PlayStation 5 dopo 2 mesi - Pro & Contro
evoGAMES Focus Playstation PlayStation 5

PlayStation 5 dopo 2 mesi – Pro & Contro

STIMA TEMPO DI LETTURA: 13 min

PlayStation 5 è uscita in Italia il 19 Novembre 2020. Noi la abbiamo dal Day One. É giunto il momento di trarre le prime conclusioni. Ma ricordiamoci che quelle vere, come per ogni generazione videoludica si traggono alla fine.

So che normalmente prima si dice cosa va bene e poi cosa no. Ma preferisco levarmi i sassolini dalla scarpa oggi.

Leggi anche: TV | Sony presenta i nuovi Bravia 2021 LED e OLED

I contro di PlayStation 5

So che sembra tutto rose e fiori, ma non lo è. Anche PlayStation 5 ha difetti.

1 – Partiamo da quello che attualmente forse è il suo più grande difetto. E che ci crediate o meno sono i caricamenti.

So che la PlayStation 5, tra le due console di nona generazione, è quella con l’SSD più veloce. Però all’atto pratico la cosa che scoccia è quando non venga sfruttato. Dato che per i giochi PlayStation 4 è solo una questione di patch per abilitare i caricamenti veloci. Ma questo non viene fatto dagli sviluppatori, che giustamente si dedicano a progetti nuovi o in corso. Peccato dover aspettare tempi biblici per un respawn o per caricare un gioco. E questo lo dico a maggior ragione, visto che al momento i giochi puramente per PlayStation 5 si contano sulle dita di una mano. In pratica ci si trova a giocare a giochi che tutto sono tranne che veramente ottimizzati per la console di nuova generazione. Un esempio?

PlayStation 5 dopo 2 mesi - Pro & Contro
Mappa open world di Maneater | Evosmart.it

Maneater, gioco uscito nel corso del 2020 e regalato da Sony agli utenti del PlayStation Plus nel corso di questo mese, altro non è che un gioco per PlayStation 4 riadattato. I caricamenti sono lunghi per accedere al gioco e spesso si impalla proprio durante questi momenti il gioco. Il viaggio veloce da una grotta all’altra ci fa risparmiare ben poco nel caso di grotte vicine. Una volta per risparmiarmi 1 minuto di “nuotata” ci ho messo ben 4 minuti a raggiungere la grotta con il viaggio veloce. Alla faccia. Per non parlare dei caricamenti tra le diverse aree di gioco (ed è open world senza veri confini tra zone…). Appaiono schermate nere per 1/2 secondi ogni tanto, nonostante il mondo di gioco davanti a noi sia bello che visibile e caricato. Mistero. Poi c’è Bugsnax. Il gioco in regalo durante il periodo di lancio di PlayStation 5 è un’esclusiva della console. Di per sé è diviso in aree apparentemente scollegate graficamente le une dalle altre. Infatti esistono delle zone di buffer tra le diverse aree, dove però ci sono caricamenti di svariati secondi con un’inutile schermata nebbiosa. Peccato che da luoghi alti si veda l’intera mappa di gioco in tutta la sua estensione…

Ah… poi sia chiaro. I giochi ottimizzati ci sono e i caricamenti sono velocissimi eh. Accendendo la console da spenta in entra in Spiderman Miles Morales in meno di 20 secondi. Nel gioco, non nel menu!

2 – E parlando di cose che ci sono ma che non vengono ancora sfruttate a dovere ci metto anche il DualSense

Il nuovo controller di Sony è un vero portento. Tra feedback apticogrilletti adattivi e microfono esclusivi del DualSense, il piccolo altoparlante e il touchpad introdotti con il DualShock 4, il sensore di movimento introdotto con il Sixaxis di PlayStation 3, il DualSense offre un’immersività senza eguali ad oggi.

So che è difficile da spiegare a parole o in video, ma provare il DualSense è una cosa che va fatta se vi piace videogiocare. Anche se siete fan XBOX o Nintendo. Davvero. Ne vale la pena.

Sono stati fatti molti proclami da Sony a riguardo durante il 2020. Io ero sia tra gli esaltati che lo volevano provare, che tra i titubanti che pensavano che magari era tutto marketing. Poi l’ho provato con un grandissimo gioco che si chiama Astro’s Playroom. Che è molto più della demo tecnica del DualSense di come viene descritto da molti. Ma senza dilungarci sul gioco di per sé, Astro’s Playroom regala un gameplay unico in un platform dove ogni livello è diverso dagli altri proprio grazie alle caratteristiche uniche del DualSense.

