Android 11: le novità della prima Developer Preview
Android Firmware e OS Novità

Android 11: le novità della prima Developer Preview

STIMA TEMPO DI LETTURA: 4 min

A sorpresa nella giornata di ieri Google ha pubblicato la prima Developer preview di Android 11. Si tratta ancora di una release molto instabile e non è detto che tutte le novità presenti in questo primo rilascio saranno presenti nella versione finale, il cui debutto è previsto verso la fine dell’estate. In questo articolo vi elenchiamo le principali novità della nuova major release di Android.

Leggi anche: TCL Plex si aggiorna ad Android 10!

ANDROID 11 INTRODUCE IL SUPPORTO NATIVO ALLE RETI 5G E A NUOVE TIPOLOGIE DI DISPLAY

 

Android 11: le novità della prima Developer Preview
Android 11: le novità della prima Developer Preview | Evosmart.it

Il supporto nativo al 5G introdurrà nuove API in grado di tener conto delle migliori prestazioni di questo nuovo standard. Sarà finalmente possibile riprodurre contenuti che prima erano riservati alle sole reti Wi-Fi (ad esempio gli streaming in 4K). Inoltre il sistema operativo sarà in grado di riconoscere se state utilizzano una connessione di tipo illimitato o a consumo, regolandone le prestazioni in base alla banda disponibile.

Per quanto riguarda il supporto alle nuove tipologie di display, Android 11 introduce finalmente i supporto ai display con foro per la fotocamera, così come per i bordi di tipo waterfall. In quest’ultimo caso ci sarà una gestione ottimizzata dei bordi del display.

notifiche a bolla e nuove possibilità di interazione con le notifiche

Android 11: le novità della prima Developer Preview
Con Android 11 le app di messaggistica supporteranno nativamente la visualizzazione a “bolla” | Evosmart.it

Le applicazioni di messaggistica potranno gestire le cosiddette notifiche a “bolla“. Non si tratta di una novità assoluta, in quanto Facebook Messenger possiede una funzionalità simile, ma questa volta verrà gestita a livello di sistema operativo è potrà essere implementata più velocemente dagli sviluppatori. Inoltre, nelle app che supportano l’invio di allegati, sarà possibile inviarne uno rispondendo direttamente dalla schermata delle notifiche.

MODALITÀ NIENTE DISTRAZIONI E OTTIMIZZAZIONE GESTURE

Android 11: le novità della prima Developer Preview
In Android 11 è possibile scegliere tre 3 possibili sistemi di navigazione | Evosmart.it

Oltre alla classica modalità Non Disturbare a partire da Android 11 sarà presente la Modalità Niente distrazioni. Questa nuova funzione, attivabile direttamente dal centro notifiche, ci permetterà di silenziare tutte le app che possono distrarci. Ciò ci aiuterà a mantenere la concentrazione necessaria durante lo studio, il lavoro e mentre si guida. È possibile in ogni momento andare a personalizzare l’elenco delle app che verranno silenziate e programmarne l’attivazione.
Nessuna novità particolare per quanto riguarda le gesture di sistema, ma ora è possibile tramite un apposito menù selezionare il proprio sistema di navigazione preferito tra: gesture, navigazione con due pulsanti e i classici tre pulsanti di Android.

PRIVACY, INTELLIGENZA ARTIFICIALE E NUOVE OTTIMIZZAZIONI

Android Q potrebbe portare con se la tanto attesa Dark Mode
In Android 11 ci saranno nuovi strumenti per gestire la Dark mode | Evosmart.it

Un argomento molto importante e su cui anche i competitor stanno puntando molto (in particolare Apple) è la gestione della privacy dell’utente. Android 11 includerà nuovi strumenti per aiutare l’utente in questa direzione, permettendo di concedere alle singole applicazioni i permessi a fotocamere, microfono e GPS solamente nel momento del loro utilizzo.

Vengono introdotte nuove API per la gestione avanzata dell’intelligenza artificiale (Neural Network, NNAPI). Grazie a queste nuove API lo smartphone sarà in grado di gestire i calcoli legati al machine learning senza appesantire il carico sulla memoria del dispositivo.

Torna dalle prime beta di Android 10 lo strumento di Screen recording integrato nel sistema operativo (eliminato prima del rilascio ufficiale) e viene migliorata la gestione del tema scuro. Ora è possibile programmarne la sua attivazione in base all’orario o impostarne l’attivazione tramite intervalli programmabili.

Migliorato anche Project Mainline, ora il sistema di aggiornamenti tramite Google Play Sistem Updates passa dai 10 moduli supportati in Android 10 ai ben 22 di Android 11. In questo modo la distribuzione degli aggiornamenti verrà resa ancora più efficiente e veloce.

DOWNLOAD E DISPONIBILITà

La prima Developer Preview di Android 11 è stata resa disponibile da Google tramite il seguente link:  Android 11 Developer Preview Download. Questa primissima release è compatibile con i seguenti smartphone: Google Pixel 4, Pixel 4XL, Pixel 3a, Pixel 3a XL, Pixel 3, Pixel 3 XL e Pixel 2 e Pixel 2 XL. Vi ricordiamo ovviamente che si stratta di una release estremamente instabile e altamente sconsigliata per l’uso quotidiano.

Via: Hwupgrade, Gsmarena

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più