Vi siete mai chiesti come il best buy dell'anno, Redmi Note 5, possa suonare in cuffie? Ecco la nostra analisi al dettaglio, per tutti gli audiofili e non! | Evosmart.it
Audio & Multimedia Recensioni

RECENSIONE AUDIO | Redmi Note 5: economico ma amplificabile!

STIMA TEMPO DI LETTURA: 16 min

Appena dopo l’uscita del successore, Redmi Note 5 viene reputato ancora in grado di competere con i principali concorrenti situati nella gamma di prezzo a cui appartiene e che ha già pienamente conquistato in questi mesi. Sarà lo stesso per l’audio cablato del dispositivo, rispetto ai TOP con DAC dedicati, integrati e potenziali gingilli di gamma media?

Dopo i nefasti problemi dati da un bug software nelle prime versioni della MIUI 9.5 è stato risolto il bug del volume estremamente basso in uscita dal dispositivo di casa Xiaomi, il Redmi Note 5 / Pro. Ciò significa che la seguente recensione è stata scritta con test d’ascolto eseguiti su base MIUI 10 in versione Europea da un Redmi Note 5 globale in garanzia italiana. E adesso, musica maestro!

INTRODUZIONE

Per la maggior parte dei nostri lettori abituali questa sarà una novità inaspettata, tuttavia c’è chi conosce da ben prima della nascita di questo blog l’attenzione dedicata al versante dell’audio ad alta fedeltà sin dai tempi di Pianetasmart, argomento sempre ben apprezzato dalla maggior parte del pubblico che, in parte, si è persino fidelizzato per questo. Vi chiediamo quindi di lasciare un riscontro, tramite una reazione o un commento più in basso, se il seguente format sarà di vostro gradimento.

Tra pochi istanti analizzeremo il Re della gamma media prodotto da Xiaomi esclusivamente sulle performance offerte nell’audio cablato, senza nessun effetto software attivo; dalla risposta in frequenza al dynamic range, soundstage, dettagli percepibili, potenza in volume, differenze percepite con file musicali di bassa e alta qualità e come suona se amplificato con l’attuale best-buy under 100€ FiiO A3 (E11K).

Abbastanza? Ebbene no, perché valuteremo anche le prestazioni con i differenti tipi di musica (di natura elettronica, strumentale e orchestrale). Ometteremo i dati cartacei, dato che sono rintracciabili facilmente in molti altri siti o blog che hanno effettuato i dovuti test con attrezzature adeguate.

Il viaggio che affronteremo sarà lungo e dettagliato, quindi vi consiglio vivamente di cercare nella seguente pagina il sotto-argomento che preferite con la funzione “Trova nella pagina” o con Ctrl + F e digitando uno dei punti precedentemente elencati. Buona lettura!

I SEGUENTI RISULTATI SONO STATI OTTENUTI ASCOLTANDO DA REDMI NOTE 5 CON AUDIO TECHNICA ATH-M50X, LE PIù POPOLARI CUFFIE MONITOR ANCORA DISPONIBILI SUL MERCATO GLOBALE.

RISPOSTA IN FREQUENZA

Eccoci nel primo punto della nostra analisi: come il DAC integrato allo Snapdragon 636 di questo dispositivo reagisce alla riproduzione musicale di qualsiasi brano o effetto sonoro. Questo non è altri che l’equalizzazionenaturale” che ogni dispositivo-sorgente porta con sé. Suddividendo le frequenze principali in tre gruppi, se il brano scelto ne presenta il seguente quantitativo astratto:

  • Bassi: 100
  • Medi: 100
  • Alti: 100

Il DAC integrato di Redmi Note 5 le processerà, restituendole in questo modo:

  • Bassi: 105
  • Medi: 99
  • Alti: 102

Entrando nello specifico, ecco le sensazioni che regala ciascuna di queste:

  • Bassi: Ci sono solo se servono. Morbidi, sono lievemente enfatizzati nella gamma dei 62Hz.
  • Medi: Di ottima presenza. I vocali e le chitarre suonano cristalline nella maggior parte dei casi, separandosi bene dal resto delle frequenze.
  • Alti: Buoni e presenti per riportare a galla qualche dettaglio in più del brano. Potrebbero distorcere leggermente a volume massimo.

