Android Leaks

Nubia Z18 fa capolino al TENAA

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Dopo l’annuncio, avvenuto settimana scorsa, del Nubia Z18 Mini, ecco che il top di gamma della cinese per il 2018, ovvero Z18, ha ricevuto la certificazione TENAA.

Il device identificato con il codice NX606J si mostra così in tutto il suo splendore a poche settimane dalla presentazione ufficiale. Come si vede dalle immagini il comparto fotografico sarà composto da due sensori posteriori, anche se il TENAA lascia trapelare la risoluzione del solo sensore principale, da ben 24 MP. Completano il tutto una singola fotocamera frontale da 8 MP, sensore di impronte posteriore (come nella precedente generazione) ed una batteria da 3.350 mAh. Il design generale dello smartphone ricalca lo stile già visto sullo Sharp Aquos S2 (meglio conosciuto da noi occidentali grazie ad Essential Phone), dato che la parte frontale lascia spazio all’ampio display borderless rinunciando così ai tasti soft touch, che potrebbe far posto ai tasti a schermo (come già visto sullo Z17s). Per quanto riguarda la parte posteriore la predisposizione del sensore d’impronte e delle due fotocamere è identica a quella già vista nelle precedenti generazioni.

Le specifiche tecniche, come emerse nel test benchmark Antutu apparso in rete recentemente, non potevano non rispettare le premesse della gamma Z di Nubia, con un Qualcomm Snapdragon 845 a muovere il tutto, unito alla GPU Adreno 630.

Il display, da ben 5,99″, avrà un aspect ratio di 18:9 portando così la risoluzione del pannello a Full HD+ (2.160 x 1.080 pixels). Lo smartphone verrà proposto al pubblico in due varianti distinte la cui differenza risiede nei tagli di memoria disponibili. Avremo quindi una variante da 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, ed una dotata di un quantitativo di memoria maggiore (8/128 GB).

A muovere il tutto avremo la Nubia UI aggiornata (finalmente) ad Android Oreo 8.0 ed è forse questo uno dei punti dolenti emersi in questi ultimi tempi della casa cinese. Non sarebbe il caso di aggiornare i propri device, invece di ritrovarsi con uno Z11 aggiornato a Nougat senza la benchè minima traccia di Oreo?

Via Gizmochina

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più