Google annuncia la chiusura degli studi di sviluppo interni a Stadia
Google Stadia News Gaming

Google annuncia la chiusura degli studi di sviluppo interni a Stadia

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Sicuramente Google aveva previsto un lancio decisamente migliore per Stadia. Ma nonostante un lancio ben al di sotto delle attese, col passare del tempo la piattaforma si è consolidata approfittando anche del debutto disastroso (soprattutto su old gen) di Cyberpunk 2077. Tutto ciò però non è bastato a salvare i due studi di sviluppo interni a Stadia.

Leggi anche: Xbox Games with Gold: annunciati i giochi gratuiti di Febbraio 2021

GOOGLE ANNUNCIA LA CHIUSURA DEGLI STUDI DI SVILUPPO INTERNI, GLI SFORZI SI CONCENTRERANNO SUL POTENZIAMENTO DI STADIA

Google Stadia Pro gratis per due mesi: lo proverete?

L’annuncio proviene dalla stessa Google ed è già stato diramato da diverse testate internazionali. A farne le spese sono entrambi gli studi di sviluppo interni di Stadia, rispettivamente con base a Montreal e Los Angeles. Di seguito vi riportiamo una parte del comunicato ufficiale di Google.

Phil Arrison, Vicepresidente di Google e Stadia Global Manager
“Creare i migliori giochi da zero richiede molti anni e investimenti significativi e il costo sta aumentando in modo esponenziale. Data la nostra attenzione nello sviluppo della tecnologia alla base di Stadia e nell’intensificazione delle nostre partnership commerciali, abbiamo deciso di non investire ulteriormente nel portare contenuti esclusivi dal nostro team di sviluppo interno”

Phil nello stesso comunicato precisa però che questo non si tratta di un segno di resa verso i propri rivali. Google continuerà a puntare sul cloud gaming; l’obbiettivo è quello di potenziare la piattaforma a partire da tutte le funzioni promesse prima del lancio e che ancora non sono state integrate.

Google annuncia la chiusura degli studi di sviluppo interni a Stadia
Giunge al suo termine l’avventura nel team di Google per Jade Raymond | Evosmart.it

La chiusura degli studi di sviluppo interni ha portato all’abbandono di Google da parte della game producer Jade Raymond, celebre per i successi ottenuti lavorando alla serie di Assassin’s Creed. La maggior parte del team di sviluppo invece verrà assegnato a nuovi ruoli all’interno di Google.

È quanto mai evidente che Google avesse sottovalutato, almeno inizialmente, la complessità del mercato videoludico. Lanciare una nuova piattaforma da zero, insieme allo sviluppo di nuove IP tripla A, era troppo anche per il colosso di Mountain View. Nell’immeddiato per i giocatori non cambierà nulla: Google infatti continuerà portare nuovi contenuti e funzioni all’interno di Stadia.

Via: VG247, Gsmarena

Fonte: Google

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più