Kraken, l'asso nella manica di Sony per l'SSD di PlayStation 5
evoGAMES Focus Playstation PlayStation 5

Kraken, l’asso nella manica di Sony per l’SSD di PlayStation 5

Quando Mark Cerny, Lead System Architect di PlayStation 4 e PlayStation 5, fece l’ormai famosa presentazione di PlayStation 5, il pubblico rimase diviso tra chi voleva vedere la console e chi ha colto le continue spiegazioni sull’SSD come la supercazzola che Microsoft raccontò alla presentazione di XBOX ONE. Vi ricordate il tormentone “TV TV TV“?

Ebbene, da allora molte cose sono state “scoperte”, ma di certo vi era che quella presentazione, fatta alla Game Developer Conference 2020 (GDC), era troppo semplice per degli sviluppatori e forse troppo complessa per stampa e utenti.

Quello che successe è che si creò confusione. Come se Sony non fosse pronta a mostrare la console. E in parte fu vero. Non sappiamo se in quel momento il design definitivo che possiamo ammirare oggi fosse già definitivo per Sony stessa, a differenza di Microsoft che presentò XBOX Series X in tutto e per tutto un bel po’ prima. Però la cosa più importante fu realmente presentata. Ovvero la PlayStation 5. Che non è l’oggetto che vediamo, ma i componenti che la compongono. Ovvero quello che non viene modificato nel corso della generazione, ma che una volta scelto è quello che rimane e che va usato.

Leggin anche: PS5: perché si parla così tanto del suo SSD? Tutto quello che c’è da sapere

Kraken, l'asso nella manica di Sony per l'SSD di PlayStation 5
Kraken, l’asso nella manica di Sony per l’SSD di PlayStation 5 | Evosmart.it

Antefatto finito, vediamo ora cos’è il Kraken

Ora vi spieghiamo perchè si parlò tanto di SSD durante la presentazione e perchè può diventare una svolta cruciale nel mercato videoludico.

Anche perchè, se siete PC Gamer o appassionati, saprete già benissimo che gli SSD si usano da almeno 10 anni nei computer. E che nel caso specifico dei giochi, un SSD riesce quasi ad annullare i tempi di caricamento.

Kraken, l'asso nella manica di Sony per l'SSD di PlayStation 5
HDD vs SSD | Evosmart.it

Quindi ad esempio, se dovessimo caricare 2 GB di texture da HDD (Hard Disk) ci metteremmo ben più tempo che da SSD (Disco a Stato Solido). E fin qui non c’è nulla di strano o fantascientifico giusto? E se il gioco di nuova generazione avesse da caricare 4 GB di texture da SSD? Andrebbe lo stesso più veloce di un HDD che deve caricarne 2 GB? Beh certo. Le differenze di velocità in gioco sono molto più elevate dell’1:2. Un HDD teoricamente arriva a muovere fino a 150/200 MB/s circa, nonostante le specifiche del cavo di connessione SATA-III arrivino a 750 MB/s (6 Gbps) teorici. Un SSD connesso tramite cavo SATA-III può saturare tutta la banda passante di 750 MB/s (600 MB/s però sono più reali), portando il rapporto di velocità a circa 1:4 (1:3 in realtà). Ma fortunatamente gli SSD moderni hanno abbandonato l’interfaccia SATA-III a favore dell’interfaccia NVMe basata su PCIe. Ad oggi l’SSD consumer più veloce in commercio è il Sabrent Rocket 4 Plus da almeno 2 TB (399 € su Amazon), che raggiunge i 7.1 GB/s in lettura. In questo caso il rapporto di velocità rispetto ad un HDD è di 1:12 in applicazioni reali.

Leggi anche: PS5 e XBOX SERIES X – Specifiche a confronto

Ma cosa succede rispetto ad una console come PlayStation 5, che vanta un SSD capace di leggere file non compressi fino a 5.5 GB/s e file compressi fino a 8/9 GB/s? Da come si potrebbe intendere, la console di Sony ha un leggero vantaggio (27%) rispetto all’SSD più veloce in commercio. Ma è qui che entra in gioco il Kraken.

Esattamente come l’animale mitologico, è in grado di stritolare e comprimere grossi quantitativi di file fino a comprimerli in uno spazio minore. Senza avere perdite di qualità ovviamente. E il Kraken Decompression di PlayStation 5 fa la sua parte nel decomprimere questi file.


Il Kraken è un algoritmo di compressione dati senza perdita creato RAD Game Tools. Il team di sviluppo di PlayStation 5 ha inserito il Kraken e le Oodle Texture nel sistema I/O della console. La combinazione tra Oodle Texture, Kraken e il velocissimo SSD possono portare la velocità di caricamento di dati ben compressi fino a 22 GB/s. Il Kraken è fornito da Sony gratuitamente a tutti gli sviluppatori forniti del Devkit PlayStation 5. L’azienda RAD Game Tools è stata acquisita da Epic Games, creatori dell’Unreal Engine, nel Gennaio 2021. E per intenderci l’Unreal Engine 5 sfrutta già il potenziale del Kraken.

Lo stesso Unreal Engine 5 mostrato a Maggio 2020 in questa tech demo, e che a detta degl sviluppatori era possibile da implementare come mostrata solo su PlayStation 5, grazie al suo sistema di I/O.


Ed ecco che ora si iniziano a vedere i primi vantaggi di questa tecnologia, precedentemente solo assaggiati con Spiderman Miles Morales. Sulla console PlayStation 4 il gioco pesa circa 52 GB, mentre su PlayStation 5 solo 40 GB. Il tutto si rifà alle parole di Cerny durante la presentazione. Infatti disse che l’SSD non lo usano solo perchè carica più velocemente, ma perchè permette di non avere texture e assets duplicati (che erano d’obbligo nel caso di un gioco che dipendesse da un disco in rotazione per i caricamenti). Quindi già di per sé l’utilizzo di un SSD come unico mezzo di caricamento del gioco permette di avere giochi più piccoli rispetto al passato, anche se il gioco è più complesso o in 4K.