PlayStation 5 dopo 2 mesi - Pro & Contro
Astrobot e il DualSense | Evosmart.it

Bene, quello che rimprovero agli sviluppatori è il non uso di queste caratteristiche. Perchè capisco che non bisogna per forza incentrare il gameplay su tutte le sue caratteristiche, ma almeno di usare quelle che più si adattano al gioco. Tra i giochi usciti o in uscita, quelli che sfruttano in maniera almeno parziale le funzioni del DualSense sono pochi. Call of Duty usa i grilletti adattivi ad esempio, cosa che non fanno ancora le quasi-esclusive PlayStation 5 come MARVEL Spiderman Remastered, Spiderman Miles Morales e Bugsnax. Ad esempio.

In pratica quello che successe negli scorsi 7 anni con PlayStation 4 dotato di touchpad e altoparlante, e con PlayStation 3 dotato di sensore di movimento a sei assi.

3 – PlayStation 5 è una console con il lettore di dischi che sembra odiare proprio i dischi

Il bello di questa console forse è proprio il fatto che accontenta chiunque. Si trova in versione senza lettore di dischi a 399 € e a 499 € con il lettore Blu-Ray 4K.

PlayStation 5 dopo 2 mesi - Pro & Contro
Il lettore di dischi infernale di PlayStation 5 | Evosmart.it

Eppure sembra come se la console sia stata concepita per non avere questo componente. Mi spiego meglio. La PlayStation 5 con lettore di dischi può essere un’ottima soluzione sia per chi non si vuole staccare dal possesso fisico dei titoli di gioco e ama scambiarli, prestarli o rivenderli, sia per chi vuole un solo oggetto multimediale per poter ascoltare musica da CD e un film in Blu-Ray senza dover avere altri lettori in salotto o in camera.

Però è dannatamente rumoroso. Quando si inserisce un disco per fare l’installazione fa un rumore assurdo, e visto il design “alieno” della console ho paura che voli via… Ma a parte gli scherzi, ci si abitua subito al silenzio della macchina durante le sessioni di gioco, che però vengono spezzate da 10 secondi di supplizio circa ogni ora. In questi 10 secondi la console fa un check del disco di gioco per controllare che sia inserito.

Anche durante la visione di film in Blu-Ray, il disco si sente nei momenti di silenzio o a basso volume. Tutto questo mi fa propendere sul fatto che non sia stato eseguito un giusto lavoro di insonorizzazione sull’unità ottica. E capisco che ormai si usa poco, ma c’è.

I pregi di PlayStation 5

Dulcis in fundo.

1 – L’SSD è più spazioso di quanto sembri

Partiamo da una di quelle cose che mi facevano paura. Se lo spazio sull’SSD da “soli” 825 GB finisce che si fa? Perchè forse non lo sapete, ma solo 667 GB sono utilizzabili dall’utente.

Con il tempo i giochi si fanno sempre più grossi sì, ma con giochi studiati appositamente per girare solo su SSD si riesce a creare file di istallazione più piccoli non dovendo duplicare i dati. Come ad esempio succedeva da disco Blu-Ray su PlayStation 3 e da Hard Disk su PlayStation 4.

Ora però vediamo nel mio specifico caso com’è la situazione. Partiamo con il dire che dopo circa 2 mesi di gioco ho occupato solo 432 GB e che quindi avanzo 235 GB.

PlayStation 5 dopo 2 mesi - Pro & Contro
L’archiviazione di PlayStation 5 | Evosmart.it

E come vedete dall’istantanea, i giochi occupano solo 352 GB, mentre 14 GB sono occupati da screenshot e video creati in automatico dalla console o da me, 1 GB sono i salvataggi e 65 GB sono dati archiviati come “altro” necessari al funzionamento della console e dei giochi.

I giochi installati al momento sono 12, divisi tra 5 titoli PlayStation 5 e 7 titoli PlayStation 4. Il gioco più grande installato è F1 2019 con 56 GB, mentre quello più piccolo è Bugsnax con i suoi 8 GB. Nel conteggio però ci sono anche titoli come i due Spiderman che conteggiano insieme ben 95 GB. Tra i giochi sono presenti anche le app multimediali scaricate come YouTube, Spotify e Prime Video. Ma queste 3 insieme occupano meno di 2 GB.