Una sorgente che dunque preferisce restituire una risposta naturale, di tipo piatto. Quest’ultima è estremamente utile se siete degli utenti che amano l’uso dell’equalizzatore, o al contrario dei puristi alla ricerca della riproduzione più fedele possibile a quella pensata al momento della composizione del brano. Un altro vantaggio che questo tipo di spettro porta con sé riguarda la possibilità di amplificare l’uscita audio senza (o quasi) distorsioni. Su questo punto torneremo in maniera più approfondita nella sezione adeguata.

Grafico della risposta in frequenza di Redmi Note 5 (GSMArena) | Evosmart.it
Grafico della risposta in frequenza di Redmi Note 5 (GSMArena) | Evosmart.it

DYNAMIC RANGE

Il dynamic range è quella componente che permette la percezione della separazione degli strumenti e che, dipendentemente dalla qualità della sorgente, può anche dare un’impressione “tridimensionale” se ben abbinato alla soundstage riprodotta. In poche parole in questa parte parleremo di quanto la musica riprodotta da Redmi Note 5 possa apparire dinamica all’orecchio dell’ascoltatore.

La separazione di bassi, medi e alti in questo dispositivo è leggermente dinamica; dalla batteria alle voci, dagli effetti sintetici ai kick dell’elettronica. Non raggiunge di certo i livelli di Note 9 per tridimensionalità, ma il tuning del DAC sul dispositivo Xiaomi preferisce non “esagerare” sul dinamismo, cercando di andare incontro ai puristi ma contro gli entusiasti in cerca di un suono energico (che non è di certo il punto di forza di questo terminale).

SOUNDSTAGE

Per soundstage si intende la capacità della sorgente nel definire spazialità nel suono riprodotto, dov’è possibile percepire una grande separazione tra cuffie destra e sinistra oltre che la posizione degli strumenti e quindi l’effetto surround passivo che è in grado di generare. Assieme al Dynamic Range forma il fattore tridimensionalità del suono che viene percepito.

Il telefono, nonostante i contenuti risultati in dynamic range e la risposta parecchio piatta delle frequenze, regala una sensazione piacevolmente immersiva facendo uso di una buona soundstage sonora. I colpi di batteria si mantengono leggermente posteriori, le chitarre e i vocali laterali. Potrei definirlo un audio 2.5D.

DETTAGLI

Un altro asse di paragarone di vitale importanza per la nostra analisi sono i dettagli che Redmi Note 5 riesce a far percepire all’utente in ascolto. Spesso e volentieri la quantità e qualità di questi dipendono in parte dal tipo di risposta in frequenza proposta.

Nel nostro caso, grazie allo spettro naturale della riproduzione di alti, medi e bassi e grazie ad un’eccellente ottimizzazione sulla percettività di qualsiasi strumento di natura sintetica o strumentale possiamo affermare che questi sono il punto forte del dispositivo. Più avanti vedremo infatti come questi possano rimanere intatti anche amplificando la sorgente con alti guadagni, forzando al massimo le capacitò del DAC integrato allo Snapdragon 636.

VOLUME

Ultimo (ma non per importanza) elemento che completa e conclude l’analisi della capacità del DAC integrato a Redmi Note 5 è la potenza massima erogata in uscita, aka volume massimo raggiungibile. Questo è dato dal voltaggio che l’amplificatore integrato al DAC (a sua volta integrato al processore) può erogare; non abbiamo dati specifici al riguardo, ma dalla mia esperienza posso dedurre che si tratti di circa 0.3 Volt – lo standard per la maggior parte dei dispositivi senza scheda audio dedicata.

Il risultato è, ovviamente, mediocre. Se paragonato tuttavia al resto dei device con processore audio e amplificatore integrati si ha un volume massimo buono, anche se si lascia superare di un pelo dal “cugino” minore Redmi 5 Plus. Per l’ascolto da questo dispositivo consiglio l’uso di cuffie a bassa impedenza (meno di 22 Ohm), dato che con 40 o più la risposta in frequenza comincia a distorcersi per mancanza di voltaggio.

Xiaomi Redmi Note 5 con Audio Technica M50X | Evosmart.it
Xiaomi Redmi Note 5 con Audio Technica M50X | Evosmart.it

PERFORMANCE CON DIVERSI FILE MUSICALI

Una delle domande che i più esperti potranno porsi davanti alla scelta d’acquisto di una sorgente rispetto ad altre: si sente la differenza tra l’ascolto di un mp3 a media qualità (16bit, 44.1 KHz, 128KBps) da uno di massima (16bit, 44.1 KHz, 320KBps) e da un file FLAC direttamente importato da un CD (16bit, 44.1 KHz, 1 MBps) o campionato ad alta risoluzione (24 – 32bit, 48 – 192KHz, 2 – ∞ MBps)?

