Android Firmware e OS Leaks Novità Sviluppo

Active Edge su Google Pixel 3?

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Il mondo Android è un mondo affascinante per la varietà di contesti e di possibilità che può creare. Il termine tecnico è frammentazione, ma per molti si legge “libertà”. Libertà di adattare la “macchina” alle proprie esigenze ed inclinazioni, senza nessuna (o quasi) restrizione.

La maggior parte delle funzioni viene progettata e codificata a monte nel quartier generale di Google, la quale poi distribuisce ai partner sistemi funzionanti per i loro gadget tecnologici. Il re indiscusso del Google pensiero è lo smartphone Google Pixel, che dalla sua nascita ad oggi, ha portato con se il meglio dell’esperienza Android che poi altri produttori hanno mutuato.

Google Pixel 2
Immagine commerciale di Google Pixel 2

Una delle funzioni introdotte circa un anno fa è stato l’Active Edge, la funzione per la quale, riuscire ad attivare l’Assistente Google, oppure silenziare una chiamata in entrata semplicemente “strizzando lo smartphone tra le dita”. Un gesto naturale, una leggera stretta ai bordi del display, attiva funzioni, che per il momento sono solo le due sopracitate.

Fino ad ora, la funzione Active Edge, ha semplicemente cercato di aiutare l’utente in piccoli task quotidiani, ma vista l’enorme richiesta degli utenti di sviluppare nuove funzioni, pare che Google, per il suo prossimo top di gamma stia sviluppando un upgrade, aggiungendo altre utili implementazioni.

Il fatto: La versione Beta “P” di Android, ha fatto la sua comparsa tempo fa ed è già possibile provarla in anteprima. In un recente aggiornamento, che ha rivelato la possibile ricarica wireless nel Pixel 3, sono stati scoperti alcuni passaggi di codice di programmazione che hanno mostrato un aggiornamento di funzionalità di Active Edge.

Android P logo
Android P logo

La tecnica: I riferimenti alla feature sono stati inizialmente individuati dopo che la classe “WakeMode”, associata alla funzione Active Edge, è stata leggermente modificata nell’ultimo aggiornamento. In particolare, ora contiene un nuovo metodo “isWakeSettingEnabled” che include riferimenti ai nomi in codice Crosshatch e Blueline quando si tratta di dispositivi compatibili. I due dispositivi in questione sono probabilmente il Pixel 3 ed il Pixel 3 XL, suggerendo così che anche sulla nuova line up sarà presenta la funzione Active Edge.

Questa è la spiegazione meno tecnica, ma per chi volesse approfondire l’argomento, rimando al post del Forum XDA, dove gli appassionati potranno trovare anche immagini del codice trapelato. Ora, nonostante il documento faccia palesemente riferimento a quanto sopra, non è garantito che la funzione sia ufficialmente implementata nella prossima generazione di terminali Google.

Il lancio di Android P è previsto fra 2 mesi, mentre il lancio del nuovo hardware è rimandato ad Ottobre, in mezzo potrebbe cambiare tutto. Per gli aggiornamenti, vi rimando alle pagine di Evosmart.it

Fonte: XDA Forum

 

 

 

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più