PlayStation 5 dopo 2 mesi - Pro & Contro
Quanto occupano i giochi? | Evosmart.it
2 – Veramente silenziosa

Se c’è una seconda cosa che non mi sarei aspettato è il fatto che PlayStation 5 sarebbe stata così silenziosa, sia con i titoli PlayStation 4 che con quelli nuovi. Tutte le volte che ho pensato “Hey, ecco la ventola” in realtà era il check del disco inserito…

PlayStation 5 dopo 2 mesi - Pro & Contro
Ecco la ventolona da 120 mm | Evosmart.it

Ora il vero dilemma è se potrà restarlo in futuro. I giochi appena usciti sicuramente non scalfiscono neanche la superficie delle potenzialità grafiche della macchina. Sono solo un primo assaggio. Inoltre la console ha un alimentatore da 350W e ad oggi i titoli PlayStation 5 usano scarsamente 200W. Quindi ci sarà modo da qui in avanti di spremere di più questa belva.

3 – Una valida alternativa ai lettori Blu-Ray 4K

Arrivo da una PlayStation 3 Slim che era un ottimo lettore Blu-Ray e multimediale. Avevo anche il telecomando Bluetooth. Ma devo dire che anche la PlayStation 5 non scherza.

PlayStation 5 dopo 2 mesi - Pro & Contro
Molto multimediale | Evosmart.it

Dal menu multimediale è possibile selezionare il disco e gestirlo esattamente come se si avesse un lettore Blu-Ray. Ci sono tutti i tasti a schermo che si avrebbero su un telecomando. Basta premere il pulsante TRIANGOLO. In più ha una gestione intelligente dei dischi, ricordandosi dove si era arrivati anche se si toglie e rimette il disco.

Di contro c’è da dire che quest’ultima funzione non sempre ha funzionato, e che in 1 Blu-Ray l’audio era mooolto basso. Tra i tasti a schermo però non è presente quello del volume. Inoltre il software è ancora acerbo e può sicuramente migliorare con il tempo.

Nota a margine. In questa modalità la console consuma ~ 45W, come sulla dashboard in idle. Ottimo risultato.

4 – Il menu rapido è il cuore di PlayStation 5

Ed eccoci arrivati a quello che credo sia non solo il cuore pulsante di PlayStation 5, ma anche uno degli strumenti più riusciti nel cambio generazionale.

Il menu rapido si apre premendo il pulsante PS. Da qui si accede ad un’infinità di cose. Alcune di queste possono essere levate se non ci sembrano utili.

Con il tempo ho scoperto che si gestisce buona parte della console proprio da qui senza dover passare alla dashboard vera e propria.

Tra le cose che potete fare:

  • Andare alla Home (schermata della dashboard).
  • App Switcher, serve per muoversi tra le ultime app usate. Al momento comprende l’ultimo gioco/app multimediale in uso, 2 giochi e 2 app multimediali recenti.
  • Visualizzare le notifiche. Queste appaiono anche in alto a destro sullo schermo, e sono richiamabili rapidamente premendo PS appena compaiono.
  • Game Base. Da qui si gestisce la vita sociale su PlayStation. Si controllano i Party, si inviano video e foto agli amici e si iniziano chat vocali.
  • Spotify. Vengono visualizzate playlist inerenti i giochi o il play musicale se attivo.
  • Trasmissione. Serve per visualizzare amici che fanno dirette.
  • Accessibilità. Riporta al menu impostazioni.
  • Caricamenti/Scaricamenti. Viene visualizzata la lista di giochi in download, le foto e i video che si stanno condividendo e i vari aggiornamenti.
  • Rete. Accesso rapido al menu della rete internet.
  • Visore VR. Impostazioni accessibili solo collegando il PlayStation VR.
  • Volumi. Da qui si possono decidere i volumi di sistema, della musica, dei video, del controller e l’uscita audio.
  • Microfono. Si può regolare il microfono o disattivarlo.
  • Controller. Da qui si vedono i controller connessi, i mouse e le tastiere,  e ovviamente le relative batterie e impostazioni.
  • Utente. Si può cambiare utente, visualizzare il profilo e i trofei.
  • Pulsante di spegnimento. Spegne, riavvia o mette a riposo la PlayStation 5.

Sopra la fila di icone poi compaiono delle schede interattive. Tra queste è visibile proprio quella degli screenshot usati per questo articolo. In questa maniera si crea un contenuto e lo si condivide in pochi passaggi senza uscire dal gioco. Oppure è possibile passare a diverse missioni in un gioco con relativa percentuale di completamente. Oppure avere informazioni sugli ultimi giochi usciti. Infine anche poter vedere dei suggerimenti per i titoli compatibili (solo per gli utenti PlayStation Plus) come Astro’s Playroom.


Avete anche voi una PlayStation 5? Cosa vi piace e cosa non vi piace, fatecelo sapere qui sotto nel box dei commenti.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più