La risposta si divide dunque in tre parti, dove risponderemo per ciascuna con il rispettivo giudizio:

  • Differenza d’ascolto tra un mp3 di media e alta qualità: percepita senza se e senza ma. Redmi Note 5 riesce a risaltare i dettagli distorti dalla compressione dati.
  • Differenza d’ascolto tra un mp3 di alta qualità e un FLAC importato da CD: percepita lievemente. L’amplificazione potrebbe risultare insufficiente a far risplendere i dettagli portati a galla dal dispositivo, che nonostante il DAC integrato svolge un buon lavoro in questo senso.
  • Differenza d’ascolto tra un FLAC importato da CD e un altro campionato ad Alta Risoluzione: non percepita.

Ricordate che i risultati qui postati dipendono anche dall’orecchio dell’ascoltatore. Al momento dei test, la diagnosi delle mie orecchie hanno evidenziato la perfetta integrità dell’udito e delle frequenze captate.

PERFORMANCE CON AMPLIFICATORE PORTATILE

Ed eccoci arrivati al punto forte di questa recensione: i risultati dati con amplificatore portatile, per l’esattezza un FiiO A3 (E11K). Quando una sorgente viene amplificata significa che ne viene il più possibile aumentata la potenza di volume a scapito di distorsioni e perdite di dettagli. Ricordiamo inoltre che ogni amplificatore tende a modificare leggermente la risposta in frequenza, aggiungendo colore all’ascolto.

L’amplificatore portatile che abbiamo citato è uno tra i migliori per rapporto prezzo/potenza (fino a 4.5V) e si posiziona tra i migliori in assoluto sotto i 100€ da più di 3 anni; in poche parole, quello che l’utente medio o entusiasta comprerebbe con le più alte probabilità.

I risultati di questi test sono sorprendenti per un telefono con DAC integrato: grazie alla risposta in frequenza praticamente piatta e ai dettagli offerti dal tuning probabilmente personalizzato da Xiaomi, amplificando Redmi Note 5 si otterrà un ascolto pari a quello di un LG V20 in High Gain (o meglio, in modalità Dispositivo audio esterno), con un timbro V-Shaped e bassi meno pungenti ma più presenti e morbidi. Dati gli eccellenti risultati con un amplificatore under 100€, siamo sicuri che andranno più che bene soluzioni ulteriormente dispendiose o potenti!

Xiaomi Redmi Note 5 con amplificatore portatile | Evosmart.it
Xiaomi Redmi Note 5 con amplificatore portatile | Evosmart.it

PERFORMANCE CON DIFFERENTI TIPI DI MUSICA

Musica di natura elettronica

Per musica di natura elettronica intendiamo qualsiasi tipo di brano creato utilizzando unicamente strumenti sintetizzati o sintetici. I generi di cui stiamo parlando sono l’Elettronica e tutte le sue derivazioni: Dance, Trance, Dubstep, Europop, etc. Le performance con questo tipo di musica dipendono spesso dalla risposta in frequenza e dalla quantità e qualità dei bassi offerte da essa.

Quello che Redmi Note 5 ha offerto in questo caso è niente di emozionante; grazie al leggero dinamismo si è comunque riusciti a godere dei brani di genere elettronico con dei bassi adeguatamente distinti da medi-bassi e medi, separazione necessaria in questo tipo di canzoni. Con un amplificatore l’ascolto di elettronica è decisamente più gradito.

Brani utilizzati per i test (in qualità mp3 320KBps o superiori):

Musica di natura strumentale

Per musica di natura strumentale intendiamo i brani creati utilizzando strumenti sintetici misti a reali, soggetti a registrazioni studio o dal vivo. I generi che ne derivano sono un’infinità, ma noi ci fermeremo al Pop, JPop, Rock, Metal e qualche equivalente di questi brani ma registrati dal vivo. A incidere sulle performance sono il tipo di risposta in frequenza, il dynamic range e i dettagli.

Una riproduzione piatta associata ad un leggero ma non invasivo dinamismo e con dettagli eccellenti può significare una sola cosa: il paradiso dei puristi. Il suono di ciascun strumento non viene snaturato, leggermente separato con una soundstage lievemente 3D che aiuta nella distinzione di chitarre, batteria, tastiera ed altro. Tutto ciò garantisce una riproduzione esente da distorsioni, che può essere godibile anche da un entusiasta se si accompagna all’ascolto un amplificatore qualsiasi.

