Akudama Drive: una nuova prospettiva sul Cyberpunk
Anime e Manga

Akudama Drive: una nuova prospettiva sul Cyberpunk

STIMA TEMPO DI LETTURA: 6 min

Dopo l’esplosione del genere Cyberpunk, a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, nei primi anni 2000 abbiamo assistito ad un calo delle serie appartenenti a questo genere narrativo. In tempi recenti però diverse opere si stanno riaffacciando sul genere: sia in ambito cinematografico (Blade Runner 2049, Ghost in The Shell e Alita) che sul piano videoludico (Cyberpunk 2077).

Leggi anche: TOP 10 Anime del 2020: la nostra selezione

In ambito anime invece ha fatto di recente il suo debutto Akudama Drive. La serie ha goduto fin da subito di una certa popolarità per la partecipazione al progetto di Kazutaka Kodaka, creatore originale della serie Danganronpa. L’obbiettivo? Un plot ispirato ai film di Quentin Tarantino ma con ambientazione Cyberpunk.

Akudama Drive: una nuova prospettiva sul Cyberpunk
Il tributo al mondo di Hollywood non si ferma qui: infatti il titolo di ogni episodio è allo stesso tempo il titolo di un celebre film. Tra di essi vale la pena menzionare Reservoir Dogs (Le iene) dello stesso Tarantino, Mission: Impossible e The Shining.

Ad affiancarlo ci sono Yoshio Tanioka per l’art direction e Tomohisa Taguchi alla regia, entrambi celebri per molti gli adattamenti animati dedicati alla serie videoludica Persona. Ma questa fiducia sarà stata ben riposta?

UN GIAPPONE DIVISO TRA DISTOPIA E UTOPIA

In un futuro non meglio precisato la guerra tra Kansai e Kanto ha avuto sul Giappone dei risvolti devastanti. Per risolvere il conflitto il Kanto ha utilizzato una bomba che ha causato danni permanenti al Kansai che ora si ritrova alle dipendenze della nazione vincitrice.

Se il Kanto è ritratto come una sorta di Utopia, nel Kansai la crescita sempre maggiore della criminalità ha portato alla nascita dei super criminali chiamati Akudama. Per contrastarli la Polizia ha dato vita all’Unità Esecuzioni, un’organo altamente specializzato nel combattimento che possiede l’autorità di eseguire la pena capitale.

La città del Kansai altro non è che una rivisitazione in chiave Cyberpunk della reale Osaka. Del celebre capoluogo possiamo ammirare la riproduzione dei più celebri edifici e quartieri tra i quali spiccano lo Tsutenkaku, il castello di Osaka e il quartiere di Dotonbori. Il tutto ovviamente rivisto per adattarsi all’ambientazione della serie: lo Tsutenkaku diventa così la centrale della polizia, mentre il castello è la stazione dello Shinkansen.

UNA SQUADRA DI IRRIMEDIABILI CRIMINALI

TOP 10 Anime del 2020: la nostra selezione

Il plot iniziale nelle sue premesse è molto simile a quello della Suicide Squad dell’universo DC. Al centro della storia abbiamo un gruppo di super criminali male assortiti impegnati in una missione comune. Lo scopo dopo il primo reclutamento sarà quello di attaccare lo Shinkansen per rubarne il carico.
Si tratta però solo di una premessa iniziale; col passare degli episodi verrà svelato il vero scopo della missione e l’identità che si nasconde dietro al loro misterioso committente.

I sette membri dell’improbabile squadra dei criminali in realtà sono costretti con la forza a partecipare alla missione suicida e pur partecipando ognuno di loro lo fa con motivazioni diverse.

Akudama Drive: una nuova prospettiva sul Cyberpunk
Da cittadina comune ad Akudama, la sfortunata storia della Truffatrice | Evosmart.it

Il Corriere partecipa per il suo forte senso del dovere, il Picchiatore per cercare avversare forti con cui combattere, il Delinquente viene attirato dalla lauta ricompense, la Dottoressa è spinta da suoi interessi personali, l’Hacker cerca continuamente nuove sfide per divertirsi, la Truffatrice (in realtà una comune cittadina) si finge un’Akudama per salvarsi e infine l’Omicida che prova una morbosa attrazione per la Truffatrice.
Come avrete notato non abbiamo fatto nessun nome: infatti una particolarità della serie è che nessuno dei protagonisti viene chiamato per nome.

I loro obbiettivi e l’interazione tra i membri della squadra si evolveranno col passare degli episodi, svelando i reali intenti di ognuno di loro. Cercando di evitare qualsiasi tipo di spoiler, possiamo soltanto dirvi che una volta superata la prima metà della serie le vicende inizieranno a prendere una svolta decisiva in vista dell’episodio finale.

CHI SONO I VERI AKUDAMA?

Akudama Drive: una nuova prospettiva sul Cyberpunk
Le squadre dell’Unità esecuzione lavorano in coppia nel ruolo di Maestro e Allievo | Evosmart.it

Meno riuscita invece è la caratterizzazione dei membri dell’Unità Esecuzioni. Tra di essi risaltano il Maestro e l’Allieva, mossi dal loro senso di onore verso quella che diventerà per loro una questione personale. Ma se venisse meno il loro senso di giustizia cosa li renderebbe diversi da un Akudama?

UNA SERIE NON IMPECCABILE MA CHE MERITA LA VISIONE

Akudama Drive: una nuova prospettiva sul Cyberpunk
La tanto avvenente quanto pericolosa Dottoressa | Evosmart.it

La sceneggiatura della serie non è impeccabile e in alcuni punti mostra delle mancanze che forse potevano essere risolte puntando su una durata da 24 episodi.
Gli stessi dialoghi a volte risultano fin troppo banali. Passi ad esempio che il Corriere sia un tipo scontroso che parla poco, ma il suo vocabolario spesso risulta fin troppo limitato.

Peccato anche per la censure presenti nelle scene più violente. Si tratta di un fattore imputabile al fatto che probabilmente in Giappone la serie è stata trasmessa in fascia protetta. L’edizione home video probabilmente non avrà questo problema, ma la versione disponibile su VVVVID è la stessa trasmessa in Giappone.

Akudama Drive: una nuova prospettiva sul Cyberpunk
L’atteggiamento infantile dell’Omicida e la sua folle attrazione per il rosso | Evosmart.it

Nonostante questi difetti, la serie merita comunque di essere vista, soprattutto per chi è cresciuto a pane e Cyberpunk. Inoltre i rimandi a pietre miliari del genere come Blade Runner e Akira non mancano. Noi ovviamente speriamo che non si tratti di un tentativo isolato e che presto vedremo altri interessanti Anime in salsa Cyberpunk.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più