Xbox Game Pass: Microsoft promuove il servizio in Giappone con le vTubers
Curiosità evoGAMES News Gaming XBOX

Xbox Game Pass: Microsoft promuove il servizio in Giappone con le vTubers

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Che Microsoft punti a spingere sempre di più il suo Xbox Game Pass, a costo anche di penalizzare l’offerta inclusa in Xbox Live Gold, non è certo un segreto. Una volontà talmente forte da parte di Microsoft da arrivare a promuovere il Game Pass anche in mercati storicamente avversi. È il caso del mercato giapponese, dove gli ultimi dati di vendita vedono il dominio di Nintendo, anche a causa delle scorte limitate delle rivali next-gen.

Leggi anche: Lenovo Legion 2 Pro: il nuovo gaming phone nelle prime foto dal vivo

MICROSOFT NON SI ARRENDE E PUNTA AL MERCATO DEL SOL LEVANTE, PER FARLO SI AFFIDA ALLE VTUBERS

Phil Spencer ha più volte espresso il suo disappunto per le scarsa presenza di Xbox in Giappone, arrivando a definirla senza mezzi termini “inaccettabile“. E vista la volontà da parte di Microsoft di puntare sempre di più sui servizi, in particolare sulla sempre più ricca offerta di Xbox Game Pass, come fare per promuovere il servizio in Giappone?

Per riuscire nell’impresa Microsoft si è affidata al fenomeno delle vTubers. Si tratta del termine usato in Giappone per definire gli streamer che utilizzano un avatar virtuale. Questo fenomeno è stato inaugurato dalla popolarissima Kizuna Ai ed è esploso in modo esponenziale negli ultimi anni.

In particolare Microsoft ha assoldato due Youtuber di Hololive, Shishiro Botan e Hinemori Luna, per promuovere il Game Pass e i giochi inclusi al suo interno. Per comprendere le dimensioni del fenomeno le due vTuber contano rispettivamente più di 730.000 e 520.000 iscritti, mentre le rispettive live hanno totalizzato oltre 100.000 visualizzazioni. Sicuramente un impatto notevole, ma sarà sufficiente?

In occasione del lancio di Xbox 360, Microsoft aveva già provato a conquistare quote di mercato nel mercato Giapponese. Per rendere più appetibile la propria console sul mercato nipponico, l’azienda di Redmond adottò una strategia aggressiva, tesa ad aggiudicarsi quanti più titoli esclusivi possibili dalle software house nipponiche. Alla fine gli sforzi fatti non ebbero il risultato sperato e con Xbox One Microsoft puntò piuttosto a consolidare il mercato Europeo e Nord Americano.

Riuscirà Microsoft, con l’aiuto del fenomeno delle vTubers, nell’ardua impresa di conquistare quote di mercato nel difficile mercato del Sol Levante?

Via: Animeclick

 

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più