abbonamento google play store
Android Curiosità

Google potrebbe presto inserire un canone mensile per il Play Store

STIMA TEMPO DI LETTURA: 3 min

Cosa sarebbe uno smartphone senza le app? Probabilmente niente o quasi ecco perché il mercato digitale delle applicazioni per dispositivi mobili è diventato una vera e propria miniera d’oro che molti stanno sfruttando a dovere.

Google starebbe pensando di sfruttare il suo negozio di app introducendo un canone mensile che darebbe accesso a molti contenuti a pagamento e, per capire che ne pensano gli utenti di tale novità, avrebbe lanciato un sondaggio privato riservato a un gruppo di persone selezionate.

Oggi c’è un abbonamento praticamente per tutto con i relativi vantaggi e svantaggi che non dipendono sempre e solo da quanto si utilizza un determinato servizio ma anche, per esempio, dai contenuti che offre e dal costo degli stessi sul mercato se acquistati una tantum senza ricorrere ad un abbonamento mensile.

I fornitori di servizi digitali sono molto bravi a diversificare e spezzettare la loro offerta per costringere l’utente finale a sottoscrivere più di un abbonamento per avere un esperienza appagante e completa. Esempio lampante è l’offerta di Sky che offre pacchetti diversi per seguire la Serie A e la Champions League costringendo di fatto l’utente finale a comprare sia “Calcio” che “Sport”.

google play pass
Google Play Pass potrebbe arrivare a breve, cosa offrirà?

Google Play Pass converrebbe davvero?

Google ha, negli anni, ampliato di molto la sua offerta. Da semplice motore di ricerca a vero e proprio fornitore di servizi digitali come musica, film, video, app, mappe e chi più ne ha più ne metta. Ecco che, un canone mensile che comprendesse tutto questo magari anche a fronte di un costo leggermente più alto della media, sarebbe da prendere in considerazione.

Play Music costa circa 10 euro al mese poi abbiamo YouTube Premium e Play Film per citare i più importanti anche perché le app di Google sono sempre state gratuite. Se Google stringesse i giusti accordi commerciali con i maggiori produttori e includesse nel proprio canone tutti i suoi servizi, ci troveremmo di fronte a una delle offerte più interessanti e più ricche del mercato anche se dubito che sarà così. Diversamente se lasciasse invariati gli abbonamenti e i servizi on demand esistenti e introdurrebbe un nuovo canone solo per il Play Store che dia la possibilità di scaricare mensilmente app e giochi selezionati secondo me la convenienza sarebbe molto minore.

A differenza di quanto accade per esempio col PlayStation Plus che offre due giochi gratuiti al mese, le app e i giochi del Play Store sono perlopiù gratuite o a prezzo molto ridotto anche se non mancano le eccezioni. Considerando che gli apk (i file di installazione per app e giochi Android) si trovano online praticamente per tutte le app (anche se ovviamente non sono file ufficiali e legalmente riconosciuti) e che molti giochi e applicazioni prevedono ulteriori costi per usarli senza pubblicità o sbloccare funzioni e contenuti aggiuntivi ecco che la cosa va studiata bene perché le variabili e gli interessi in gioco non sono pochi.

Tirando le somme non possiamo esprimere un giudizio finale su questo nuovo servizio di Google (se mai vedrà la luce) senza conoscere i contenuti che lo stesso offrirà e le condizioni generali che prevederà.

Non ci resta che dirvi di rimanere sintonizzati perché vi terremo senz’altro aggiornati se ci dovessero essere novità.

Voi che ne pensate? Sareste disposti pagare un abbonamento mensile per il Play Store? Quali contenuti vi piacerebbe avere compresi?

FONTE: multiplayer.it

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più