The Last of Us 2: Sony rimborsa le prenotazioni sul PS Store
Novità PlayStation 4

The Last of Us Part 2: Sony rimborsa le prenotazioni sul PS Store

STIMA TEMPO DI LETTURA: 3 min

Come ben saprete The Last of Us 2 e Iron Man VR sono stati rinviati a data da destinarsi. Le motivazioni, secondo il comunicato di Sony, sono di motivazione logistica e legate alla sempre più preoccupante diffusione da parte del Coronavirus. Entrambi i titoli sono anche stati rimossi dal PS Store ed al momento non abbiamo nemmeno un’indicazione su un nuovo periodo di uscita previsto.

Leggi anche: PlayStation Plus: annunciati i giochi gratuiti di Aprile 2020

THE LAST OF US PART 2 ED IRON MAN VR RIMOSSI DAL PLAYSTATION STORE: LE PRENOTAZIONI VERRANNO RIMBORSATE

The Last of Us 2: Sony rimborsa le prenotazioni sul PS Store
The Last of Us 2: Sony rimborsa le prenotazioni sul PS Store | Evosmart.it

La rimozione a tempo indeterminato dal catalogo digitale di Sony non fa ben sperare in un arrivo a breve termine per i due titoli, che inizialmente sarebbero dovuti uscire entro il mese di Maggio. Sony però assicura che chiunque abbia prenotato i due giochi tramite PlayStation Store riceverà un rimborso completo. Tramite la pagina di ufficiale di assistenza, l’azienda assicura che il rimborso verrà eseguito automaticamente. Chiunque abbia effettuato il pre-order infatti riceverà automaticamente una e-mail nella quale verranno comunicati nei dettagli le modalità di rimborso. Ovviamente viene esclusa da questa modalità di rimborso qualsiasi prenotazione effettuata tramite siti di e-commerce e negozi fisici.

DEBUTTO SOLO IN DIGITALE? NON IN TUTTI I PAESI È PRESENTE UN INFRASTRUTTURA ADEGUATA

The Last of Us 2: Sony rimborsa le prenotazioni sul PS Store
Al momento non è previsto un lancio esclusivamente in digitale | Evosmart.it

Senza nulla togliere ad uno degli eroi più popolari dell’universo Marvel, ad aver fatto scalpore è stato soprattutto l’ennesimo rinvio per The Last of Us Part 2. In seguito alle numerose proteste da parte dei fan, Neil Druckmann, direttore creativo di Naughty Dog, ha spiegato i motivi del rinvio e del perché non è stata rispettata la data di lancio sfruttando il solo mercato digitale:

Sai, si tratterebbe di un altro tipo di vendita, a prescindere dal fatto che potessimo garantire o meno le copie fisiche alle persone. Qual è l’infrastruttura internet che la supporterebbe in tutti i paesi? Questo è un gioco mondiale che le persone da tutto il globo attendono, e noi vogliamo assicurarci di essere corretti con tutti.

Se lo portassimo a una sola piccola frazione di persone, cosa ne sarà di tutti coloro che non riusciranno a procurarselo? In questo momento stiamo valutando ogni possibilità: qual è il modo migliore per farlo arrivare a tutti i nostri fan il prima possibile? Ma ci vorrà del tempo per capire come stanno le cose e come si evolverà la situazione mondiale. Sai, le cose stanno cambiando di giorno in giorno.”

Siete d’accordo con le parole di Niel Druckmann o avreste preferito un lancio il 29 Maggio anche se solamente tramite negozio digitale? Se da una parte però la decisione sembra far scontenti molti dei fan, è comprensibile la volontà da parte di Sony di dare il giusto supporto in fase di lancio ad un titolo di questo calibro. E purtroppo vista la situazione attuale non ci sono le condizioni necessarie per permetterlo.

Via: Vg247, Toms’s Hardware

 

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

1 commento

Sony presenta DualSense il controller di PlayStation 5 - Evosmart.it 8 Aprile 2020 at 11:31

[…] The Last of Us Part 2: Sony rimborsa le prenotazioni sul PS Store […]

Rispondi

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più