Huawei: il prossimo Kirin 985 è pronto per la produzione di massa
Android Novità

Huawei: il ban mette a rischio anche i chipset Kirin

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Dopo il recente ban da parte degli Stati Uniti nei confronti di Huawei la situazione è andata via via degenerando per il colosso cinese. Se sembrava, che dopo la perdita da parte di Huawei della possibilità di ottenere la certificazione di Google per il sistema operativo Android, le cose non potessero andare peggio ora potrebbe aggiungersi un altro grosso ed importante problema.

Leggi: Google dice No a Huawei: scoppia un caso. E adesso?

a rischio i chipset kirin, ARM potrebbe interromepere il rapporto commerciale con Huawei

A rischio questa volta sono i processori proprietari di Huawei: gli Hisilicon Kirin. Sebbene sulla fascia media soffrano la concorrenza di Qualcomm i chipset made by Huawei sono molto apprezzati nella fascia top, dove riescono ad unire ottime prestazioni a consumi contenuti. Per quanto siano progettati da Huawei stessa però questi chipset restanto basati sui core Cortex di ARM di cui l’omonima azienda detiene i diritti.

L’architettura ARM è praticamente il “cuore” degli attuali smartphone | Evosmart.it

Sebbene ARM non sia un’azienda statunitense l’accordo con Huawei potrebbe essere in serio rischio, questo perché i chipset basati su architettura ARM sfruttano tecnologie provenienti dagli Stati Uniti. Stando alla notizia, proveniente dai portali di BBC, internamente ad ARM sta circolando un comunicato che ordina ai dipendenti di interrompere tutti i contratti attivi con Huawei e le sue sussidiarie.

Ovviamente per i chipset già esistenti il problema non sussiste, ma resta di un certa gravità considerando quanto sia fondamentale in ambito mobile l’architettura ARM, almeno nell’immediato futuro è impensabile poterne fare a meno. Se questa notizia venisse confermata si aggiungere un problema a dir poco enorme per Huawei. La situazione ormai sembra aggravarsi col passare dei giorni, riusciranno le parti in causa a trovare un accordo?

Via: Gizchina.it

Fonte: BBC

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più