Brani utilizzati per i test (in qualità mp3 320KBps o superiori):

Musica di natura orchestrale

Per musica di natura orchestrale intendiamo i brani creati utilizzando unicamente strumenti reali, soggetti a registrazioni studio o dal vivo, anche in uso contemporaneo a molti altri della stessa natura. I generi derivati sono la musica Classica, e tutti i sottogeneri ad essa appartenenti. Sulle performance incidono la risposta in frequenza del lettore, il dynamic range, dettagli e soundstage.

I risultati sono ancora una volta ottimi per un telefono di questa fascia di prezzo: di nuovo incontro ai puristi senza supplementi e agli entusiasti con l’ausilio di un’amplificazione, il tuning del DAC riesce a far percepire una buona distinzione degli strumenti, un dinamismo associato alla soundstage che amplia l’imagining già nitido del brano in ascolto e lo spettro piatto di risposta che evita di alterare qualsiasi strumento sia stato scelto per la composizione.

Brani utilizzati per i test (in qualità mp3 320KBps o superiori):

CONCLUSIONI

Giunti alla fine di questa grande analisi audio, non ci resta che capire a fondo se l’acquisto di questo medio gamma prodotto da Xiaomi può aver senso per un aspetto sottovalutato quanto cruciale per alcuni: l’audio in cuffie. La risposta si dividerà dunque in tre parti per ogni categoria generica di ascoltatore che abbiamo già separato nel nostro articolo “Audio Cablato o Wireless: quale conviene?“: ascoltatore medio, entusiasta e professionista.

  • Per l’ascoltatore medio: relativamente consigliato; se preferite una risposta più ricca di bassi vi consiglio di puntare su altro, se siete disposti ad accettare uno spettro piatto delle frequenze per un dettaglio e dinamismo maggiori allora scegliete questo.
  • Per l’ascoltatore entusiasta: relativamente consigliato; se possedete un amplificatore portatile, anche economico, può rivelarsi un perfetto compagno d’ascolto: volume e timbro del suono possono subire qualsiasi modifica senza quasi perdere dettagli o acquisire delle distorsioni.
  • Per l’ascoltatore professionista: consigliato; gli amanti del suono naturale verranno soddisfatti dal timbro di questo device, ma se sprovvisti di attrezzature di amplificazione adatte consiglio l’uso di cuffie con bassa impedenza per evitare problemi di volume basso o distorsione della resa.

Questo dispositivo si adatta a chiunque per tutto il resto del comparto hardware, con una batteria da record per la sua fascia di prezzo; oggi vi riveliamo che fa lo stesso, più o meno, anche sul comparto audio cablato, soprattutto se siete disposti a spendere qualche decina di euro un più su un amplificatore portatile.

Su questo price range ci vediamo comunque costretti a consigliarvi un telefono con DAC e amplificatore dedicati, LG Q8 (2017), il quale ha subito un enorme calo di prezzo ed è disponibile tutt’oggi su Amazon.it per 205€: quest’ultimo, in performance generiche sull’audio cablato, distruggerebbe in un batter d’occhio Redmi Note 5.

Vi linkiamo di seguito tutti i prodotti citati e consigliati, e vi ricordiamo di lasciare un riscontro nella sezione commenti o tramite una reazione qui sotto su questa recensione audio di Xiaomi Redmi Note 5!

ACQUISTA XIAOMI REDMI NOTE 5 SU AMAZON.IT

ACQUISTA L’AMPLIFICATORE FIIO A3 (E11K) SU AMAZON.IT

ACQUISTA LG Q8 (2017) SU AMAZON.IT

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

3 commenti

Avatar
Ga_tech 1 Ottobre 2018 at 20:49

Wow.. che lavoro accurato! Non sono un vero e proprio fan del comparto audio di un telefono ma ammetto che avere delle dritte cosi dettagliate é sempre utile 😉 se un giorno creerete una sezione dedicata ai dettagli fotografici vi amerò alla follia ahahahah XD

Rispondi
Avatar
AlisGelida 2 Ottobre 2018 at 15:38

Ottima idea ♥ Propongo in redazione.

Rispondi
Avatar
Ga_tech 2 Ottobre 2018 at 17:21

Felice di poter esservi d’aiuto 😉

Rispondi

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più