Dopo LDAC, Sony regala ad Android il 360° Reality Audio. Come funziona?
Android Audio Audio & Multimedia Novità

Dopo LDAC, Sony regala ad Android il 360° Reality Audio. Come funziona?

Nel corso degli ultimi anni Sony ha deciso di rilasciare LDAC, il suo codec Audio Bluetooth ad alto bitrate, su Android in maniera del tutto gratuita. Adesso anche il 360° Reality Audio subirà lo stesso destino.

Quattro anni fa circa, in concomitanza dell’arrivo di Android 8 Oreo sul mercato, Sony iniziò a inserire nel codice AOSP (Android Open Source Project) anche il suo ultimo ritrovato nello streaming di contenuti audio via Bluetooth, il codec LDAC. E già allora quella non fu la prima volta che l’azienda giapponese regalò sue tecnologie. In passato altre cose vennero aggiunte al codice AOSP come ad esempio il Theme Engine, diventato poi Substratum. D’altronde, questo è il bello di Android. Dato che essendo Open Source, chiunque può metterci mano per migliorarlo.

Leggi anche: Sony Vision-S – L’auto con 360 Reality Audio

Dopo LDAC, Sony regala ad Android il 360° Reality Audio
Sony 360° Reality Audio nel codice di Android 12 | Evosmart.it

Trovato il 360° Reality Audio nel codice di Android 12

Quindi, d’ora in poi, ogni cuffia o speaker potrebbe essere usato su qualsiasi smartphone o tablet Android che implementerà la funzione di Android 12. Esattamente come già succede con LDAC, che se disponibile nelle cuffie wireless, può essere usato al posto dei codec SBC e AAC di Android. Entrambe queste funzioni erano prima disponibili solo su dispositivi Sony rispettivamente dal 2015 e dal 2017.

La conferma di questa notizia deriva dal “commit” firmato Sony che si vede dallo screenshot in alto. I particolare il testo dice:

Supporto al layout a 13 canali audio per il 360° Reality Audio

  • Aggiunte le definizioni per i canali frontali inferiori. Il nome delle definizioni sono standardizzate sotto il codice ITU-R BS.2051-1.
  • Aggiunta la definizione per una maschera a 13 canali che consiste in 5 canali surround, 5 canali superiori e 3 canali inferiori. Questa maschera di canali è il layout ideale usato da Sony 360° Reality Audio. Il Virtualizzatore può piazzare suoni individuali in un campo sonoro sferico a 360 gradi da questi canali in ogni cuffia.

Da questa ultima frase si evince anche il funzionamento del 360° Reality Audio.

Come funziona 360° Reality Audio

Molto semplicemente. Qualsiasi sorgente audio che debba essere riprodotta nelle cuffie viene analizzata e ricodificata con il codec Sony 360° Reality Audio. L’applicazione che gestisce le cuffie utilizza i dati forniti dall’analisi, e tramite il Virtualizzatore, crea un segnale sonoro spaziale da inviare alle cuffie.

Sony ha creato questa tecnologia basandosi sull’MPEG-H 3D, un codec usato per gestire l’audio ad oggetti. Un altro esempio di questo genere di tecnologie è il Dolby Atmos.

Dopo LDAC, Sony regala ad Android il 360° Reality Audio
Funzionamento 360° Reality Audio | Evosmart.it

360° Reality Audio nel dettaglio

Il modulo Android MPEG4Extractor dedicato ai player audio e video per estrarre il flusso audio è in grado di capire se ci si trova di fronte ad un flusso MPEG-H, e se il dispositivo è collegato a cuffie o ad un diffusore. Se questi due casi si verificano, l’audio viene riprodotto come 360° Reality Audio.

La differenza sostanziale tra LDAC e 360° Reality Audio, è che a differenza del codec LDAC, qui non si necessita di un hardware dedicato. Quindi ogni cuffia o altoparlante è un potenziale mezzo di veicolazione per l’effetto audio 3D di Sony. Dato che a tutto ci pensa il Virtualizzatore Sony.

Però qui l’unico requisito è che le cuffie abbiano un’applicazione in grado di codificare l’audio 3D per quella determinata cuffia. Genericamente le cuffie wireless hanno già companion app, mentre quelle cablate no. Quindi è necessario che l’applicazione della cuffia venga aggiornata per questa funzione. Al momento le uniche app già compatibili da tempo sono Amazon Music HD, Deezer e Tidal.

Com funziona 360° Reality Audio | Evoosmart.it

Ovvio, che come nel caso dell’inclusione del codec LDAC in Android 8, questa inclusione di 360° Reality Audio in Android 12 serva a Sony per rendere compatibili molti più prodotti alle sue tecnologie e alle sue cuffie.

E non solo per la riproduzione dei contenuti, ma anche per la loro creazione tramite la suite per la creazione di tracce audio a 360°. Dato che il tutto è sotto licenza ovviamente.

Dopo LDAC, Sony regala ad Android il 360° Reality Audio. Come funziona?
Futuri partner 360° Reality Audio | Evosmart.it

Fonte | Via

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più