Pro nell’uso quotidiano dopo qualche settimana di utilizzo.

Un dispositivo che mi sento assolutamente di consigliare, sopratutto ora che inizia a calare di prezzo.

Huawei P20 Pro è disponibile su Amazon 

 

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più