Bene, dato per assodato questo, il Kraken cosa offre in più?

Questo strumento di compressione e decompressione di texture è stato sviluppato da Sony per PlayStation 5 ed è incluso gratuitamente nei Devkit di PlayStation 5. Permette letteralmente di rendere meno impegnativo per CPU e GPU la decompressione stessa delle texture, togliendo ogni possibile collo di bottiglia.

In pratica sarebbe come avere delle texture che su PC e XBOX in 4K pesano 3 GB e che vanno caricate, mentre su PlayStation 5 le stesse texture pesano “solo” 1 GB. E a quanto pare questo non succede solo in teoria, ma anche in pratica. Un nuovo esempio è dato dalla rimasterizzazione di Control con il nuovo titolo Control Ultimate Edition.

Qui in alto abbiamo le schermate di Control Ultimate Edition. La prima versione è per PC Windows e pesa 42.1 GB, la seconda per per XBOX Series X e pesa 42.5 GB, mentre la terza è per PlayStation 5 e pesa 25.8 GB. In pratica pesa il 40% meno della “stessa” versione per console di nuova generazione. E se pensiamo che la differenza per Miles Morales era solo dell’ordine del 23%, qui è quasi il doppio.

In più come se non bastasse, pare che la versione PlayStation 5 del gioco sia la più vicina alla versione PC, come prestazioni grafiche.

Cosa comporta il Kraken per lo spazio di archiviazione su SSD

Beh, come avrete intuito, lo spazio richiesto per i giochi di nuova generazione non andrà a impattare troppo sullo spazio di archiviazione (a meno di giochi realmente faraonici). Facciamo qualche esempio pratico.

  • PS4 vs PS5 | Spiderman Miles Morales

Su una PlayStation 4 Pro da 1 TB ci sono circa 862 GB disponibili all’utente. Miles Morales pesa 52 GB. Quindi ogni copia pesa il 6% dello spazio di archiviazione disponibile, e di conseguenza ci starebbero ben 16.7 copie del gioco.

Su PlayStation 5 da 825 GB ci sono 667 GB disponibili all’utente. Miles Morales però pesa 40 GB. Quindi ogni copia pesa il 6% dello spazio di archiviazione disponibile, e di conseguenza ci starebbero ben 16.7 copie del gioco.

  • XBOX Series X vs PS5 | Control Ultimate Edition

Su XBOX Series X da 1 TB ci sono circa 802 GB disponibili all’utente. Control Ultimate Edition pesa 42.5 GB. Quindi ogni copia pesa il 5.3% dello spazio di archiviazione disponibile, e di conseguenza ci starebbero ben 18.9 copie del gioco.

Su PlayStation 5 da 825 GB ci sono 667 GB disponibili all’utente. Control Ultimate Edition però pesa 25.8 GB. Quindi ogni copia pesa il 3.9% dello spazio di archiviazione disponibile, e di conseguenza ci starebbero ben 25.9 copie del gioco.

Paradossalmente in entrambi i casi il minor numero di GB di archiviazione della PlayStation 5 non sembrano essere un discriminante nell’acquisto. Anzi, i numeri potrebbero quasi ingannare. Come quando si legge che uno smartphone ha 12 GB di RAM non per forza vuol dire che andrà meglio di uno con 4 GB.

Kraken, l'asso nella manica di Sony per l'SSD di PlayStation 5
Più giochi in meno spazio grazie al Kraken? | Evosmart.it

Cosa comporta il Kraken per i giochi di nuova generazione

Per quanto riguardo la creazione e lo sviluppo dei giochi, lo strumento che Sony mette a disposizione di tutti gli sviluppatori permette ora e permetterà ancora meglio in futuro di non caricare la CPU e la GPU della console nel compito di decomprimere i dati. In questa maniera l’SSD e il suo controller si occuperanno di tutto il lavoro.

Questo permette anche di poter dare in pasto alla GPU più elementi da renderizzare, o più complessi, o con delle texture più definite. Proprio perchè queste pesano meno e perchè non pesano alla CPU o alla GPU durante la decompressione.

Per fare un esempio, è come se ad un commesso date da mettere degli oggetti su degli scaffali. Se glieli date già privi di pallet, cellophan e ulteriori imballi, lui ci metterà meno a tempo a metterli sugli scaffali. Ora immaginate che ogni commesso sia una parte della GPU. Nel caso della XBOX Series X ad esempio, questo processo di unboxing e picking viene eseguito dalla GPU. Mentre nella PlayStation 5 la GPU si occupa solo del picking. Chi ci metterà di meno a finire?

E se PlayStation 5 ci mette meno tempo vuol dire che può pensare solo a generare immagini e non ad altro. E possibilmente può reggere un carico più alto di lavoro nello stesso periodo.

Kraken, l'asso nella manica di Sony per l'SSD di PlayStation 5
Picking in una Delivery Station Amazon | Evosmart.it

Inoltre ricordiamo che l’SSD di PlayStation 5 (anche e soprattutto grazie al controller Sony a 12 canali) è sì più veloce di un Blu-Ray o un HDD a caricare, ma che permette di mettere più elementi a schermo contemporaneamente oltre a non dover creare assets duplicati degli stessi elementi, come succedeva con i dischi a rotazione. Non bisogna confondere i tempi di caricamento, che apprezziamo ovviamente, con il vero compito che hanno gli SSD.

Fonte 1 | Fonte 2 | Fonte 3 | Fonte 4 | Fonte 5 | Fonte 6 | Via

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più